Cucinare senza uova si può: gli ingredienti segreti della Nonna

1 stella - pessimo2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle - ottimo! (Ancora nessun voto.. sii tu il primo!)
Loading...

 

Potreste aver finito le uova, o forse avete deciso di eliminarle completamente dalla vostra dieta. Qualunque sia la ragione, non c’è bisogno di rinunciare alla vostra ricetta preferita (o interromperla nel bel mezzo di essa): ci sono infatti diversi ingredienti alternativi utilizzabili al posto delle uova.

Cucinare senza uova sta diventando una pratica sempre più comune; ormai tutti i piatti, anche i più tradizionali vengono rivisitati in una versione adatta a chi non gradisce e non può ingerire determinate sostanze; questa ricetta del tiramisù senza uova presente sul sito della Galbani ne è un esempio. Intolleranze, allergie o tendenze alimentari portano sempre più spesso all’eliminazione di questo ingrediente dalla dieta. Per sostituirlo, ecco alcuni trucchi della Nonna che vi permetteranno di non sentirne la mancanza.

Purea di mela

Potete utilizzate 50 grammi di purea di mela non zuccherata per cucinare senza uova nella maggior parte delle ricette. Per avere risultati migliori se la usate per prodotti da forno, aggiungete anche mezzo cucchiaino di lievito in polvere. Se avete a disposizione soltanto purea di mele zuccherata, potrete semplicemente ridurre la quantità di zucchero da usare nella ricetta.

Banana

Utilizzate mezza banana schiacciata al posto di un uovo durante la cottura. Attenzione al fatto che ciò potrebbe conferire un lieve sapore di banana a tutto quello che cucinate, cosa che tuttavia potrebbe anche essere buona.

Semi di lino

Che ci crediate o no, i semi di lino possono essere usati come sostituti delle uova! Basta mescolare 1 cucchiaio di semi di lino con 3 cucchiai di acqua fino a completo assorbimento. Utilizzate quindi questo composto al posto di un uovo. (Potete usare semi di lino già macinati o macinarli voi stessi usando un macinacaffè).

Olio vegetale

Tipicamente 50 ml di olio vegetale può essere un ottimo sostituito per un uovo. Ma attenzione: se la ricetta che state provando a fare prevede più di un uovo, potrebbe essere meglio scegliere un altro metodo, in quanto l’olio vegetale potrebbe rendere la ricetta troppo grassa o unta.

Acqua, olio e lievito

Sbattete insieme 2 cucchiai di acqua, un cucchiaino di olio di mais o olio vegetale e 2 cucchiaini di lievito in polvere. Utilizzate questo composto come alternativa ad un uovo. Quando si usa per cucinare biscotti e altri prodotti da forno, funziona così bene che nessuno lo scoprirà mai.

Aquafaba

La nuova sostituzione di gran moda è l’aquafaba, il succo dei fagioli e dei ceci, in sostanza il liquido viscoso dei legumi in scatola. Potrebbe non funzionare per tutto, ma se la vostra ricetta richiede albumi, montate un po’ di aquafaba (circa 3 cucchiai per ogni uovo che volete sostituire). Per ottenere risultati migliori, utilizzate una varietà non salata.

Dopo aver utilizzato con successo queste sostituzioni sarà il momento di cucinare senza uova per fare torte, biscotti oltre ad impiegarle per emergenza quando il vostro frigo è vuoto. Sono tutte alternative vegan e, con l’eccezione dell’olio vegetale, fanno meglio al cuore rispetto all’uso delle uova. Utilizzare banana, purea di mela o di altra frutta nelle vostre ricette è una tattica meravigliosa per aumentarne il sapore e renderle incredibilmente soffici. Provare per credere!

Grazie per l’attenzione, ci risentiamo al prossimo rimedio della Nonna, continuate a seguirci!

Loading...
Nessun commento...sii tu il primo

Rispondi

Il tuo indirizzo email non viene pubblicato.

Informazioni aziendali
Idea e realizzazione:


P.IVA 06567400483

Copyright © 2017
Tutti i diritti riservati
Responsabilità
L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati.
In caso di controversie vi preghiamo di contattarci ed entro 24 ore eventuali contenuti non autorizzati saranno rimossi.
Disclaimer
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.

Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.