Rimedi naturali della Nonna per i dolori della menopausa e altri sintomi

1 stella - pessimo2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle - ottimo! (1 voto/i, media: 5,00 su 5)
Loading...

 

Non sarebbe bello trovare rimedi naturali che alleviano i sintomi della menopausa, che siano veloci e poco costosi e semplicemente deliziosi, senza effetti collaterali? La Nonna sa benissimo che ormai avete sentito parlare dei molti vantaggi di mangiare tofu e prodotti di soia, ma sicuramente non avrete sentito parlare dei vantaggi di mangiare patate dolci.

Già, le patate dolci, un ottimo rimedio. Ma non solo: la menopausa è un periodo di grandi cambiamenti, e le donne dovrebbero prendersi cura di diversi aspetti, interni ed esterni. Come la pelle , una delle aree che soffrono e si indeboliscono di più, o come le vampate di calore, noiose e disturbanti.

Pertanto in questo articolo la Nonna vi spiegherà come curare tutti i sintomi della menopausa, dai dolori agli inestetismi, fino ad esaminare i pericoli per la salute di questo delicato periodo della vita di una donna.

Rimedio della Nonna a base di patate dolci contro i dolori

Le patate dolci non sono dessert anche se sono molto buone. Le patate dolci sono piante completamente diverse e hanno benefici completamente diversi per la salute; sono facili da trovare nel vostro supermercato di fiducia, sono le patate di colore arancione. Le patate dolci fresche possono essere trovate tutto l’anno e sono facili da preparare, basta lavarle e cuocerle, bollirle, friggerle o che altro.

Il vero segreto per l’utilizzo di questi due alimenti per i rimedi naturali contro i dolori della menopausa è quello di aggiungerli alla vostra dieta su base regolare, almeno una volta al giorno. E’ davvero facile una volta che ci si abitua all’idea per alleviare i sintomi della menopausa, siate creativi e sostituite dove è possibile. Ad esempio, se volete aggiungere il latte o la panna al caffè, sostituitelo con latte di soia. Una volta che inizierete a curiosare in giro nel vostro negozio preferito potreste essere sorpresi di tutti i prodotti di soia disponibili.

Se tentate di aggiungere mezza patata dolce al forno per cena come contorno, probabilmente noterete che i sintomi della menopausa saranno meno forti dopo soli 5 giorni. Oltre al fatto che le patate dolci supportano gli ormoni, esse hanno anche bassi livelli di colesterolo. Sono estremamente ricche di antiossidanti, una fonte naturale di vitamina A.

Una volta che inizierete la dieta delle patate dolci ben presto noterete che:

  • le vampate di calore si fermano
  • le sudorazioni notturne si fermano completamente
  • scompare la secchezza vaginale
  • gli sbalzi d’umore e di memoria si placano completamente
  • il seno aumenta in termini di dimensioni e diventa più pieno
  • i capelli e unghie diventano più gestibili e più forto
  • la carnagione schiarisce e avrà un lieve bagliore
  • la vista migliora
  • la depressione comincia a scendere

Le patate possono inoltre ridurre il rischio di cancro al seno e di malattie cardiovascolari nelle donne in postmenopausa. Allora, cosa avete da perdere? Per l’amor del cielo, mangiare una patata al forno tutti i giorni e aggiungere un po’ di soia alla vostra dieta non è un dramma, provate un po’ di tofu e divertitevi a sperimentare diverse ricette.

L’unica cosa sicura è che non si verificheranno effetti collaterali pericolosi con questi rimedi naturali per la menopausa e potrete notare che questi fastidiosi sintomi della menopausa scompariranno.

Come curare la pelle durante la menopausa

I cambiamenti ormonali possono essere regolati attraverso cure mediche. Tuttavia, ci sono abitudini che le donne dovrebbero cambiare o migliorare se vogliono apparire più radiose e fresche durante la menopausa.

Che cosa succede alla pelle durante la menopausa?

La pelle delle donne è del 25% più sottile rispetto a quella degli uomini a qualsiasi età, ma in menopausa questo divario si accentua. Nel corso del tempo il derma invecchia e altera le sue funzioni principali (regolazione della temperatura corporea, protezione dalla luce o dai germi, immagazzinamento dell’acqua e delle sostanze nutritive, ecc).

Anche se dipende dall’eredità e dallo stile di vita, dai 50 anni in poi i primi segni di invecchiamento della pelle sono:

  • secchezza
  • Flaccidità
  • Asperità
  • Rughe

Altri segni di invecchiamento della pelle in menopausa comprendono finezza, cambiamenti nella pigmentazione, escrescenze benigne e vasodilatazione.

