Rimedi naturali per combattere la ritenzione idrica

1 stella - pessimo2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle - ottimo! (10 voto/i, media: 3,90 su 5)
Loading...

 

La ritenzione idrica, ossia l’eccessivo accumulo di fluidi nel corpo, può verificarsi per decine di ragioni: un apporto di sodio morbosamente alto, un disturbo circolatorio, problemi cardiovascolari o semplicemente normali fluttuazioni ormonali associate al ciclo mestruale, o molto altro ancora. La ritenzione di liquidi può causare spiacevoli e sgradevoli gonfiori. I piedi, le gambe, lo stomaco e le mani sono le parti del corpo più comunemente colpite, ma è possibile trattenere i liquidi un po ‘ovunque.

Si dovrebbe sempre conoscere la causa della ritenzione idrica e farsi controllare dal medico. Tuttavia, a condizione che il medico sia d’accordo, potreste anche voler provare alcuni dei più potenti rimedi naturali per la ritenzione idrica, ecco quali sono i migliori secondo l’esperienza della Nonna.

Aglio

Aumentare il consumo di aglio aiuta il corpo a liberarsi dei liquidi in eccesso. Potreste iniziare aggiungendolo ai vostri pasti (migliora il sapore di minestre, patate e piatti di pasta), o potete anche impegnarvi a masticarne 2-3 spicchi crudo ogni mattina. Tuttavia, potreste voler riconsiderare il secondo approccio se lavorate al pubblico!

Aromaterapia

Alcuni trattamenti di aromaterapia stimolano il sistema linfatico e migliorano la ritenzione idrica. Fatevi un bagno caldo aggiungendo 15-20 gocce (ciascuno) di oli essenziali di cipresso, ginepro e geranio. Mettetevi a bagno per almeno dieci minuti, e ripetete il processo tre volte alla settimana.

Massaggi

Un massaggio delicato ma efficace incoraggia la rimozione dei liquidi in eccesso dal vostro corpo. Ad esempio, se le gambe sono gonfie, esercitate una leggera pressione con i pollici, e muovete le mani verso l’alto. Potete anche provare a strizzare la parte del corpo colpita per alcuni secondi alla volta, prima di rilasciare la presa e ripetere la stretta.

Yogurt

Se la ritenzione idrica tende ad essere intorno all’addome, il motivo potrebbe essere perché state mangiando tanti cibi elaborati. È possibile contrastare gli effetti di un pasto abbondante consumando una porzione di yogurt probiotico nella stessa giornata. Lo yogurt probiotico rifornisce il vostro corpo di “batteri buoni” che aiutano il processo di digestione e aiutano a contrastare il gonfiore allo stomaco e la ritenzione idrica.

Dente di leone

Studi mostrano che il dente di leone ha un’influenza diuretica sul corpo, aiutandolo il corpo a liberarsi dell’acqua in eccesso. Si dice che questo beneficio derivi dal suo alto contenuto di potassio, il quale abbassa i livelli di sodio. Potete assumere integratori di dente di leone o utilizzarlo secco per fare un tè. Basta aggiungere un cucchiaino di acqua calda, lasciare in infusione per 10 minuti, poi filtrare. Potete bere una o due volte al giorno, e può essere particolarmente utile nei casi di ritenzione idrica premestruale (dato che è anche un’ottima fonte di magnesio, aiuta anche contro il gonfiore ormonale). Tuttavia, controllate sempre con il vostro medico prima di utilizzare i rimedi naturali a base di dente di leone, in quanto potrebbe interagire con alcuni farmaci comuni.

L’articolo continua alla pagina seguente!

Summary
Rimedi naturali per combattere la ritenzione idrica
Article Name
Rimedi naturali per combattere la ritenzione idrica
Description
Rimedi naturali per combattere la ritenzione idrica: i consigli della Nonna
Author
Publisher Name
Rimedi della Nonna
Publisher Logo
Loading...
Nessun commento...sii tu il primo

Rispondi

Il tuo indirizzo email non viene pubblicato.

Informazioni aziendali
Idea e realizzazione:


P.IVA 06567400483

Copyright © 2017
Tutti i diritti riservati
Responsabilità
L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati.
In caso di controversie vi preghiamo di contattarci ed entro 24 ore eventuali contenuti non autorizzati saranno rimossi.
Disclaimer
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.

Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.