Balsamo per capelli fai da te alla banana

1 stella - pessimo2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle - ottimo! (Ancora nessun voto.. sii tu il primo!)
Loading...

Banane, latte di cocco e miele potrebbero sembrare perlopiù ingredienti per un frullato tropicale, ma la combinazione è in realtà un efficace balsamo per capelli. Con questi ingredienti è facile fare un balsamo fai da te che nutre i capelli e li lascia morbidi, lisci e lucidi. Le banane sono ricche di potassio, ottimo per rinforzare i capelli e ridurre al minimo la rottura ripristinandone l’elasticità naturale, e facilita anche la riparazione dei capelli danneggiati. Le banane inoltre idratano i capelli in quanto contengono oli naturali e circa il 75% di acqua.

Capelli idratati e forti sono meno inclini a doppie punte e grovigli. Inoltre, il frutto è ricco di vitamine A, B6, C ed E, così come zinco e ferro. Con le banane come base, questo balsamo per capelli fatto in casa comprende anche:

  • Latte di cocco: è ricco di antiossidanti e grassi. Liscia i capelli, ne aumenta il volume e li fortifica con proteine e oli.
  • Olio di cocco: contiene vitamina E e acidi grassi sani che idratano i capelli, ne favoriscono la crescita aggiungendo lucentezza e riducendo la perdita di cheratina. L’acido laurico contenuto nell’olio di cocco conferisce proprietà antibatteriche e antifungine che impediscono il manifestarsi della forfora.
  • Miele: un umettante naturale, aiuta a idratare i capelli e a bloccare l’umidità. E’ ricco di vitamine B, zinco, ferro, e zolfo, che promuovono la crescita dei capelli sani.

Come fare un balsamo per capelli fatto in casa alla banana

Ingredienti

  • Una banana
  • Latte di cocco
  • Olio di cocco
  • Miele
  • Un frullatore
  • Una ciotola
  • Un cucchiaio

Procedimento

Tagliate una banana a pezzi e mettetela in una ciotola, aggiungete due cucchiai di latte di cocco e un cucchiaio di olio di cocco. Potreste voler aggiungere un altro cucchiaio di olio se siete inclini capelli crespi e secchi. Mescolate due cucchiai di miele e mettete il tutto in un frullatore, frullando per 45-60 secondi, fino ad ottenere un composto liscio e senza pezzi di banana. Ora avete il vostro balsamo per capelli fai da te alla banana!

Come utilizzarlo

Per utilizzare il balsamo fai da te alla banana vi basterà inumidire i capelli, massaggiare il composto sui capelli e coprirli con una cuffia da doccia. Lasciate quindi agire per almeno 30 minuti, poi risciacquate e fate uno shampoo. E’ possibile utilizzare questo balsamo una volta alla settimana.

Suggerimenti

E’ possibile utilizzare banane stramature per preparare questo balsamo per capelli. Perché lasciare che quelle banane marroni e morbide vadano sprecate quando si possono riutilizzare!

Assicuratevi che la banana sia completamente in purea, altrimenti i pezzi di banana potrebbero rimanere bloccati nei capelli e potrebbero rivelarsi difficili da lavare.

Se utilizzate l’olio di cocco solido, aggiungete un po’ di acqua calda alla miscela. Se l’odore della miscela non è di vostro gradimento, aggiungete qualche goccia di olio di lavanda, olio di menta piperita, olio di rosmarino (a parte mascherare l’odore, facilita anche la crescita dei capelli!), o anche della buona acqua di rose.

Leggi anche: Banane: proprietà curative e ricette

Leggi anche: Rimedi naturali a base di miele

Grazie per l’attenzione, ci risentiamo al prossimo rimedio della Nonna, continuate a seguirci!

Loading...
Ancora nessun commento... sii il primo

Lascia un messaggio

Your email address will not be published.

Informazioni aziendali
Idea e realizzazione:


P.IVA 06567400483

Copyright © 2017
Tutti i diritti riservati
Responsabilità
L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati.
In caso di controversie vi preghiamo di contattarci ed entro 24 ore eventuali contenuti non autorizzati saranno rimossi.
Disclaimer
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.

Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.