Rimedi naturali della Nonna per dolori articolari e periartrite

1 stella - pessimo2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle - ottimo! (10 voto/i, media: 4,10 su 5)
Loading...

I dolori articolari sono un disturbo non legato a una particolare stagione dell’anno e che è in grado di colpire indistintamente sia uomini che donne. Sono il più delle volte la conseguenza di una malattia autoimmune chiamata artrite che si manifesta con infiammazione e dolore a livello delle articolazioni.

I dolori articolari portano disagio, infiammazione e dolore. Si tratta di un problema molto comune e possono verificarsi in chiunque, indipendentemente dall’età e dal sesso. Questo tipo di dolore può essere acuto, cronico, lieve o grave, rendendo impossibile l’uso delle articolazioni. Artrite e gotta sono le due principali cause di dolore, ma può anche derivare da tensioni muscolari, ossa rotte o lussate, borsiti o fibromialgia.

Rimedi naturali contro i dolori

Alcuni rimedi naturali, oltre ad una dieta sana, possono essere d’aiuto per alleviare i dolori articolari in caso di artrite, scopriamoli insieme.

ragazza si tocca il ginocchio poichè soffre di dolori articolari

Artiglio del diavolo

Le sue proprietà sono note per i benefici apportati anche in caso di mal di schiena, artrosi e le sciatalgie. Si trova facilmente in erboristeria sotto forma di olio essenziale o come pomate e tinture utilizzabili direttamente sulla parte dolorante.

Arnica montana

Efficace nel trattamento di distorsioni, traumi e dolori muscolari, questa pianta è utilizzabile tramite impacco da realizzare con tintura madre in soluzione al 10-20% aggiungendo acqua e glicerina oppure acquistando il prodotto già pronto in erboristeria.

Impacco di camomilla, rosmarino e lavanda

Un impacco molto utile per trattare i dolori articolari è quello a base di oli essenziali di camomilla romana (4 gocce), rosmarino (5 gocce) e lavanda (5 gocce), il tutto diluito in circa un litro d’acqua calda. Basterà una volta mescolato il tutto prendere un panno e immergerlo nella soluzione, tenendola poggiata dove serve finché non si sarà freddata. Da utilizzare fredda in caso di infiammazione e lasciare agire per almeno 20 minuti.

Impacco di argilla verde

Questo utilissimo impacco contro i dolori articolari si realizza unendo a della polvere di argilla un quantitativo d’acqua sufficiente a renderla fangosa, ma non eccessivamente liquida. Una volta pronta va applicata con un panno caldo sulla parte dolorante e lasciata agire per un paio d’ore. In caso di infiammazione evitare il ricorso al panno caldo, come nel caso dell’impacco di oli essenziali, poiché potrebbe risultare controproducente.

Infuso di sambuco

L’infuso di sambuco può essere preparato lasciando in infusione 4 cucchiai dei suoi fiori in un litro d’acqua bollente per circa 15 minuti. Filtrare e bere la tisana, meglio se mattina e sera.

Zenzero

Lo zenzero è un antidolorifico naturale, in alcuni casi addirittura migliore dei medicinali comuni, come l’ibuprofene e il cortisone. L’estratto di zenzero non provoca effetti collaterali e può agire in modo positivo per alleviare dolore e infiammazione.

Olio extravergine

L’olio extravergine contiene sostanze utili ad inibire gli enzimi responsabili dell’infiammazione, proprio come farebbero gli appositi farmaci. Per questo motivo viene consigliato di massaggiare le articolazioni con semplice olio extravergine d’oliva, meglio se spremuto a freddo. Massaggiate le articolazioni con 2 o 3 cucchiai d’olio extravergine due volte al giorno. Non dimenticate di utilizzarlo a crudo come condimento.

Menta e eucalipto

Gli oli essenziali di menta e di eucalipto presentano proprietà analgesiche e antidolorifiche. La sensazione di freschezza creata dalla loro combinazione può dare sollievo in breve tempo ed aiutare ad attenuare i dolori. Mischiate:

  • 5-10 gocce di olio essenziale di menta piperita
  • 5-10 gocce di olio essenziale di eucalipto
  • 1-2 cucchiai di olio extravergine

Versate gli oli essenziali in una bottiglietta di vetro e diluiteli con olio extravergine o con un altro olio vegetale a vostra disposizione. Conservate il preparato lontano dalla luce e massaggiatelo sulle giunture quando sentite dolore.

usate i rimedi della nonna e i dolori articolari andranno via

Dolori articolari? Non mangiate questi cibi

Qualunque sia la causa, i dolori articolari possono essere gestiti con farmaci, esercizio fisico o medicine alternative. Anche la dieta gioca un ruolo chiave: ci sono molti alimenti anti-infiammatori come lo zenzero, la curcuma e l’aglio che possono aiutare la lotta contro il dolore, ma ci sono anche alcuni alimenti che lo intensificano. Se soffrite di dolori articolari, è necessario evitare alcuni cibi che possono scatenare l’infiammazione e il dolore. Ecco i primi cibi da evitare se avete dolori articolari.

