Rimedi naturali contro le emorroidi

1 stella - pessimo2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle - ottimo! (24 voto/i, media: 4,25 su 5)
Loading...

Smettete di usare tutte quelle pomate e supposte pericolose, tutto ciò che serve per le emorroidi è un rimedio della Nonna. Si tratta di una soluzione semplice e sicura, poco costoso e in grado di alleviare per davvero la vostra condizione dolorosa.

Ci sono molte ragioni per cui le persone sono colpite da emorroidi. Una delle principali cause è la tensione, di solito dall’avere movimenti intestinali, ma non sempre. Molte donne sperimenteranno il loro primo attacco di emorroidi dopo il parto, o durante la gravidanza.

Le emorroidi sono una varice che si forma all’esterno o all’interno del retto. Una volta che vengono le emorroidi è molto probabile che ritornino, ci sono momenti che diventano gonfie e sanguinano per l’irritazione, e questa condizione può diventare estremamente disagiante.

Se avete avuto a che fare con emorroidi dolorose avrete probabilmente scoperto che l’acquisto di tutti quei prodotti medicamentosi è una gran perdita di tempo e denaro. In un primo momento ci può stare un po’ di sollievo, ma non durerà a lungo e l’irritazione sembrerà peggiorare nel tempo. Di sicuro avete trovato gli stessi risultati anche con le supposte: alcune persone pensano che quando ci sono emorroidi interne le supposte sono l’unica soluzione, ma in realtà sono anch’esse inutili.

Classificazione delle emorroidi

A seconda della gravità, le emorroidi possono essere di primo, secondo, terzo o quarto grado.

  • Emorroidi di primo grado: Sempre all’interno del canale anale.
  • Emorroidi di secondo grado: Prolassano all’esterno durante la defecazione, ma poi rientrano spontaneamente.
  • Emorroidi di terzo grado: Dopo il prolassamento, possono essere riposizionate all’interno con intervento manuale.
  • Emorroidi di quarto grado: Non si riposizionano mai all’interno.
Soffrite di emorroidi? Proviamo a capirci qualcosa di più!
Soffrite di emorroidi? Proviamo a capirci qualcosa di più!

Cause delle emorroidi

Come ogni malattia, è importante per imparare a prendersi cura di se stessi quando si soffre di un attacco di emorroidi. Una delle prime cose a cui avrete bisogno di pensare è che cosa sta causando il problema. A volte è la vostra dieta. Bevete acqua a sufficienza? Mangiate abbastanza cereali, frutta e verdura? State fermi a lungo? Il vostro lavoro vi richiede di fare sforzi per sollevare carichi pesanti?

Una possibilità con cui potreste avere a che fare è una allergia alimentare. Se pensate che questo possa essere il problema, perché non provare ad eliminare un alimento alla volta dalla vostra dieta? L’allergia al cibo è un argomento che la maggior parte della gente non prende nemmeno in considerazione. Potrete essere sorpresi nel sapere che molte malattie sono causate da allergie alimentari e talvolta dagli effetti collaterali dei farmaci.

Prendetevi il tempo che serve per studiare le diverse possibilità di ciò che sta causando le emorroidi. Smettete di dipendere da diagnosi mediche e farmaci e prendetevi cura delle vostre malattie. L’unica cura per le emorroidi è un’operazione per rimuoverle e non vi garantirà che smetterete di soffrire di questa condizione per il resto della vostra vita, inoltre la riabilitazione è molto dolorosa e lunga.

Anche vedete del sangue quando andate in bagno, non pensate subito al peggio. Di solito è solo un vaso sanguigno o irritazione del tessuto che causa l’emorragia. Date a questo semplice rimedio casalingo per le emorroidi una possibilità, ne vale la pena visto il tempo e la pochissima spesa.

Rimedi della Nonna per le emorroidi

La scelta di rimedi fai da te per la cura delle emorroidi permette di evitare il fastidioso imbarazzo di doverne parlare, oltre ad essere molto più convenienti rispetto ai farmaci convenzionali e presentano sicuramente meno effetti collaterali indesiderati. Tra i rimedi per emorroidi più famosi troviamo quello del ghiaccio ma ce ne sono davvero molti, andiamo a scoprirli tutti!

Quando proverete questo semplice rimedio della Nonna per le emorroidi sarete stupiti di quanto velocemente troverete sollievo da tutto quel disagio. L’unica cosa da tenere in considerazione, come con qualsiasi rimedio casalingo, è che ci vuole costanza e pazienza.

