I migliori rimedi della Nonna per i disturbi comuni

 

I rimedi della Nonna funzionano. Sia che dipendano da suggestione, benefici effettivi o base scientifica, chi non si è mai sentito meglio dopo una zuppa di pollo? Ecco una serie di rimedi domestici che possono aiutare a risolvere alcuni dei problemi di salute più comuni e altri incidenti minori.

Scottature

La sostanza trasparente derivata dalla pianta di aloe vera è un acceleratore di guarigione delle ferite che agisce anche su infezioni della pelle, ustioni e numerose condizioni dermatologiche. L’aloe vera viene utilizzata da migliaia di anni per curare le scottature. Idealmente dovreste tenere una bottiglia di aloe in frigorifero per averla a dispozione fresca al momento del bisogno. Per le ustioni funziona anche con un panno imbevuto di aceto bianco. Odorerete come un’insalata, ma sentirete sollievo.

aloe-vera-rimedi-nonna

Leggi tutti i rimedi della Nonna a base di aloe vera

Punture di insetti

Sebbene le punture di zanzara non siano pericolose, il prurito e il gonfiore causato possono essere fastidiosi. Uno dei rimedi naturali che funziona è l’ammoniaca ma attenzione, perché grandi quantità di ammoniaca possono essere tossiche.

Leggi come fare un antizanzare al naturale

Per le punture di api viene in soccorso l’aloe vera. Il succo della foglia della pianta di aloe vera ha anche proprietà anti-infiammatorie. Una volta rimosso il pungiglione dell’ape applicate aloe vera sulla ferita. L’aloe non funziona in caso di reazione allergica, in questo caso dovrete consultare immediatamente un medico.

Infezioni del tratto urinario

Il succo di mirtillo è usato per prevenire e curare le infezioni del tratto urinario, perché questo frutto contiene batteri con proprietà che impediscono ai batteri nocivi come l’escherichia coli di aderire alle pareti del tratto urinario e causare infezioni. La Nonna consiglia di bere ogni giorno un succo di mirtillo per impedire l’adesione dei batteri sul tratto urinario: le donne che bevono regolarmente questo succo di frutta per un anno riducono del 20% la possibilità di infezioni del tratto urinario.

Leggi le proprietà dei mirtilli

Verruche

Le verruche cutanee sono molto comuni e ci sono diversi rimedi della Nonna per rimuoverle: iniziate strofinando uno spicchio d’aglio sulla verruca, oppure una pasta a base di bicarbonato di sodio mescolato con olio di ricino. In alternativa potrete anche versare del succo a base di vitamina C (arance, limoni) sulla verruca, oppure strofinare con ananas.

Ma c’è anche un altro rimedio casalingo molto interessante: applicate del nastro adesivo sulla verruca, così facendo causerete irritazione e l’attivazione del sistema immunitario, ciò fa sì che il corpo reagisca e respinga la verruca. Il nastro deve stare sulla verruca per un massimo di sei giorni, poi toglietelo e fate respirare la pelle per una notte, infine applicate di nuovo. La rimozione della verruca con questo rimedio potrebbe richiedere fino a due mesi.

Freddo: zuppa di pollo

Al di là di un rimedio per l’anima, l’effetto curativo del brodo di pollo è stato verificato non solo dalle Nonne di tutto il mondo ma anche da studi scientifici: gli ingredienti di base della zuppa di pollo rallentano il movimento di un tipo di globuli bianchi, chiamati neutrofili, importanti per il sistema immunitario e migliorano molti dei sintomi del freddo.

zuppa-di-pollo-rimedi-nonna

Tagli sulla pelle

Le colle istantanee non sono solo validi aiuti per gli oggetti rotti, ma anche per le lesioni non gravi: la colla può sigillare piccole crepe sulla pelle e ci mette tra 7 e 10 giorni a scollarsi. Durante questo tempo, le cellule della pelle sotto la ferita migrano e rigenerano la pelle colpita. Un avvertimento, la colla deve essere utilizzata solo in casi di piccole ferite superficiali e poi bisogna ripulire bene.

Eczema

Una tisana di erbe cinesi oolong al giorno migliora l’infiammazione e il prurito causato da eczema, grazie agli alti livelli di antiossidanti che ha questo tè, i quali producono effetti anti-infiammatori e antiallergici.

te-oolong-rimedi-nonna

Altri rimedi della Nonna per l’eczema includono l’applicazione di olio di lino o di malvarosa. Entrambi gli oli contengono acidi grassi omega anti-infiammatori. Anche l’olio di albero del tè, se applicato sulle zone infiammate, migliora l’eczema.

Brufoli sulla pelle: dentifricio

I brufoli sono inevitabili e appaiono nel momento meno desiderato. Se avete bisogno di una rapida alternativa a portata di mano, provate a mettere un po’di dentifricio in pasta (non gel) sul brufolo e lasciate agire per qualche ora. Vedrete che si seccherà e migliorerà. Attenzione: alcune persone potrebbero essere allergiche.

Leggi anche i rimedi della Nonna contro i brufoli

Indigestione e problemi di stomaco

La medicina tradizionale cinese usa lo zenzero da secoli come rimedio naturale per lo stomaco perché è un anestetico e un diuretico: viene persino applicato sulla pelle per ridurre l’eiaculazione precoce. Per un’indigestione mite, preparate un tè con una fetta di radice di zenzero fresco in una pentola di acqua bollente. Lasciate in infusione per circa 20 minuti e poi fate riposare qualche minuto prima di servire il tè. Questo tè può anche aiutare a ridurre la nausea e altri problemi digestivi.

zenzero-rimedi-nonna

Leggi i rimedi per il mal di macchina con lo zenzero

Stipsi: fibra di semi

Le due principali cause di stitichezza sono due: non bere abbastanza acqua e non assumere fibre a sufficienza. Una delle migliori fonti di fibra sono i semi di lino, che contengono un equilibrio di fibre solubili e insolubili, le due classi di cui il corpo ha bisogno per una buona salute.

I semi di lino possono essere mangiati con insalata, zuppe, yogurt e verdure, possono anche essere aggiunti a frullati di frutta. Oltre alla fibra, i semi di lino sono ricchi in magnesio, potassio e omega 3. Per evitare infiammazione e gas, iniziate con un cucchiaino al giorno.

Alta pressione

Il sedano può aiutare a ridurre la pressione sanguigna. Anche se non cura l’ipertensione, quattro gambi al giorno possono essere sufficienti a migliorare perché esso contiene una sostanza chimica che abbassa la pressione sanguigna fino al 13%. Per abbassare la pressione dovrete anche mangiare verdura, bere molta acqua, fare esercizio fisico e ridurre la quantità di sale negli alimenti.

Acido urico e gotta: ciliegie

Le ciliegie sono usate come medicinale in quanto contengono polifenoli, che possono avere proprietà antiossidanti, antitumorali e anti-infiammatorie. Per anni sono state usate per migliorare il dolore causato dalla gotta che è una metabolizzazione errata di acido urico da parte del corpo umano. L’eccesso di acido urico si accumula nelle articolazioni ed è molto doloroso

Attenzione: coloro che sono allergici al polline di betulla potrebbero anche essere sensibili alle ciliegie.

Grazie per l’attenzione, ci risentiamo al prossimo rimedio della Nonna, continuate a seguirci!

Loading...

Un commento

  1. enrica

Lascia un messaggio alla Nonna

Scrivi il dato mancante dell\'operazione che leggi qui sotto