Come sopravvivere al trasloco fai da te con i consigli della Nonna

1 stella - pessimo2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle - ottimo! (Ancora nessun voto.. sii tu il primo!)
Loading...

 

Il pensiero del trasloco fai da te è sufficiente per mettere paura anche nei cuori delle anime più coraggiose. Cambiare casa in modo economico (senza l’aiuto di una squadra professionale, un mare di scatole e una piccola flotta di furgoni) semplicemente è difficile: il trasloco coinvolge ancora amici e parenti (frustrati perchè gli farete fare una gran fatica) e mangiare pane e pomodori a pranzo perché abbiamo confezionato il resto del cibo. Ma con qualche semplice consiglio della Nonna, un po’ di preparazione e tanta pazienza si può superare. Ecco alcuni trucchi per un perfetto trasloco fai da te.

Buttate via le cose inutili

Nel corso degli anni si accumula un mare di roba in casa. Sentimentalismo o abitudine, si tende a tenere tutto senza uno sguardo critico a ciò che serve o non serve, o a ciò che non è più adatto al nostro stile di vita o non soddisfa il nostro gusto. Il trasloco è un momento perfetto per una seria revisione degli oggetti di casa. Date un’occhiata a tutto: che cosa può essere dato in beneficenza? Che cosa può essere venduto su eBay? Che cosa dovrebbe essere buttato via? Quanto più si riduce il carico prima dello spostamento, tanto meno servirà organizzazione, imballaggio, e scarico in seguito. Guadagnare qualche euro vendendo gli ultimi oggetti indesiderati potrebbe anche contribuire ad alleviare la spesa del trasloco.

Preparazione e organizzazione

Una volta giunta l’ora del trasloco fai da te, è il momento di organizzarsi. Tenete un calendario di ciò che deve essere fatto giorno per giorno per cambiare casa con la sanità mentale relativamente intatta. Nei giorni feriali organizzatevi con la logistica – chiamate le nuove aziende per i servizi pubblici, gestite il cambiamento di indirizzo o chiedete preventivi sugli affitti di furgoni, mentre la sera e il week-end sono riservati per la raccolta di scatole, pulizia e imballaggio. Due o tre attività al giorno aiutano a mantenere il trasloco gestibile senza mettere il resto della vita in attesa.

Scatole, scatole e scatole

Mai sottovalutare il numero di scatole di cui avrete bisogno durante un trasloco, è sempre meglio averne troppe che troppo poche. Se non volete comprare le scatole di cartone, girate per negozi di alimentari e magazzini nelle settimane precedenti il trasloco. La maggior parte di essi sarà lieto di regalarvi le scatole: farà loro risparmiare la spesa per lo smaltimento. Tenete a mente che i negozi di alimentari più grandi riforniscono gli scaffali durante le ore di chiusura, quindi la sera tardi è la soluzione migliore per la ricerca di scatole che aspettano solo di essere riciclate. Mentre siete alla ricerca, tenete d’occhio anche i rivestimenti protettivi a bolle e la carta di giornale, potrebbero essere d’aiuto per impacchettare i vostri preziosi oggetti.

Etichette

L’etichettatura facile da leggere e precisa delle scatole può fare la differenza, se avete bisogno di disfare le scatole con calma o dividere il trasloco tra un garage e una nuova casa. Usate carta bianca e pennarelli neri per etichettare chiaramente (in due o tre parole) cosa c’è in ogni scatola. Ricordate, le etichette vanno sempre sui lati delle scatole, altrimenti rischiereste di coprirle quando le scatole sono impilate.

Parlatene con amici e parenti

Parlare con amici e familiari del vostro trasloco fai da te settimane prima può aiutare a ottenere più “sì” e mantenere le cose semplici durante lo spostamento. La pianificazione e la rotazione del vostro team di aiutanti può contribuire ad evitare frustrazione e stanchezza. Un buon caffè, spuntini e pause frequenti terranno tutti motivati e mostreranno che avete alta considerazione di chi vi sta dando una mano.

Noleggiare saggiamente

Per un trasloco di dimensioni significative, è probabilmente necessario un furgone o un camion. Sono generalmente disponibili noleggiatori locali e nazionali, ma tenete a mente che gli oneri supplementari potrebbero essere in agguato quando vengono pubblicizzati prezzi troppo bassi per essere veri. Le tariffe giornaliere includono raramente chilometraggio o extra. Ricordatevi anche di fare rifornimento prima di riportare il furgone alla compagnia di noleggio, o vi faranno pagare per il pieno ad un costo spropositato.

Usate i garage ma con criterio

Gli ultimi anni hanno visto un boom nel settore dell’archiviazione. La nostra società è in fase di transizione, finanziariamente in difficoltà, e sempre in movimento. Prima di affittare uno spazio o un garage, guardatevi intorno, fatevi fare un paio di preventivi e controllate ogni luogo con un occhio critico. Cercate danni causati dall’acqua, potrebbero significare che l’edificio non è ben isolato. Tenete d’occhio gli escrementi dei roditori, legno rosicchiato, o altri segni di un problema di infestazione. Cercate dei modi per violare la sicurezza all’interno del vostro spazio: le unità sono divise da solide mura, o semplicemente da una catena? Anche se probabilmente vi sarà dato un lucchetto, il meccanismo di chiusura è solido? La struttura è remota e scarsamente illuminata, o luminosa e ben monitorata?

Fate i bagagli

Il caos che crea un trasloco influisce su tutti gli aspetti della nostra vita. Un consiglio della Nonna affinchè la vita non vi sfugga di mano è di fare una valigia con dentro l’essenziale. Usatela giorno per giorno come fareste se si stesse viaggiando: di cosa avete bisogno tutti i giorni durante il trasloco che altrimenti potrebbe inavvertitamente essere impacchettato? Farmaci, vestiti extra, prodotti da bagno, elementi essenziali per il computer, fatture non pagate, libretti degli assegni, tutto ciò dovrebbe essere preso in considerazione. L’ultima cosa da fare è aprire un muro di scatole alle 6 del mattino per cercare il vostro badge per entrare a lavoro.

Ma anche il miglior trasloco fai da te non può tenere in conto ogni eventualità. Un trasloco è dirompente, caotico e stressante. Questi suggerimenti possono solo aiutare a prevenire alcuni dei problemi logistici e finanziari più comuni. Il caso pessimo: due scatole di carta accatastate per formare un grande tavolo, e pane e pomodori alla fine inizieranno a piacere come un panino al prosciutto. Buon trasloco!

Scopri maggiori informazioni sulle imprese specializzate in traslochi casa su traslochi365.it

Grazie per l’attenzione, ci risentiamo al prossimo rimedio della Nonna, continuate a seguirci!

Loading...
Nessun commento...sii tu il primo

Rispondi

Il tuo indirizzo email non viene pubblicato.

Informazioni aziendali
Idea e realizzazione:


P.IVA 06567400483

Copyright © 2017
Tutti i diritti riservati
Responsabilità
L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati.
In caso di controversie vi preghiamo di contattarci ed entro 24 ore eventuali contenuti non autorizzati saranno rimossi.
Disclaimer
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.

Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.