Carni Rosse

Le carni lavorate e le carni rosse contengono sostanze chimiche come nitriti e purine, che possono aumentare l’infiammazione e il dolore nel corpo. I prodotti alimentari trasformati sono ricchi di tossine chiamate prodotti finali di glicazione avanzata che possono causare infiammazione. Cercate di mangiare verdura e frutta fresca, invece di carni trasformate.

Zuccheri raffinati e artificiali

Elevate quantità di zucchero aumentano il livello di prodotti finali di glicazione avanzata nel corpo causando infiammazioni. Inoltre, lo zucchero stimola il rilascio di agenti infiammatori chiamati citochine nel corpo. Avendo alto contenuto di calorie, l’assunzione di zucchero in eccesso porta anche a un aumento di peso, che mette più pressione sulle articolazioni e aumenta il dolore.

Anche le bevande analcoliche zuccherate fanno male: evitare bibite, cereali pre-zuccherati, succhi di frutta e alimenti pieni di zucchero come dolci, caramelle e snack. Invece di zuccheri raffinati e dolcificanti artificiali, optate per i dolcificanti naturali come stevia, miele o melassa.

Prodotti lattiero-caseari

I prodotti lattiero-caseari possono contribuire ai dolori articolari. L’alto livello di caseina nei latticini innesca infiammazione e dolore. Anche i grassi saturi nei latticini pieni di grassi come latte, burro e formaggio possono innescare infiammazione al tessuto adiposo o grasso, che a sua volta aumenta il dolore.

Evitate latte pastorizzato quando soffrite di dolori articolari o qualsiasi altro tipo di dolore cronico. Al contrario, optate per il latte di soia, latte di mandorle, tofu, margarina e altri prodotti non derivati ​​dal latte.

Olio di mais

L’olio di mais ha un alto contenuto di acidi grassi omega-6 che possono innescare la produzione di sostanze chimiche infiammatorie nell’organismo. Anche l’olio di cartamo, di girasole, di soia e di arachidi, così come maionese e molti condimenti per insalate sono ricchi di acidi grassi omega-6.

Non c’è bisogno di eliminare completamente questi prodotti dalla dieta, in quanto gli acidi grassi omega-6 sono necessari per la crescita e lo sviluppo, dovete semplicemente consumarli con moderazione. Nel frattempo aumentate l’assunzione di acidi grassi omega-3 che si trovano in alimenti come olio d’oliva, noci, semi di lino e semi di zucca.

Cereali e farina raffinati

I cereali raffinati e la farina sono agenti infiammatori e possono aumentare il dolore alle articolazioni. Questi alimenti ad alto indice glicemico innescano la produzione di prodotti finali di glicazione avanzata che stimolano l’infiammazione.

Inoltre questi grani sono privi di fibre e vitamina B e contengono calorie vuote. L’assunzione regolare di questi prodotti può anche aumentare il rischio di malattie degenerative come cancro, malattie coronariche e diabete. Invece dei cereali raffinati come il pane bianco, la pasta bianca e il riso bianco, provate le loro versioni integrali.

Uova

L’assunzione regolare di uova può portare a gonfiore e dolore alle articolazioni. Le uova, soprattutto i tuorli, contengono acido arachidonico che porta alla produzione di prostaglandine, che innescano l’infiammazione nel corpo.

Inoltre, le uova contengono grassi saturi, che contribuiscono anch’essi a infiammazione e dolore. Se vi piacciono le uova a colazione, gettate i tuorli e utilizzate solo i bianchi d’uovo per la vostra frittata.

Sale

Il sale da cucina non è buono per la vostra salute, soprattutto se soffrite di dolori articolari: esso contiene additivi e prodotti chimici (ferrocianuro e alluminosilicato) per renderlo più fluido, ma può sconvolgere l’equilibrio dei fluidi del corpo. Inoltre il sale raffinato non contiene minerali naturali, come il silicio e il fosforo di cui il corpo ha bisogno per funzionare correttamente.

Limitare il consumo di sale da cucina può anche ridurre la perdita di calcio dalle ossa, riducendo così il rischio di osteoporosi e fratture. Riducete il consumo di sale al minimo e, se possibile, scegliete il sale marino o il sale rosa dell’Himalaya. Oltre a limitare il sale nella vostra cucina, è necessario fare attenzione al consumo di alimenti trasformati che contengono un quantitativo eccessivo di sale e altri conservanti per aumentare la loro conservabilità.

Glutammato monosodico

Il glutammato monosodico è un additivo alimentare per migliorare il sapore con proprietà conservanti: comunemente si trova in alimenti confezionati come patatine fritte, snack surgelati, piatti pronti surgelati, alimenti cinesi e condimenti per insalate e zuppe. Il glutammato monosodico può innescare infiammazione e dolore nel corpo, comprese le articolazioni. Questo additivo artificiale è molto dannoso per chi soffre già di infiammazioni come l’artrite reumatoide.

