10 sintomi dell’intolleranza al glutine che nessuno conosce

1 stella - pessimo2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle - ottimo! (20 voto/i, media: 4,15 su 5)
Loading...

 

Il glutine è una proteina presente in grano, segale e orzo. Se una persona è intollerante al glutine, possono nascere diversi sintomi che migliorano quando il glutine viene eliminato dalla dieta. L’intolleranza al glutine è a volte confusa con celiachia, e i termini sono spesso usati come sinonimi: l’intolleranza al glutine è descritta come una reazione allergica al glutine nel tratto digestivo, mentre la celiachia è una malattia autoimmune, in cui il glutine porta a infiammazione intestinale e danni a lungo termine all’intestino tenue. Poichè il glutine è l’innesco comune, i sintomi della sensibilità al glutine e della celiachia sono molto simili.

Le persone intolleranti al glutine soffrono di svariati sintomi dopo averlo ingerito. I sintomi possono comparire subito dopo mangiato e andare via in tempi relativamente brevi. A volte invece possono perdurare per diversi giorni e diventare persino cronici. Poiché non esiste attualmente alcun test per l’intolleranza al glutine, l’unico modo per essere diagnosticata è escluderla come causa dei sintomi. Ecco alcuni sintomi dell’intolleranza al glutine.

Mal di testa ricorrenti o emicrania

Un mal di testa che compare regolarmente dopo un paio d’ore dall’assunzione di alimenti che contengono glutine potrebbe essere un sintomo di intolleranza al glutine. In aggiunta, altri cibi diffusi che possono far scattare il mal di testa sono zucchero, cioccolato, caffeina, alcol, formaggi, salumi e dolcificanti artificiali.

Leggi anche: Rimedi della nonna contro il mal di testa

Problemi gastrointestinali

Le persone sensibili al glutine spesso soffrono di problemi gastrointestinali dopo aver consumato glutine in qualsiasi forma. Essi possono includere gas, gonfiore, bruciore di stomaco, crampi addominali, diarrea o stitichezza. In caso di problemi gastrointestinali dopo aver mangiato tutto ciò che contiene glutine, consultate il medico.

Stanchezza cronica o estrema

La stanchezza che sovviene dopo aver mangiato può essere un sintomo di intolleranza al glutine. Nelle persone che soffrono di questo problema, il glutine può impedire il corretto assorbimento dei nutrienti. Inoltre le persone che non sono consapevoli della loro condizione continuano a mangiare glutine, e questo provoca irritazione al rivestimento intestinale che a sua volta impedisce il corretto assorbimento dei nutrienti. A causa della mancanza di un adeguato assorbimento, i diversi organi del corpo sono privati ​​del nutrimento di cui hanno bisogno. Inoltre, anche mangiare troppi carboidrati semplici in una sola volta può rendere stanchi e letargici, così come i cambiamenti ormonali nel corpo a causa della sensibilità al glutine.

Problemi emotivi

Coloro che sono sensibili al glutine spesso soffrono di ansia e depressione, sensazione di disperazione, mancanza di interesse, scarsità di energie, attacchi di panico, alterazioni dell’appetito, senso di perdita di controllo, alterazioni del sonno, rabbia e altro ancora. La sensibilità al glutine induce il sistema immunitario ad attaccare i suoi tessuti, determinando in tal modo l’infiammazione del sistema nervoso. Infatti, il glutine interferisce anche con l’assorbimento del triptofano, responsabile della sensazione di rilassamento.

Problemi alla pelle

Gli intolleranti al glutine possono soffrire di vari problemi di pelle, tra cui eczemi, acne, psoriasi e dermatite. Il glutine causa infatti infiammazione sotto lo strato superiore della pelle, e ciò può causare eruzioni cutanee, prurito, bruciore, arrossamento e anche dolorose vesciche. Inoltre, il glutine ha un impatto dannoso sull’intestino e può portare a carenza di vitamina A nel corpo, essenziale per la salute della pelle e dei capelli.

Fibromialgia, dolori muscolari e dolore

La fibromialgia provoca gravi dolori al tessuto muscolare e alle articolazioni, che possono influenzare giorno per giorno le vostre attività. Altri sintomi della fibromialgia includono disturbi del sonno, stanchezza, intorpidimento o formicolio e rigidità delle articolazioni. Il glutine può essere parzialmente colpevole, in quanto può causare infiammazione nel corpo, portando dolore. Chi soffre di intolleranza al glutine soffre spesso di dolori articolari e muscolari, e formicolio o intorpidimento di mani e piedi. Se avete questi sintomi, provate a eliminare il glutine per vedere se la vostra condizione migliora.

