Tutti i segreti della Nonna a base di rosmarino: sapone fai da te, crema corpo e altri trucchi

1 stella - pessimo2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle - ottimo! (Ancora nessun voto.. sii tu il primo!)
Loading...

Il rosmarino è un’erba eccellente con molte proprietà salutari: digestive, circolatorie, antiossidanti, rivitalizzanti e molto di più. In questo articolo la Nonna prova a riassumervi tutte le sue proprietà, nonché i diversi modi per usarlo e prepararlo: in infusione, in alcol, in olio essenziale, col miele o come spezia da usare in cucina. Il rosmarino (Rosmarinus officinalis) porta con sè interessanti proprietà per la salute:

  • Migliora la circolazione nel corpo.
  • È un grande antiossidante.
  • Migliora la digestione e riduce i problemi più comuni come gonfiore, flatulenza e iperacidità gastrica.
  • Riduce il dolore durante le mestruazioni, così come i sintomi di accompagnamento più comuni (emicrania, ritenzione idrica, ecc).
  • Facilita la funzionalità epatica e della colecisti e, quindi, è un ottimo rimedio per l’ittero (colorazione gialla della pelle).
  • Aiuta a combattere l’anemia grazie al suo alto contenuto di ferro.
  • Riduce i livelli di colesterolo nel sangue.
  • Aiuta a ritardare gli effetti delle malattie degenerative.
  • E’ molto utile come rimedio per le intossicazioni alimentari.

Usare il rosmarino tutti i giorni

Il rosmarino è una spezia molto comune nella cucina mediterranea. Si tratta di un ottimo condimento molto usato soprattutto nella cucina italiana, utilizzato per insaporire pane, focacce e prodotti da forno. Un modo per avere sempre a portata di mano un po’ di rosmarino è quello di mescolare olio extra vergine di oliva con alcune foglie fresche di rosmarino. Possiamo anche aggiungere altre erbe e aglio. Si conserva in un contenitore ermeticamente chiuso e col passare dei giorni, l’olio acquisterà sempre più gusto. Il rosmarino ha un sapore molto intenso, quindi ne basta una piccola quantità.

una rigogliosa pianta di rosmarino

L’infuso di rosmarino è uno dei modi più semplici ed economici per beneficiare delle proprietà di questa pianta. E’ meglio prendere un infuso dopo i pasti per aiutare la digestione. Basta mettere un bicchiere (200 ml) di acqua a bollire, quando inizia a bollire aggiungete un cucchiaino di foglie di rosmarino essiccate e lasciate bollire per 3 minuti. Spegnete il fuoco, poi coprite e lasciate riposare 5 minuti, filtrate e l’infuso è pronto. Ma ci sono altri modi per sfruttare le proprietà benefiche del rosmarino, a cominciare dal sapone fai da te, semplice ed efficace!

Sapone al rosmarino fai da te

Il sapone al rosmarino è perfetto per la cura della pelle e per prevenirne l’invecchiamento precoce, oltre a trattare le articolazioni infiammate o le ferite infette. Se vi piacciono i prodotti naturali di bellezza, il sapone al rosmarino può diventare uno dei vostri migliori alleati. È astringente, antinfiammatorio, antibatterico ed è l’ideale per la pelle grassa.

E’ facile da fare a casa, a patto che lo prepariate con adeguate misure di sicurezza. Tuttavia i passi sono molto semplici, e con un po’ di pazienza e alcuni ingredienti facili da reperire, otterrete un prodotto eccezionale per l’igiene e per la bellezza. Non va dimenticato infine che il rosmarino è una di quelle erbe usate in medicina per ridurre infiammazioni, irritazioni o infezioni. Vi sarà molto utile nella vita di tutti i giorni, sia per voi che per gli altri membri della vostra famiglia. Ecco la ricetta segreta della Nonna per il sapone al rosmarino fai da te, prendete nota!

Nella preparazione dei saponi occorre adottare una serie di precauzioni di base. Tratteremo la soda caustica, quindi per evitare schizzi e non respirare i vapori, dovrete indossare guanti e una mascherina. Il processo in sé non è pericoloso, è solo prudenza, sappiate che questa tecnica si usa da generazioni senza problemi. Vediamo ora le cose di cui abbiamo bisogno per preparare questo sapone al rosmarino fai da te.

