Rimedi naturali per sconfiggere l’orticaria

1 stella - pessimo2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle - ottimo! (Ancora nessun voto.. sii tu il primo!)
Loading...

 

L’orticaria è un prurito che sembra generarsi in modo casuale e può apparire ovunque sulla pelle con brutte bolle rosse. È causata dalla produzione di elevati livelli di istamina, spesso in risposta ad un allergene, ad un’infezione o a un farmaco. La maggior parte dei casi di orticaria si risolve da sola nel giro di pochi giorni (anche se per alcuni ci vogliono anche fino a due mesi). In presenza di orticaria, è importante consentire a un medico di guardare la vostra eruzione cutanea per capire che cosa potrebbe averla innescata. Tuttavia, una volta preso atto del problema, potrete provare alcuni dei seguenti rimedi della Nonna per trovare un po’ di sollievo.

Lozione alla calamina

Una lozione alla calamina può essere tamponata sull’orticaria al fine di compattare i vasi sanguigni e ridurre la quantità di istamina che raggiunge l’area interessata. Se lo preferite, potete anche provare a utilizzare il latte di magnesia (che è tradizionalmente suggerito come trattamento per la difficoltà digestive). La sua natura alcalina lo rende molto rilassante, diminuendo la sensazione di prurito e bruciore sulla pelle.

Olio di pesce

Ci sono molti motivi per assumere circa 1000 milligrammi di olio di pesce più volte al giorno, in quanto rifornisce il corpo con acidi grassi che abbassano l’infiammazione su tutto il corpo (potenzialmente serve a tutto, dall’artrite ai problemi intestinali cronici). Gli attacchi di orticaria possono anche essere arginati aumentando il consumo di pesce grasso (ad esempio salmone e tonno).

Impacchi freddi

Un impacco freddo può alleviare il prurito causato dall’orticaria, e anche lenire l’eruzione cutanea. È possibile immergere una pezza morbida e pulita di stoffa in acqua fredda, strizzarla e tenerla a contrasto della zona irritata per 10-15 minuti. A questo punto, è necessario immergerla di nuovo perchè si sarà riscaldata. Attenzione: alcune persone (poche, a dire la verità) hanno un peggioramento dell’orticaria con temperature molto fredde.

Tè all’ortica

L’ortica è una classica alternativa naturale ai farmaci antistaminici, quindi è ovvio che il tè all’ortica sia in grado di aiutare a ridurre il prurito e il gonfiore causato dall’orticaria. Tutto ciò che serve è un cucchiaino di ortiche essiccate per fare il tè in una tazza di acqua calda. Lasciate macerare per qualche minuto, filtrate e bevetene a volontà. Potete attendere che il tè si raffreddi e poi applicarlo direttamente sulle eruzioni cutanee.

Bagno di farina d’avena

La farina d’avena è notoriamente rilassante, dunque si può usare per fare un bagno rilassante che calma l’orticaria. Basta ridurre un po’ di avena in polvere, e versarla in una vasca da bagno (che si trasformerà in acqua cremosa). E’ possibile stare a bagno per tutto il tempo che vi pare, ma la temperatura dell’acqua dev’essere tiepida: troppo calda o troppo fredda potrebbe peggiorare le cose. Consiglio della Nonna: aggiungete anche mezzo litro di latte all’acqua, renderà il tutto più delicato e gradevole.

Alla pagina seguente ci sono altri 5 rimedi per l’orticaria!

Loading...
Nessun commento...sii tu il primo

Rispondi

Il tuo indirizzo email non viene pubblicato.

Informazioni aziendali
Idea e realizzazione:


P.IVA 06567400483

Copyright © 2017
Tutti i diritti riservati
Responsabilità
L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati.
In caso di controversie vi preghiamo di contattarci ed entro 24 ore eventuali contenuti non autorizzati saranno rimossi.
Disclaimer
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.

Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.