Rimedi Antichi e Medievali

Rimedi Antichi e medievali

Durante il Medioevo, gran parte delle antiche conoscenze riguardanti i rimedi naturali erano concentrate nei conventi e nei monasteri. Le piante sono state coltivate nei loro giardini e hanno sempre avuto qualche proprietà curative più o meno riconosciute.

Una volta raccolte, foglie, radici, bulbi e frutti delle piante, sono stati conservati in aree utilizzate per questo scopo e successivamente trasformate in tè , tisane, unguenti, oli essenziali, vini, liquori e polveri. Gradualmente, i rimedi monastici hanno occupato un posto centrale nella comunità e la loro fama è cresciuta giorno dopo giorno.

In questo periodo, la figura religiosa più importante per quanto riguarda la spezieria medievale era santa Ildegarda di Bingen. La Sua conoscenza della Medicina naturale si è tramandata tramite gli scritti:”Causae et curae” (“Libro delle cause e dei rimedi o Libro delle medicine composte”) e “Physica” (“Storia naturale o Libro delle medicine semplici”), in cui spiega i diversi rimedi naturali.

Di seguito sono rimedi antichi e medievali alcuni dei quali sono di Santa Hildegarda

  • Antico rimedio contro la rabbia:  Mettere al polso un braccialetto di Calcedonio, che assorbirà l’energia negativa (la rabbia) e vi farà stare più tranquilli.
  • Antico rimedio per le imperfezioni del viso -1-: Inumidire una pietra d’ametista con la saliva e strofinare le imperfezioni del viso. Successivamente metti dell’acqua a bollire e metti l’ametista sul vapore fino al suo appannamento, appena la pietra sarà appannata, lasciarla cadere nell’acqua. Utilizzate questa “Acqua d’Ametista”, più volte al giorno per lavarsi il viso.
  • Antico rimedio per le imperfezioni del viso -2-: Cucinate 100 g d’orzo, 100 g di riso semigreggio in 1 litro acqua per 15 minuti. Dopo questo tempo, togliere dal fuoco e filtrare con un panno. Lavate il viso delicatamente con l’acqua di cottura una volta riscaldato. Usare questo decotto due volte al giorno.
  • Antico rimedio per il mal di stomaco: Fate bollire 100 g di fagioli secchi in un litro d’acqua per 20 minuti. Quindi aggiungere 1 cucchiaino di noce moscata. Filtrate e bevete il brodo.

L’articolo continua alla pagina seguente!

Leave a Reply