Poiché la maggior parte dei prodotti confezionati e surgelati contengono additivi artificiali come il glutammato monosodico, cercate di mangiare cibi freschi preparati in casa. Utilizzate prodotti biologici ed evitate esaltatori di sapidità artificiali. Evitate anche i cibi contenenti aspartame, un dolcificante artificiale non nutritivo che innesca anch’esso una risposta infiammatoria.

Birra

L’eccessivo consumo di birra, così come altre bevande alcoliche, non fa bene alle articolazioni: i bevitori di birra pesanti hanno un più alto rischio di sviluppare artrite reumatoide e gotta. La birra ha un alto quantitativo di purine che il corpo converte in acido urico, che può causare infiammazione.

Inoltre la birra è fatta con glutine, quindi è meglio evitarla che quando si soffre di dolori articolari. Infine, le altre tossine contenute nella birra possono causare danni significativi al corpo. Cercate quindi di limitare l’assunzione di birra e bevande alcoliche in generale.

Come utilizzare la buccia di limone per i dolori articolari

Il limone è un agrume usato fin dall’antichità per i suoi usi culinari, cosmetici e soprattutto medicinali. Delle sue proprietà, il suo alto contenuto di vitamina C è la più famosa, ma anche i suoi composti antiossidanti, minerali e oli essenziali.

Finora si è scoperto che ha il potere di rafforzare il sistema immunitario e aiutare il trattamento di patologie come l’influenza, raffreddori e infezioni batteriche. Inoltre fa parte del gruppo di alimenti alcalini e ha poteri diuretici e disintossicanti.

Tuttavia, pur essendo così utilizzato in tutto il mondo, la maggior parte delle persone tendono a sprecarne la parte che ha più proprietà: la buccia. Sebbene non abbia un sapore versatile come la polpa, contiene 10 volte più vitamina C e più sostanze antiinfiammatorie che possono essere utili nel trattamento dei dolori articolari.

In questo paragrafo la Nonna vuole condividere con voi una ricetta semplice per combattere i dolori articolari. Interessati?

bucce-di-limone

Bucce di limone, olio ed eucalipto

Il rimedio della Nonna con buccia di limone per alleviare i dolori articolari è fatto combinando questo ingrediente con olio extravergine d’oliva e foglie di eucalipto. È una terapia per uso esterno che in breve tempo, mitiga i sintomi associati a dolore e infiammazione.

Ingredienti

  • 200ml di olio extravergine di oliva
  • 2 grandi limoni
  • 5 foglie di eucalipto
  • 1 vaso di vetro con coperchio
  • bende pulite

Procedimento: Pelate i due limoni, tritate le bucce e mettetele nel vaso con coperchio, quindi aggiungete l’olio d’oliva e siate sicuri di coprirle completamente. Tagliate in diversi pezzi le foglie di eucalipto e aggiungertele alla preparazione, coprire bene il flacone e mettete in un luogo fresco e buio per due settimane. Passato questo tempo, filtratelo con le bende e applicatelo sulla zona colpita dai dolori articolari.

Come utilizzarlo: Immergete una benda nel composto e mettetela sulla zona dolorante, poi coprite la fasciatura con pellicola trasparente e una sciarpa di lana. Lasciare agire tutta la notte in modo che i composti attivi del limone facciano effetto durante il sonno. Ripetete l’uso almeno tre volte a settimana.

Tè alle bucce di limone

Bere del tè alle bucce di limone è un complemento alla terapia precedente: esso infatti regola il pH del sangue e riduce al minimo i processi infiammatori che aumentano la sensazione di dolori articolari. Inoltre, è utile per i problemi digestivi, problemi circolatori e mal di testa.

Ingredienti

  • 1 litro di acqua
  • 2 limoni con buccia
  • Un cucchiaino di miele

Procedimento: Estraete il succo di due limoni e tagliatene le bucce in vari pezzi, poi versate un litro di acqua in una pentola a fuoco medio e mettetecele dentro. Lasciate bollire per 10 minuti, poi togliete dal fuoco e aggiungete il succo. Dolcificate con un cucchiaino di miele e bevetene una tazza a digiuno, ripetendo la dose due volte al giorno.

I dolori articolari vi affliggono? Cominciate a raccogliere i frutti della buccia di limone e scoprirete un grande alleato per lenirne i sintomi!

Grazie per l’attenzione, ci risentiamo al prossimo rimedio della Nonna, continuate a seguirci!

Summary
Gli 8 rimedi naturali per i dolori articolari
Article Name
Gli 8 rimedi naturali per i dolori articolari
Description
Gli 8 rimedi naturali per i dolori articolari
Author
Publisher Name
Rimedi della Nonna
Publisher Logo
Loading...
Ancora nessun commento... sii il primo

Lascia un messaggio

Your email address will not be published.

Informazioni aziendali
Idea e realizzazione:


P.IVA 06567400483

Copyright © 2017
Tutti i diritti riservati
Responsabilità
L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati.
In caso di controversie vi preghiamo di contattarci ed entro 24 ore eventuali contenuti non autorizzati saranno rimossi.
Disclaimer
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.

Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.