La vaselina per aiutare a curare le emorroidi

Se siete alla ricerca di un vero e proprio rimedio casalingo per le emorroidi, sicuramente più facile di così non l’avrete mai trovato. Procuratevi un grande vaso di vaselina pura, qualsiasi marca va bene basta che non abbia profumi, coloranti o farmaci. Mettetene una generosa quantità su un pezzetto di carta igienica e pulitevi da soli. Da allora in poi ogni volta che dovete andare al bagno riapplicate la vaselina.

Adesso riempite una borsa dell’acqua calda e sedetevi sul divano con i piedi distesi, con la borsa tra le natiche e le cosce (dove le gambe si piegano a sedere). Assicuratevi di avere davvero una borsa dell’acqua calda e non un boiler elettrico, è necessario che il calore umido penetri in profondità nei tessuti del retto. Sentirete sollievo immediato mentre il caldo umido aiuta a sciogliere la vaselina e farla penetrare nei tessuti del retto.

Ripetete questo procedimento più volte al giorno. Quando fate una doccia assicuratevi di utilizzare un buon sapone fatto in casa o almeno un sapone che non abbia profumo o coloranti. Se riuscite a trovare sapone al latte di capra o all’olio extravergine d’oliva, utilizzatelo! E questo è tutto. Imparerete rapidamente ad amare questo rimedio della Nonna per le emorroidi. Può essere utilizzato tutte le volte che ne avrete bisogno, senza effetti collaterali e nessuna preoccupazione.

Applicate la vaselina più volte al giorno: con la dovuta costanza e perseveranza nell’arco di 10-15 giorni troverete giovamento e delle emorroidi sfiammate.

L’Aloe vera come rimedio per le emorroidi

Sono molti i rimedi della nonna per le emorroidi. Tra questi, uno dei migliori si utilizza con l’Aloe, in particolare il gel di aloe vera. Per ottenere tale gel dovrete staccare le foglie di Aloe e sfilettarla e triturarne la parte bianca.

Una volta effettuato questo procedimento, otterrete un composto leggermente liquido, che va preventivamente tenuto in frigorifero almeno per una notte. Poi è possibile applicare il gel ricavato direttamente sulle emorroidi per testarne le proprietà lenitive ed antinfiammatorie.

Ci raccomandiamo prima di applicare questo rimedio – e tutti i rimedi da applicare localmente – che la zona sia pulita alla perfezione con sapone delicato e va asciugata con un asciugamano bianco di cotone morbido. A questo punto potete applicare le lozioni.

Potete usare l’Aloe vera anche insieme ad altri elementi che la rendono ancora più efficace. In particolare, per 30 ml di gel di aloe, vanno aggiunte 2 gocce di cipresso, 2 gocce di olio essenziale di menta piperita, 2 gocce di geranio.

Una volta applicata la mistura sulla parte – fatelo anche più volte al giorno – avvertirete una sensazione di freschezza e sollievo.

Evitare la continenza

Quando si soffre di emorroidi, aspettare di andare al bagno quando c’è lo stimolo è una decisione sbagliata: l’ideale è andare in bagno nello stesso momento in cui si presenta il desiderio di evacuare. Tuttavia, vi è l’alternativa di abituare l’organismo ad evacuare in certi momenti, in modo da non aspettare lunghe ore.

Una lunga attesa può infatti portare conseguenze come una maggiore pressione nella regione anale. Questo favorisce l’infiammazione venosa e, con essa, la comparsa delle emorroidi. È consigliabile avere tempi fissi per l’evacuazione, in modo che l’azione diventi un’abitudine fisiologica in momenti specifici.

E, per favore, il fatto che non siete a casa non deve diventare una scusa per non evacuare. Ricordate che la zona anale è anch’essa parte del corpo e richiede tutta la vostra cura per il massimo benessere.

Pomate per le emorroidi

Fortunatamente i rimedi per le emorroidi sono tantissimi. Si va dalla classica ‘ciambella’ all’intervento del chirurgo. Nel mezzo, una serie infinita di creme, pomate e unguenti, per lo più a base di cortisone per placare l’infiammazione e lidocaina, un anestetico molto simile a quello usato dai dentisti.