Ingredienti

  • 500 ml di olio d’oliva.
  • 150 g di rosmarino secco (è importante che qualsiasi pianta che includiamo nei nostri saponi fatti in casa sia secca).
  • 150 ml di acqua.
  • 60 g di soda caustica.
  • 200 ml di infusione di rosmarino.
  • 1 cucchiaio di olio essenziale di tea tree.
  • una ciotola o vaschetta di plastica.

Preparazione: La prima cosa da fare è l’infusione. Ci sarà utile perché in questo modo faremo in modo che il nostro sapone al rosmarino sia efficace nella pulizia e la cura della pelle grassa. Fate bollire l’acqua, poi prendete un cucchiaio di rosmarino essiccato. Lasciate andare il decotto per qualche minuto, poi togliete il rosmarino e rimarrà l’infusione. Mettetela da parte.

Il secondo passo è più delicato ma altrettanto semplice. Prendete la soda caustica e versatela nella ciotola di plastica. Ricordatevi di prendere i guanti e la mascherina, perché il prodotto, come sapete, è abrasivo. Ricorda anche di eseguire questo processo con la soda caustica in uno spazio aperto (balcone, terrazza, giardino …) in modo da evitare di inalare i suoi fumi.

sapone al rosmarino fai da te

Aggiungete la soda caustica all’infusione di rosmarino. Fatelo molto lentamente per evitare schizzi. Noterete che la miscelazione di questi due componenti farà uscire dei vapori. Poi lasciate raffreddare il tutto per circa 15 minuti. La miscela deve essere raffreddata in modo tale che, a poco a poco, sia possibile aggiungere altri ingredienti.

Dopo 15 minuti è il momento di aggiungere l’olio d’oliva, che deve essere caldo. Aggiungetelo molto lentamente, mantenendo le dovute precauzioni e lasciate raffreddare di nuovo. In seguito, aggiungete l’olio essenziale di tea tree. Ricorda che il composto dovrebbe essere freddo affinchè gli oli essenziali mantengano le loro proprietà.

Poi, per velocizzare il lavoro e omogeneizzare la miscela, usate il mixer a bassa velocità. Mettetela al centro della ciotola senza fare nient’altro, con calma e con attenzione. Quando vedrete l’insieme di ingredienti diventare denso come la maionese, aggiungete il rosmarino secco residuo (che darà un effetto esfoliante).

Siamo quasi alla fine, dovete soltanto versare il composto negli stampi. Un trucco della Nonna: aggiungete prima un paio di altri rametti di rosmarino, così sarà più facile rimuovere il sapone. Per evitare che rimangano le bolle, dopo aver riempito gli stampi, dategli un colpetto per rimuovere l’aria.

Il passo successivo? Avere pazienza. Lasciate passare sei settimane prima di usare il sapone al rosmarino. Quando è pronto, usatelo nel vostro rituale di bellezza quotidiano. Questo sapone è anche molto adatto in caso di ferite infette, articolazioni infiammate o anche per prevenire l’invecchiamento precoce della pelle.

Attenzione

Non dovreste usare il sapone al rosmarino per lavare le zone intime.

Miele al rosmarino

Il miele al rosmarino viene prodotto in maniera naturale dalle api quando fecondano principalmente i fiori di questa pianta. Quando questo miele è grezzo e non trasformato, è l’ideale da consumare; è caratterizzato da una trama fitta e da un colore molto chiaro.

Questo miele combina le proprietà medicinali di questi due alimenti, quindi è un rimedio molto efficace per:

  • Eliminare il muco.
  • Facilitare la digestione.
  • Rivitalizzare il corpo.
  • Calmare i dolori reumatici.
  • Regolare il sistema nervoso.
  • Combattere le malattie respiratorie.
  • Alzare le difese.
  • Svuotare la mente.

Come pulire la pelle con mandorle e acqua di rosmarino

Pulire la pelle ogni giorno è importante, ma lo è anche idratarla con una corretta lozione. La pulizia della pelle del viso aiuta a rimuovere tracce di sporco, trucco e cellule morte residue, donando luminosità e colore. Adesso la Nonna vi spiegherà come pulire la pelle in modo naturale con un antico rimedio a base di mandorle e acqua di rosmarino.

