La melatonina per migliorare la qualità del sonno

1 stella - pessimo2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle - ottimo! (Ancora nessun voto.. sii tu il primo!)
Loading...

 

La melatonina è un ormone liposolubile che tutt’oggi è oggetto di studio da parte della scienza, in merito a tutte le possibili applicazioni in ambito clinico e nei trattamenti anti-age.

Questa sostanza è stata scoperta intorno agli anni 60 ed oggi sappiamo che essa viene secreta dalla ghiandola pineale del nostro cervello. La concentrazione di questo ormone risulta minima nei primi mesi di vita per aumentare poi in gioventù e tornare diminuire in età adulta e nel periodo dell’anzianità.

Melatonina e ritmo circadiano

L’importanza di questo ormone è la regolazione del ritmo circadiano: questo significa che la sua secrezione è determinata in base alla luce. Quando la retina riceve il segnale luminoso, la ghiandola pineale cessa di rilasciarla, mentre il buio ne stimola invece la secrezione.

La melatonina quindi raggiunge il suo picco fisiologico di produzione durante le ore della notte, cui di contro corrispondono valori estremamente più bassi durante la giornata, quando sono presenti gli stimoli luminosi del sole. Il suo effetto sedativo innescato dal buio, informa l’intero organismo che è arrivato il momento di dormire e riposare.

melatonina per la qualità del sonno

Integratori di melatonina: ecco a cosa possono servire

L’integratore di melatonina viene normalmente consigliato per il trattamento dei disturbi del sonno. Questi disturbi si possono classificare in due macro categorie: da una parte troviamo gli individui che fanno fatica ad addormentarsi ma che una volta iniziato, riescono a portare a termine il loro sonno; dall’altra parte invece i soggetti che pur addormentandosi facilmente, si svegliano durante la notte senza riuscire a riprendere sonno.

La melatonina si è rivelata particolarmente efficace soprattutto nel primo caso, aiutando a ripristinare il ritmo biologico: la maggior parte dei disturbi del sonno infatti non sono determinati da carenze di melatonina (fenomeno piuttosto raro) ma sono legati allo sfasamento nel ciclo della secrezione di questo ormone.

Inoltre viene utilizzata per contrastare il fenomeno del jet-lag, la nota sindrome da fuso orario che si verifica in coloro che frequentemente viaggiano da una parte all’altra del mondo, come ad esempio accade agli assistenti di volo e ai piloti. In questo caso, un’integrazione di melatonina sostiene un sonno di migliore qualità, un rinnovato senso dell’appetito, un ripristino delle funzionalità digestive, ed un miglioramento degli stati di nervosismo e irritabilità.

Questo ormone è stato ampiamente studiato anche per il suo ruolo antiossidante e antitumorale: secondo recenti ricerche riuscirebbe a ridurre in maniera considerevole gli effetti collaterali dei medicinali tipicamente somministrati nelle terapie contro il cancro.

Come assumere l’integratore di melatonina

Per quanto riguarda la sua assunzione, si tratta di un supplemento privo di effetti collaterali quando viene consumato all’occorrenza e quindi per un breve periodo.

Il dosaggio consigliato è di circa 0,3 mg per somministrazione, sia per gli uomini che per le donne: si tratta di un quantitativo sicuro, ben tollerato ed efficace. Sotto forma di supplemento alimentare sortisce rapidamente i suoi effetti e consente di impennare i valori ematici dell’ormone in maniera praticamente immediata: nel giro di 48 ore i valori rientrano nella norma.

A questo proposito è opportuno ricordare che esistono in commercio integratori di melatonina a rapido rilascio e a lento rilascio: questi ultimi portano a picchi di minore intensità ma più durevoli nel tempo, e sono quindi consigliati per chi sperimenta disturbi del sonno successivi alla prima fase di veglia, cioè quando già, per qualche ora o per qualche minuto, si è già dormito.

Resta comunque inteso che l’utilizzo di un integratore alimentare va sempre fatto dopo aver ascoltato il parere del medico curante, soprattutto se si stanno seguendo terapie farmacologiche oppure si soffre di una qualsiasi patologia.

Grazie per l’attenzione, ci risentiamo al prossimo rimedio della Nonna, continuate a seguirci!

Summary
La melatonina per migliorare la qualità del sonno
Article Name
La melatonina per migliorare la qualità del sonno
Description
La melatonina per migliorare la qualità del sonno
Author
Publisher Name
Rimedi della Nonna
Publisher Logo
Loading...
Nessun commento...sii tu il primo

Rispondi

Il tuo indirizzo email non viene pubblicato.

Informazioni aziendali
Idea e realizzazione:


P.IVA 06567400483

Copyright © 2017
Tutti i diritti riservati
Responsabilità
L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati.
In caso di controversie vi preghiamo di contattarci ed entro 24 ore eventuali contenuti non autorizzati saranno rimossi.
Disclaimer
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.

Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.