Macchie di umidità su pareti e soffitti? Ecco la soluzione!

1 stella - pessimo2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle - ottimo! (Ancora nessun voto.. sii tu il primo!)
Loading...

Molte persone vogliono che tutte le aree della casa abbiano un aspetto scintillante, pulito e privo di odori sgradevoli. Questo non solo aumenta la sensazione di armonia, ma permette di evitare lo sviluppo di allergie e malattie respiratorie.

Tuttavia, a volte queste attività sono difficili da fare in quanto zone come pareti o soffitti tendono ad avere eccessiva umidità a causa della crescita di muffe. Questo tipo di fungo può appartenere alle specie Cladosporium, Penicillium o Alternaria e la sua presenza spesso provoca visibili macchie scure difficili da rimuovere.

E se a prima vista sembra che interessino solo l’estetica della casa, con il passare del tempo possono diventare un innesco per le malattie. Per questo, la Nonna oggi vi proporrà una serie di rimedi per rimuovere l’umidità senza usare sostanze chimiche aggressive.

Sale

Il sale è uno dei migliori alleati per rimuovere macchie di muffa in quanto assorbe facilmente l’umidità e crea una barriera protettiva contro la crescita di questi microrganismi. Da anni si usa come complemento per la pulizia della casa, non solo perché serve per disinfettare, ma perché rimuove le macchie ostinate.

Come si usa?

Versate un chilo di sale in un contenitore a bocca larga e posizionatelo proprio nel bel mezzo dell’ambiente umido della vostra casa: assorbirà l’umidità ed eviterà la crescita del fungo. Cambiatelo quando il suo colore diventa scuro, perché è un segno che non è in grado di assorbire più umidità.

Farina di senape

La farina di senapa e ha proprietà antifungine e disinfettanti che aiutano a eliminare i funghi che macchiano pareti e soffitti. Analogamente al sale, la sua presenza in ambienti umidi aiuta ad eliminare questo problema.

Come si usa?

Mettete una generosa quantità di farina di senape in una ciotola e lasciatela vicino ai luoghi in cui si forma la muffa. Cambiatela una volta alla settimana per ottenere risultati ottimali.

Aceto bianco

Uno dei migliori detergenti naturali, l’aceto bianco è un prodotto eccellente per rimuovere macchie, funghi e odori. I suoi composti antifungini e antibatterici agiscono direttamente sui microrganismi che causano l’umidità, lasciando un ambiente pulito e sano.

Come si usa?

Combinate in parti uguali aceto bianco e acqua e versate la miscela in un flacone spray, poi spruzzare il prodotto su pareti e soffitti, e lasciate agire 20 minuti. Trascorso questo tempo, rimuovete le macchie con una spugna o un panno in microfibra umido.

Olio essenziale di tea tree

L’olio essenziale di tea tree si è guadagnato la fama in tutto il mondo per essere prodotto sano per pulire la casa e proteggere il corpo. Ha proprietà antibiotiche e antimicotiche, efficaci nella rimozione di macchie di ruggine.

Come si usa?

Aggiungete un cucchiaino di olio essenziale di tea tree in mezzo litro di acqua calda, versate il tutto in un barattolo e agitate. Cospargete la zona interessata, lasciate agire 15 minuti e strofinate la superficie con una spazzola o un panno.

Acqua ossigenata

Anche se le sue principali applicazioni hanno a che fare con la pelle, l’acqua ossigenata è una buona scelta per sbiancare le pareti dalle macchie e rimuovere le muffe. Alcuni raccomandano di diluirla in acqua, ma è meglio lasciarla pura per rimuovere l’umidità più facilmente.

Come si usa?

Versate l’acqua ossigenata al 3% in un flacone spray e spruzzatela sulle superfici desiderate. Lasciate agire per 15 minuti e rimuovete con una spazzola o una spugna.

Bicarbonato di sodio

Il bicarbonato di sodio è un antibatterico abrasivo usato per pulire molte superfici domestiche. L’applicazione diretta aiuta ad assorbire l’umidità e, a sua volta, agisce direttamente sui funghi che la provocano. Ha proprietà sbiancanti e deodoranti, che rimuovono macchie scure e odori.

Come si usa?

Inumidite un po’ di bicarbonato di sodio con acqua o succo di limone, poi stendetelo sulle macchie. Dopo 20 o 30 minuti, sciacquate e strofinate con un pennello.

Consiglio della Nonna

Per ottenere i migliori risultati, cercate di aprire le finestre e le porte ogni giorno, perché la ventilazione è la chiave per rimuovere l’umidità.

Grazie per l’attenzione, di risentiamo al prossimo rimedio della Nonna, continuate a seguirci!

Loading...
Nessun commento

Lascia un messaggio alla Nonna

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

Informazioni aziendali
Idea e realizzazione:


P.IVA 06567400483

Copyright © 2017
Tutti i diritti riservati
Responsabilità
L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati.
In caso di controversie vi preghiamo di contattarci ed entro 24 ore eventuali contenuti non autorizzati saranno rimossi.
Disclaimer
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.

Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.