Formulazioni tradizionali e datate, anche se non prive di efficacia. Oggi però la ricerca è andata avanti. Tra le novità di rilievo segnaliamo la recentissima crema proctologica a triplice azione. Si tratta di una formulazione di derivazione del tutto naturale che:

Combatte l’infiammazione grazie ad un principio attivo naturale, non cortisonico, che si estrae dalla resina di una pianta, la Boswellia serrata.
Contrasta il dolore, il bruciore e il prurito grazie ad un anestetico che non potrebbe essere più naturale: si chiama Acetil-Tetrapeptide-15 e viene prodotto dal nostro stesso organismo senza effetti collaterali.
Previene e ripara il prolassamento, grazie al complesso Rame-Lisina che rende più forte ed elastico il tessuto connettivo posto attorno ai vasi.

E’ una scoperta importante, un rimedio che agisce a 360 gradi sulle emorroidi.

rimedi della nonna contro le emorroidi

Consigli a tavola

Le emorroidi sono un problema che sta diventando sempre più frequente soprattutto a causa delle cattive abitudini alimentari, che sono la prima causa di insorgenza di questa patologia (insieme a un fattore genetico e alla gravidanza per le donne).

Se volete tenere sotto controllo le emorroidi ci sono alcune bevande e cibi da evitare: alcolici e superalcolici, tè, caffè, bibite gassate, insaccati, cacciagione, crostacei, formaggi stagionati e piccanti, condimenti speziati, scatolame e conserve, fritti, cibi salati e affumicati, cioccolata, aglio, cipolle, peperoni e ravanelli. Ci sono molti dubbi sul peperoncino: molti lo sconsigliano, ma c’è addirittura chi lo presenta come un toccasana.

Gli alimenti con sale possono generare una maggiore congestione venosa, che peggiora l’infiammazione emorroidea. Pertanto, si consiglia di moderare l’importo in cui vengono consumati.

Dovrete invece consumare con moderazione pasta al pomodoro, prosciutto magro, carni bianche arrosto o alla griglia, agrumi, castagne e banane.

Infine via libera a pasta e riso in bianco, cereali, pane e grissini integrali, crusca, carni bianche magre lessate, pesce e formaggi magri, olio d’oliva crudo, latte e yogurt, verdura cruda o cotta al vapore, frutta ben matura, brodo vegetale e miele.

Le fibre vegetali per le emorroidi da stitichezza

Se la causa delle vostre emorroidi è la stitichezza, allora, nessun rimedio fai te per questa patologia è migliore di risolvere la causa alla radice. Per farlo bisogna agire direttamente sulla vostra alimentazione e inserire delle fibre vegetali vi aiuterà a regolarizzare l’intestino, a sfiammare la zona e, quindi, a salutare per sempre le emorroidi.

Tra i cibi migliori in tal senso, abbiamo le prugne, le barbabietole e le castagne.

Cambiamenti allo stile di vita

Dovrete tenere il peso sotto controllo, fare movimento e bere almeno due litri d’acqua al giorno. Se le emorroidi continuano a dar fastidio, la dieta può essere vantaggiosamente integrata con preparati capaci di agire con dolcezza, e quindi adatti anche agli organismi sensibili. Il vantaggio offerto da questi supplementi nutrizionali è che facilitano l’evacuazione senza fastidiosi effetti collaterali, come meteorismo e dolori addominali.

Nonostante spesso questo tipo di rimedi della Nonna siano efficaci e pur sapendo che per molte persone sia molto imbarazzante anche parlarne con il medico curante, vi consigliamo comunque di farvi visitare, poiché le emorroidi potrebbero essere il sintomo di qualcosa di più serio.

Grazie per l’attenzione, ci risentiamo al prossimo rimedio della Nonna, continuate a seguirci!

Summary
Rimedi naturali contro le emorroidi
Article Name
Rimedi naturali contro le emorroidi
Description
Rimedi naturali contro le emorroidi, gli ottimi consigli della Nonna
Author
Publisher Name
Rimedi della Nonna
Publisher Logo
Loading...
1 Commento

Lascia un messaggio

Your email address will not be published.

Informazioni aziendali
Idea e realizzazione:


P.IVA 06567400483

Copyright © 2017
Tutti i diritti riservati
Responsabilità
L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati.
In caso di controversie vi preghiamo di contattarci ed entro 24 ore eventuali contenuti non autorizzati saranno rimossi.
Disclaimer
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.

Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.