Problemi dentali

Se soffrite di problemi dentali come scolorimento (marrone, bianco o macchie gialle) sui denti, grandi pozzi verticali, strisce o smalto traslucido, può essere un sintomo di intolleranza al glutine. Quando le persone sensibili al glutine lo ingeriscono, si verifica nel corpo una reazione immunitaria contro una delle proteine ​​principali responsabili della produzione di smalto. Questo a sua volta porta ad una varietà di problemi orali. Come se non bastasse, l’intolleranza al glutine porta a carenze nutrizionali nel corpo, che impediscono la formazione e la crescita di smalto sano.

Annebbiamento della mente

Una mente “nebbiosa” è un altro sintomo associato all’intolleranza al glutine. La ‘nebbia del cervello’ può causare problemi nel rimanere concentrati e prestare attenzione, così come vuoti di memoria a breve termine. Carenze di ferro, vitamina D e acido folico nel corpo a causa dell’intolleranza al glutine causano deterioramento cognitivo, che porta al cervello annebbiato. Inoltre, l’infiammazione sistemica conduce ad alti livelli di citochine circolanti, e ciò provoca cambiamenti di umore e di comportamento.

Malattie autoimmuni

Se vi sono state diagnosticate malattie autoimmuni, vi è un’alta probabilità che il vostro corpo sia sensibile al glutine. In una malattia autoimmune, il sistema immunitario attacca le cellule sane nel corpo. Ci sono oltre 80 tipi di malattie autoimmuni, tra cui l’artrite reumatoide, la vitiligine, la sclerosi multipla, il morbo di Crohn, la colite ulcerosa, la dermatite erpetiforme e il diabete di tipo 1. Con una dieta priva di glutine, la qualità della vita migliorerà ed eventualmente anche i sintomi delle malattie autoimmuni.

Infertilità o aborto spontaneo

Se non siete in grado di concepire o avete affrontato diversi aborti, può essere un segno di intolleranza al glutine. Quando una persona intollerante al glutine lo assume, nasce un’infiammazione, che a sua volta rende difficile il concepimento. Inoltre, il glutine è un disgregatore degli ormoni, che può contribuire a problemi nel concepimento sia per gli uomini che per le donne. Prima di iniziare i trattamenti di fertilità, parlate con il medico sulla possibilità di una vostra intolleranza al glutine ed eliminandolo dalla dieta.

Consigli per una dieta priva di glutine

Se avete sintomi quando mangiate alimenti che contengono glutine, la vostra migliore difesa è quella di adottare una dieta priva di glutine. Ecco alcuni suggerimenti.

  • Evitate grano, cous cous, grano saraceno, farina, semola, orzo, e segale. Sostituiteli con riso, mais e miglio.
  • Evitate pane e prodotti da forno, la maggior parte dei quali contengono grano.
  • Evitate la maggior parte dei cereali in quanto contengono un po’di grano. Tuttavia, potete provare fiocchi d’avena, cornflakes, muesli e rice krispies.
  • Evitate farina e pasta tranne dove specificato essere prive di frumento o grano saraceno.
  • Controllate sempre le etichette degli ingredienti prima di acquistare qualsiasi cosa.
  • E ‘meglio preparare il cibo a casa invece di mangiare fuori, è possibile controllare gli ingredienti.
  • Molti farmaci contengono frumento, controllate con il vostro medico quelli che utilizzate.

Grazie per l’attenzione, ci risentiamo al prossimo rimedio della Nonna, continuate a seguirci!

Summary
10 sintomi dell'intolleranza al glutine che nessuno conosce
Article Name
10 sintomi dell'intolleranza al glutine che nessuno conosce
Description
10 sintomi dell'intolleranza al glutine che nessuno conosce
Author
Publisher Name
Rimedi della Nonna
Publisher Logo
Loading...
Un commento
  1. Bisognerebbe che si informasse un po’ meglio su quali sono i cereali che contengono glutine. Il grano saraceno 8nonostante il nome) è una graminacea e ne è del tutto privo. Si tratta, infatti, di un “falso cereale” perfettamente edibile (= mangiabile) da chiunque abbia qualunque tipo di problema con il glutine, esattamente come il miglio, l’amaranto, il sorgo, la quinoa e, ovviamente, il friso. farei attenzione anche con il muesli la cui base è fatta quasi sempre da fiocchi d’avena e l’avena, per quanto sia un cereale su cui ancora si discute, non è ancora accettato uniformemente come cereale senza glutine.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non viene pubblicato.

Informazioni aziendali
Idea e realizzazione:


P.IVA 06567400483

Copyright © 2017
Tutti i diritti riservati
Responsabilità
L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati.
In caso di controversie vi preghiamo di contattarci ed entro 24 ore eventuali contenuti non autorizzati saranno rimossi.
Disclaimer
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.

Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.