Per capire il motivo per cui la mandorla è così benefica per la pelle dobbiamo tenere presente la popolarità che ha il suo olio, che si distingue come uno degli idratanti più nutrienti ed economici al mondo. Ci sono molti altri oli che stanno diventando di moda, in generale a prezzi sensibilmente più elevati. Tuttavia, la mandorla è un rimedio che rimane sempre attuale, nonostante il passare degli anni. La sua virtù principale è la sua capacità emolliente, vale a dire che idrata e ammorbidisce la pelle. Inoltre, le mandorle si distinguono per le loro proprietà lenitive che curano la pelle irritata, con eczema o con qualsiasi malattia legata a stress. Useremo mandorle crude, così conterranno i nutrienti e al contempo permetteranno anche di fare un peeling delicato per pulire la pelle in profondità.

Avrete poi senz’altro sentito parlare alcune donne anziane di un rimedio della Nonna a base di acqua di rosmarino per mantenere la pelle bella e in forma. Sia per la sua semplicità che per la sua efficacia, l’acqua di rosmarino non dovrebbe mai mancare in casa. Il rosmarino è ricco di minerali (magnesio, zinco, ferro), acidi grassi essenziali e vitamine del gruppo B e C, antiossidanti che donano fermezza e morbidezza alla pelle.

Grazie alle sue proprietà circolatorie, questa incredibile erba aumenta la naturale idratazione della pelle. Il risultato è una pelle brillante e nutrita, ma che non abbaglia. E’ anche un potente rigeneratore anti-invecchiamento, grazie ad acidi grassi e alla vitamina C, mentre nel frattempo pulisce il viso in profondità e minimizza i segni dell’acne.

come pulire la pelle con le mandorle

Si può usare l’acqua di rosmarino per la pulizia del viso ma anche come tonico, preparandola come un infuso concentrato, o comprando l’olio essenziale, che va sempre diluito. Viste le proprietà degli ingredienti che andremo a utilizzare, ecco la ricetta della Nonna per pulire la pelle a base di mandorle e acqua di rosmarino.

Ingredienti

  • 50 grammi di mandorle
  • 5 cucchiai di foglie di rosmarino, fresche o secche (50 g)
  • 200 ml di acqua

Preparazione: In primo luogo occorre preparare l’acqua di rosmarino. Fate bollire l’acqua e aggiungete le foglie di rosmarino. Lasciate cuocere per un minuto se sono secche, o per 5 minuti se sono fresche. Spegnete il fuoco, tappate e lasciate riposare per 15 minuti. Colate l’infusione, e aggiungete a poco a poco le mandorle tritate. L’obiettivo è quello di ottenere una pasta cremosa piuttosto solida e non gocciolante. Questa preparazione si può conservare in frigorifero per un massimo di dieci giorni.

Come si usa: Come detto, questa pasta di mandorle e rosmarino ha una struttura che possiamo applicare molto facilmente, come un esfoliante molto delicato e idratante: Umidificate il viso con acqua tiepida e prendete un po’ di pasta, mescolatela con poca acqua se volete renderla più liquida. Applicate su tutto il viso e massaggiate bene con la punta delle dita, in particolare fronte, naso e mento, per un minuto. Risciacquate con acqua e asciugate bene. Se volete, potete poi applicare un tonico e una crema idratante adatta al vostro tipo di pelle. Il tonico può essere anche semplicemente acqua e rosmarino, senza altri ingredienti. Potete pulire la pelle con questo prodotto fatto in casa prima di dormire. Se avete la pelle grassa o acne, potete applicarlo la mattina quando vi svegliate.

Questo scrub non serve soltanto per la pelle del viso, ma si può usare in qualsiasi parte del corpo che vogliamo pulire, idratare e lenire, come le aree con brufoli, eczema, psoriasi o con pelle secca.

Summary
Tutti i segreti della Nonna a base di rosmarino
Article Name
Tutti i segreti della Nonna a base di rosmarino
Description
Tutti i segreti della Nonna a base di rosmarino: sapone fai da te, crema corpo e altri trucchi
Author
Publisher Name
Rimedi della Nonna
Publisher Logo
Loading...
Ancora nessun commento... sii il primo

Lascia un messaggio

Your email address will not be published.

Informazioni aziendali
Idea e realizzazione:


P.IVA 06567400483

Copyright © 2017
Tutti i diritti riservati
Responsabilità
L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati.
In caso di controversie vi preghiamo di contattarci ed entro 24 ore eventuali contenuti non autorizzati saranno rimossi.
Disclaimer
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.

Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.