1) Cinetosi

Cinetosi o mal d’auto cause e rimedi per combatterlo

La cinetosi (o chinetosi) è un disturbo che colpisce milioni di persone, soprattutto bambini, una sensazione sgradevole legata al movimento tipica dei viaggi in auto e in nave. I sintomi più comuni sono sudore, nausea e vertigini, condizioni causate da un problema di tipo neurologico, riconducibile a una disfunzionalità tra la vista e l’equilibrio corporeo.

Ecco alcuni consigli pratici per combattere il mal d’auto e viaggiare con maggiore tranquillità.

Cause

Uno dei disturbi più frequenti quando si viaggia in auto è il classico mal d’auto, un malessere conosciuto con il termine tecnico di cinetosi o chinetosi. Si tratta di una sensazione di disagio, provocata da una serie di cause neurologiche, che colpisce tantissime persone e specialmente i bambini dai 3 ai 12 anni. La maggior parte degli individui soggetti alla cinetosi è sensibile soprattutto alla macchina, tuttavia questo disturbo si presenta anche su altri mezzi di trasporto come la nave e l’aereo (mal d’aria).

Trattandosi di un disturbo di natura neurologica, la cinetosi è dovuta alla perdita di equilibrio e alla sensazione tipica del movimento, per questo motivo si scatena durante i viaggi in auto, in pullman, in barca e in aereo. Sebbene le cause precise non siano ancora state individuate con certezza assoluta dalla comunità scientifica, la maggior parte dei medici ritiene che sia una conseguenza di una falla nel coordinamento nervoso.

Le persone soggette alla cinetosi potrebbero soffrire di un’alterazione dei sensi, ricevendo segnali contrastanti tra la vista e l’ambiente circostante in movimento. Tale conflitto interno del cervello creerebbe dunque una situazione d’impasse, manifestandosi nella forma del mal d’auto.

Sintomi principali

La cinetosi è caratterizzata da alcuni sintomi piuttosto diffusi, tra i quali vertigini, sudorazione eccessiva, aumento della salivazione, dolori addominali, vomito e rossore sul viso. Ovviamente tali condizioni non si presentano sempre tutte insieme, inoltre la loro intensità varia da persona a persona. In molti casi il mal d’auto è accompagnato da una nausea più o meno forte, una manifestazione che appare dopo alcuni minuti dall’inizio del viaggio e si accentua progressivamente.

Non è raro che la chinetosi sia accompagnata anche da mal di testa localizzati, una certa sonnolenza e una sensazione di debolezza, che nelle situazioni più gravi può portare alla perdita dei sensi e allo svenimento. Se spesso il mal d’auto è facilmente gestibile, utilizzando alcuni accorgimenti pratici e dei rimedi naturali, in altre circostanze può causare conseguenze serie, che richiedono una vista specialistica presso un medico.

Come combattere la cinetosi con i rimedi naturali

Nei casi meno aggressivi è possibile evitare di soffrire la macchina contrastando la cinetosi con dei rimedi naturali, prodotti omeopatici che permettono di ridurre il malessere durante i viaggi. Si tratta di una soluzione particolarmente indicata soprattutto per i rimedi al mal d’auto nei bambini, evitando l’assunzione di farmaci qualora non fosse assolutamente necessario. Un ottimo rimedio anti-chinetosi è la menta, ideale contro il mal di stomaco, da assumere tramite le classiche caramelle o gomme da masticare.

Tra i rimedi per la nausea in macchina c’è anche lo zenzero, in assoluto il più usato per combattere il mal d’auto negli adulti e nei bambini, poiché è in grado di proteggere dai dolori allo stomaco, dalla nausea e dalla sensazione di vomito. Lo zenzero è facilmente reperibile in erboristeria e nelle farmacie omeopatiche, disponibile come estratto in caramelle e gomme da masticare, oppure da consumare prima di partire all’interno di tisane e pasticche.

In alternativa è possibile utilizzare i fiori di Bach tra cui lo Scleranthus, da assumere in gocce da mettere sotto la lingua.

Altri rimedi

Una soluzione alternativa ai rimedi omeopatici e naturali è rappresentata dai braccialetti per il mal d’auto, un’opzione sicura nonostante la loro funzionalità non sia comprovata scientificamente. Questi dispositivi sfruttano i principi orientali dell’agopuntura, i quali prevedono l’esercizio di punti di pressione specifici al fine di rilassare il sistema nervoso, contribuendo a creare una condizione generale di calma, aiutando a dominare le sensazioni di nausea e altri malesseri.

Il loro funzionamento è abbastanza semplice, infatti è possibile usare i braccialetti per la cinetosi nei bambini. Sono composti da una fascia elastica da mettere al polso, stringendo senza applicare una forza eccessiva, dopodiché basta spingere un piccolo bottoncino per fare pressione nella zona interna del polso, pochi centimetri al di sotto della fine del palmo della mano. Si tratta di un dispositivo economico senza nessun tipo di controindicazione.

Come prepararsi e cosa fare durante i viaggi lunghi

Oltre ai rimedi omeopatici e ai braccialetti, questo malessere può essere controllato acquistando delle pastiglie per il mal d’auto in farmacia, oppure adottando una serie di comportamenti utili. Ad esempio, molte persone trovano giovamento dall’ascolto della musica, probabilmente perché consente di distrarsi e concentrarsi su un elemento esterno all’ambiente in movimento, mentre altre reputano d’aiuto l’apertura del finestrino per fare entrare nel veicolo aria fresca e vento.

Quando non si sa cosa fare per il mal d’auto è opportuno sedersi davanti invece che dietro, perché si soffre meno la cinetosi e si riduce la nausea. Allo stesso modo è meglio evitare la lettura e l’utilizzo di dispositivi elettronici, non bisogna fumare né muovere troppo la testa, concentrando la visione su un punto specifico. Al contrario aiuta dormire durante il viaggio, pianificando delle soste frequenti.

Per quanto riguarda l’alimentazione, per prevenire il mal d’auto è consigliabile non viaggiare né a stomaco vuoto né pieno, ma seguire una dieta leggera ricca di fibre, vitamine e sali minerali. Ad esempio, si può consumare un pasto leggero prima della partenza, a base di frutta o cereali integrali; inoltre, non bisogna bere eccessivamente, tuttavia è fondamentale mantenersi ben idratati per contrastare eventuali malesseri e ridurre i sintomi della cinetosi.

1) Cinetosi

Potrebbe interessarvi anche

Leave a Reply