I rimedi della Nonna contro la nausea

1 stella - pessimo2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle - ottimo! (Ancora nessun voto.. sii tu il primo!)
Loading...

 

Siete alla ricerca di alcuni rimedi della Nonna contro la nausea? Tutti sanno che questo problema può diventare molto fastidioso e può verificarsi in qualsiasi momento della vita.

La nausea è la sensazione che può precedere il vomito e di solito è un sintomo, e non una malattia. Tra i motivi che possono causare la sua comparsa ci sono:

  • Riflusso gastro-esofageo
  • Irritazione dello stomaco
  • Un’infezione virale
  • Emicrania
  • Labirintite
  • Vertigini
  • Avvelenamento da cibo avariato
  • Infiammazione di fegato, cistifellea o pancreas
  • Effetto collaterale di assumere ormoni (come la pillola anticoncezionale, per esempio)
  • Farmaci per la depressione, la chemioterapia o anestesia

Sul mercato ci sono diverse opzioni per affrontare il problema, ma in questo articolo la Nonna vi presenterà alcuni rimedi naturali per alleviare la nausea. Il vantaggio di usarli è che, essendo naturali, normalmente sono innocui al corpo, quindi non ci saranno effetti collaterali.

Zenzero

Anche se non è noto con certezza come e perché funziona per questo specifico problema, lo zenzero è fortemente consigliato per alleviare le nausee mattutine durante una gravidanza. Lo zenzero aiuta a ridurne l’intensità e la comparsa: si consiglia di consumarne la radice in polvere o come infusione, nel cibo o come parte di un frullato.

Leggi anche: Zenzero: rimedio naturale contro il mal d’auto

Aromaterapia con la menta

Un altro dei migliori rimedi della Nonna contro la nausea è di sentire l’odore o essere esposti al profumo di alcune erbe come la menta. Si tratta di un rimedio naturale per la nausea semplice, efficace e facile da usare.

Se si verifica questo problema regolarmente, sarebbe auspicabile avere un po’di olio essenziale menta in casa. Un’altra buona opzione è quella di assumere menta con una classica infusione in tè.

rimedi della nonna contro la nausea

Agopuntura o digitopressione

La differenza tra le due tecniche è che l’agopuntura utilizza aghi molto sottili inseriti in punti specifici per aiutare a mitigare il sintomo, mentre la digitopressione lavora sugli stessi punti, ma esercitando pressione con le dita.

Questi modi di agire sulla rete di nervi nel corpo possono aiutare a far fronte alla nausea causata da malattia, chemioterapia e anestesia dopo un intervento chirurgico. Ricordate che se optate per l’agopuntura dovreste affidarvi ad un esperto e assicurarsi che usi sempre aghi nuovi, per evitare la comparsa di qualsiasi problema.

Limone

Se la nausea compare dal nulla e l’agopuntura e lo zenzero non sono una possibilità, tagliare o grattugiare la buccia di un limone può aiutare. Questo è uno dei più veloci rimedi della Nonna da mettere in pratica: quasi ovunque si può trovare un limone senza intoppi. Un’alternativa è quella di portarsi dietro un po’ di olio essenziale di limone e annusare in caso di sintomo.

Leggi anche: perchè bere acqua e limone ogni mattina

Controllare il respiro

Controllare il respiro e alternare respiri lenti e profondi può aiutare a ridurre i sintomi della nausea in pochi minuti. Questo può essere l’ideale per quando il problema appare all’improvviso da un fattore inaspettato.

Spezie

Le spezie non servono solo per migliorare il gusto dei cibi: alcune di esse sono ottimi rimedi della Nonna per la nausea. Tra le più famose, ci sono:

  • finocchio
  • cannella
  • cumino

Raccomandazioni per prevenire la nausea

Ora che conoscete i rimedi della Nonna, potreste anche essere in cerca di alcuni suggerimenti per evitare direttamente che compaia. Appuntatevi queste cose, se avete nausea regolarmente.

Per prima cosa evitate cibi piccanti e grassi: è meglio mangiare riso, patate al forno, banane e mele. Inoltre, cercate di trovare il modo di non includere grassi di cottura aggiuntivi.

Aggiungete proteine ​​alla vostra dieta, o assicuratevi di mangiarne la giusta quantità. Evitate pasti abbondanti, è molto meglio mangiare porzioni più piccole e più frequentemente. Non andate a letto subito dopo aver mangiato, ciò potrebbe infatti aumentare il disagio e causare reflusso.

Evitate gli odori forti come profumi e alcuni alimenti: identificate ciò che fa scattare questi aromi ed evitateli quando possibile. Fate esercizi di rilassamento come lo yoga, e cercate di mangiare lentamente. Evitate caffè e caffeina in generale, evitate di mangiare al fast food, e cercate di bere succhi di frutta e cibi sani.

Siate pronti a combattere la nausea

Ora che avete imparato a conoscere alimenti o spezie che aiutano a combattere questo problema, sarebbe bene averne alcuni di loro sempre in giro. Per la nausea derivante da trattamenti medici o problemi fisici, è una buona idea quella di portare sempre con sé uno degli oli essenziali menzionati in precedenza.

Sarebbe anche bene identificare se la nausea viene generata da un alimento particolare. In tal caso, provate a rimuoverlo dalla vostra dieta o a sostituirlo.

Indubbiamente, la nausea è un problema molto sgradevole, ma grazie ai rimedi della Nonna potrete dimenticarla facilmente.

Grazie per l’attenzione, ci risentiamo al prossimo rimedio della Nonna, continuate a seguirci!

Summary
I rimedi della Nonna contro la nausea
Article Name
I rimedi della Nonna contro la nausea
Description
I rimedi della Nonna contro la nausea
Author
Publisher Name
Rimedi della Nonna
Publisher Logo
Loading...
Nessun commento...sii tu il primo

Rispondi

Il tuo indirizzo email non viene pubblicato.

Informazioni aziendali
Idea e realizzazione:


P.IVA 06567400483

Copyright © 2017
Tutti i diritti riservati
Responsabilità
L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati.
In caso di controversie vi preghiamo di contattarci ed entro 24 ore eventuali contenuti non autorizzati saranno rimossi.
Disclaimer
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.

Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.