Allergia al grano: cause e rimedi naturali

1 stella - pessimo2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle - ottimo! (Ancora nessun voto.. sii tu il primo!)
Loading...

 

I sintomi di allergia al grano possono variare da tosse o starnuti a debilitante debolezza muscolare o iperattività cronica: adulti, bambini, neonati possono mostrare sintomi di questa allergia alimentare in svariati modi. Il più delle volte questi sintomi sono trascurati come un semplice caso di singhiozzo o un bambino che è solo schizzinoso, ma questi sono di solito i sintomi semplici che noterete nelle prime fasi di una allergia alimentare.

Se non notate gli indizi in una fase precoce, questi sintomi possono svilupparsi rapidamente in una condizione cronica mal diagnosticata.

Le allergie al grano sono davvero difficili da diagnosticare e trattare, semplicemente perché il grano si trova quasi ovunque. E’ uno degli ingredienti principali dei nostri alimenti di base, non solo di pane e pasta, ma anche di biscotti e torte.

La ragione per cui la diagnosi di una allergia al grano può essere così difficile è che essa potrebbe essere limitata al glutine. Il glutine si trova in molti tipi di alimenti come mais, segale e orzo. Il modo più sicuro e più affidabile per sapere esattamente con quale tipo di allergia alimentare si sta avendo a che fare è studiare una dieta di eliminazione alimentare.

Ci sono diversi tipi di diete per le allergie alimentari. La cosa migliore da fare è iniziare con la più facile semplicemente eliminando i cibi sospetti di per diversi giorni e vedere se notate una diminuzione dei sintomi. Poi provate a mangiare di nuovo il cibo per vedere se i sintomi ricompaiono improvvisamente.

Sospetta allergia al grano: come comportarsi

Eliminare il grano dalla dieta può essere una sfida. In un primo momento leggere le etichette sarà faticoso e noioso. La dieta per l’allergia al grano è senza dubbio fattibile, soprattutto ora che molte aziende riconoscono che una grande percentuale della nostra popolazione ne soffre.

Se fate una piccola ricerca troverete molte aziende che fanno prodotti senza glutine. Le loro ricette sono diventate molto gustose nel corso degli anni e non sarete limitati: avrete a disposizione una buona varietà di alimenti che sarete in grado di mangiare senza sentirvi privati di qualcosa.

Nei bambini, i sintomi che sono facilmente trascurati sono crampi allo stomaco, infezione alle orecchie, dermatite da pannolino, pelle secca e pruriginosa, vescica debole, diarrea o costipazione. I bambini iperattivi sono spesso visti come bambini difficili e viziati, ma in realtà possono mostrare i sintomi di una reazione ad una allergia alimentare.

Per gli adulti invece ecco un elenco di alcuni dei sintomi per capire se avete a che fare con una allergia al grano:

  • problemi di naso, naso che cola, prurito al naso, naso rosso
  • affanno e asma
  • eczema
  • orticaria
  • mal di testa
  • problemi di orecchio, lobi delle orecchie rosse, mal d’orecchi, ronzio nelle orecchie
  • infezioni ricorrenti
  • incubi
  • dolore o debolezza muscolare
  • disturbi di stomaco, crampi allo stomaco, ulcere
  • problemi renali
  • cerchi scuri sotto gli occhi

Se ad un membro della famiglia è già stata diagnosticata o semplicemente ha scoperto una allergia alimentare, allora molto probabilmente anche altri membri della famiglia avranno a che fare con la stessa allergia, anche se i sintomi possono essere sempre diversi.

Siate sempre sospettosi dei cibi che vi piacciono: se tentate di eliminare un cibo dalla vostra dieta e vi ritrovate a bramarlo allora è più probabile che abbiate un’allergia a questo cibo. Fate attenzione ai segni del corpo, vi invierà i migliori indizi. Se non vi sentite bene dopo aver mangiato qualcosa con il grano potreste avere che fare con una allergia al grano.

Eliminare alcuni alimenti dalla dieta è il modo più sicuro per capire cosa sta succedendo. E’ molto meglio che prendere i farmaci, dovrete indossare il cappello da detective e imparare a prestare attenzione. A volte aiuta a tenere un diario di ciò che si mangia e quando si mangia: tenete un registro dei sintomi dopo aver mangiato alcuni alimenti e prima di rendervene conto sarete sulla strada giusta per stare meglio.

Grazie per l’attenzione, ci risentiamo al prossimo rimedio della Nonna, continuate a seguirci!

Loading...
Nessun commento...sii tu il primo

Rispondi

Il tuo indirizzo email non viene pubblicato.

Informazioni aziendali
Idea e realizzazione:


P.IVA 06567400483

Copyright © 2017
Tutti i diritti riservati
Responsabilità
L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati.
In caso di controversie vi preghiamo di contattarci ed entro 24 ore eventuali contenuti non autorizzati saranno rimossi.
Disclaimer
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.

Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.