Come ingrossare i capelli fini con i rimedi naturali della Nonna

1 stella - pessimo2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle - ottimo! (Ancora nessun voto.. sii tu il primo!)
Loading...

 

La maggior parte delle donne si preoccupano di avere capelli forti e abbondanti, in quanto li ritengono una parte importante della loro attrattiva fisica. Indipendentemente dallo stile però, in molti sono alla ricerca di trattamenti cosmetici e prodotti per ingrossare i capelli fini, e che possono tenerli in forma e sani.

Ciò è dovuto all’indebolimento e alle aggressioni che i capelli tendono a soffrire a causa dell’ambiente, che può portare alla rottura e ad una caduta eccessiva. Per fortuna, in aggiunta ai prodotti commerciali, esistono ingredienti naturali al 100% la cui applicazione regolare aiuta a mantenere i capelli in perfette condizioni, senza spese eccessive. In questo articolo la Nonna vuole condividere 6 buone alternative naturali per ingrossare i capelli fini: non esitate ad usarle quando notate che i vostri capelli sono sfibrati, secchi, sottili e senza vita.

Uovo

Le proteine contenute nell’uovo sono uno dei migliori trattamenti naturali per ingrossare i capelli fini. Questi nutrienti, così come le vitamine e i minerali, rafforzano le ciocche di capelli fin dalle radici, e riducono l’eccessiva caduta.

Come si usa

Sbattete due uova, a seconda della quantità dei capelli, e applicateli su tutto il cuoio capelluto. Coprite i capelli con una cuffia da doccia e lasciate in posa 30 minuti. Risciacquate poi con acqua tiepida e ripetete l’applicazione 2 o 3 volte a settimana.

Leggi anche: Non buttate i gusci dell’uovo, ecco come riutilizzarli

Avocado

La vitamina E e gli acidi grassi contenuti nell’avocado sono nutrienti che migliorano l’aspetto dei capelli, soprattutto nei casi di eccessiva caduta e secchezza. Questi nutrienti, combinati con le sue proteine, rinforzano i capelli fini e aiutano ad ingrossarli quando sono troppo sottili.

Come si usa

Rimuovete la polpa di un avocado maturo e, dopo averne ottenuto una purea densa, strofinatela sui capelli. Separate i capelli in diverse ciocche, e siate sicuri di coprire le radici e tutte le punte. Lasciate in posa 40 minuti e risciacquate con il vostro normale shampoo. Ripetete l’applicazione almeno 2 volte a settimana.

Leggi anche: Ecco perchè non potrete fare a meno dell’avocado

Semi di fieno greco

I semi di fieno greco contengono antiossidanti e aminoacidi essenziali che riducono la perdita di capelli, promuovendone al contempo la crescita e lo spessore.

Come si usa

Immergete qualche cucchiaio di semi di fieno greco (20 g) in acqua calda e lasciate riposare per una notte. Il giorno successivo, filtrate l’acqua e usate il liquido come un risciacquo per i capelli. Ripetete il trattamento 3 volte a settimana.

come ingrossare i capelli fini con i rimedi naturali

Olio di ricino

I massaggi con olio di ricino sono eccellenti trattamenti naturali per ingrossare i capelli fini, e per risolvere problemi di cadute e secchezza. Gli acidi grassi essenziali e gli aminoacidi nutrono i follicoli e migliorano la crescita, senza provocare reazioni indesiderate.

Come si usa

Scaldate una piccola quantità di olio di ricino e strofinate su tutto il cuoio capelluto. Se avete le doppie punte, applicatelo anche su di esse. Lasciate in posa 40 minuti e risciacquate con il vostro shampoo di sempre. Se lo trovate di difficile applicazione, unite in parti uguali l’olio di ricino a olio d’oliva o di cocco. Usate questo rimedio della Nonna 2 o 3 volte a settimana.

Aloe vera

I cristalli contenuti nella pianta di aloe vera sono idratanti e rivitalizzanti, e sono in grado di ingrossare i capelli fini e migliorarne l’aspetto generale in un breve periodo di tempo. Dal momento che non pregiudica il pH della produzione del cuoio capelluto e il grasso, l’aloe vera è una delle migliori opzioni per tutti i tipi di capelli. La sua applicazione costante rinforza i capelli sottili e aiuta a combattere problemi come la caduta e la forfora.

Come si usa

Estraete del gel da una foglia di aloe vera e strofinatelo su tutto il cuoio capelluto. Lasciate agire 30 minuti e risciacquate. Usate questo rimedio almeno 3 volte a settimana.

Leggi anche: Gli effetti miracolosi dell’aloe vera

Semi di lino

I semi di lino contengono acidi grassi omega 3 e proteine ​​che aiutano la crescita dei capelli. Questi nutrienti contribuiscono a rafforzare e a ingrossare i capelli fini, riducendo al contempo l’indebolimento e la caduta.

Come si usano

Mettete in ammollo qualche cucchiaio di semi di lino (20 g) in acqua calda e lasciate riposare per una notte. Il giorno successivo, aggiungete altra acqua ai semi e lasciate bollire a fuoco basso. Dopo aver ottenuto un liquido dalla consistenza gelatinosa, togliete dal fuoco e lasciate riposare. Passate al setaccio e applicate sui capelli, lasciando in posa 2 ore, infine risciacquate. Ripetete il trattamento 2 volte a settimana.

Avete notato che i vostri capelli sono diventati deboli e secchi? Provate uno di questi rimedi della Nonna per ingrossare i capelli fini, e scoprirete che non c’è bisogno di spendere soldi per trattamenti costosi per ripristinare il loro volume e la loro forza!

Grazie per l’attenzione, ci risentiamo al prossimo rimedio della Nonna, continuate a seguirci!

Summary
Come ingrossare i capelli fini con i rimedi naturali della Nonna
Article Name
Come ingrossare i capelli fini con i rimedi naturali della Nonna
Description
Come ingrossare i capelli fini con i rimedi naturali della Nonna
Author
Publisher Name
Rimedi della Nonna
Publisher Logo
Loading...
Nessun commento...sii tu il primo

Rispondi

Il tuo indirizzo email non viene pubblicato.

Informazioni aziendali
Idea e realizzazione:


P.IVA 06567400483

Copyright © 2017
Tutti i diritti riservati
Responsabilità
L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati.
In caso di controversie vi preghiamo di contattarci ed entro 24 ore eventuali contenuti non autorizzati saranno rimossi.
Disclaimer
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.

Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.