Consigli della Nonna per una pelle perfetta durante la menopausa

Proteggerla dal sole: I raggi UV possono far male a qualsiasi età, ma durante la menopausa, la pelle non ha la capacità di fargli fronte. Non dimenticate di usare un alto fattore di protezione, soprattutto nelle ore centrali del giorno in estate.

Si raccomandano però 15 minuti al giorno di esposizione diretta alla luce solare, per sintetizzare adeguatamente la vitamina D, che migliora la salute delle ossa, consentendo l’assorbimento del calcio, per esempio. Se avete la pelle troppo bianca è meglio usare una protezione solare anche quando è nuvoloso o fa freddo.

come migliorare la pelle in menopausa

Idratarla: È essenziale consumare 2 o 3 litri di acqua al giorno poichè l’idratazione parte da dentro. Se non vi piace bere troppa acqua, potete sostituirla con succhi di frutta, frullati o tisane. Ma non caffè, bibite o alcool, perché producono l’effetto opposto.

Utilizzate inoltre creme speciali idratanti per il viso e il corpo. Nei negozi ci sono molti prodotti in linea con questa fase della vita delle donne. Applicateli mattina e sera.

Pulirla: Una corretta igiene della pelle è fondamentale per farla sembrare più sana e più giovane durante la menopausa. Lavate il viso con un sapone delicato per mantenere il pH della pelle sempre alcalino senza alterare la barriera idrolipidica. Al termine della pulizia, usate un’emulsione o una crema per lasciare una pellicola protettiva, e lasciate asciugare naturalmente per evitare irritazioni.

Esfoliarla: La Nonna consiglia di fare una esfoliazione profonda una volta alla settimana per rimuovere le impurità stimolando il rinnovamento cellulare. È possibile utilizzare maschere fatte in casa, per esempio, a base di zucchero o miele. In questo modo si rallenteranno gli effetti del tempo sul viso e sul collo.

Leggi anche

Fare una dieta sana: Oltre a utilizzare creme nutrienti sulla pelle, la Nonna consiglia di fare una dieta equilibrata e ricca di vitamine, minerali e antiossidanti. Frutta e verdura saranno i vostri principali alleati, in quanto non sono solo naturali, ma anche pieni di acqua e sostanze nutritive.

Lasciate da parte i grassi, le farine e gli zuccheri. No al fast food e a cibi pronti, scegliete cibi fatti in casa e sani, e ingredienti di stagione. In questo modo darete all’organismo tutto il necessario per proteggersi dai radicali liberi che danneggiano la salute della pelle.

Fare attività fisica: L’attività fisica è molto importante per mantenere la pelle radiante in ogni momento della vita, soprattutto in menopausa. L’esercizio fisico è fondamentale per eliminare le tossine attraverso i pori e aumentare l’elasticità della pelle.

Come se non bastasse, lo sport previene l’osteoporosi, migliora la salute del cuore, riduce lo stress e aggiunge vitalità. Pertanto, è essenziale svolgere una certa attività anche restando calmi e rilassati. Se non avete mai fatto esercizio iniziate con lo yoga, il pilates o il nuoto.

Ridurre le abitudini malsane: All’interno di questo gruppo possiamo citare il fumo, lo stress o l’alcool. Tutti questi elementi peggiorano la salute e questo influenza la condizione della pelle. Ad esempio, fumando non solo si aggiungono tossine all’organismo, ma si elimina anche la possibilità di rigenerare il derma o rimanere idratati.

Leggi anche: come smettere di fumare con i rimedi naturali

Lo stress va di pari passo con altri problemi come l’insonnia, che provoca cerchi scuri e macchie sulla pelle. L’alcol infine ha effetti negativi simili a quelli delle sigarette, in quanto fornisce molte tossine che non possono essere rimosse facilmente.

Pericoli per la salute da tenere d’occhio durante la menopausa

Quando si pensa della menopausa, probabilmente si associa soltanto a vampate di calore e cambiamenti repentini di umore a volte mettono disagio e sono irritanti, ma non mettono certo in pericolo di vita. Ma lo sapevate che ci sono anche una serie di gravi problemi di salute associati alla menopausa? Questi pericoli sono meno noti, ma altrettanto comuni come i sintomi ormonali, e possono persino rivelarsi fatali. Se state attraversando la menopausa o siete in post-menopausa, la Nonna vuole mettervi in guardia per queste sei condizioni che possono diventare pericolose per la salute.

Osteoporosi

L’osteoporosi, che in realtà significa “ossa porose”, è una malattia che provoca perdita di densità nelle ossa, che le rende soggette a fratture. La capacità del corpo di trasformare il calcio in tessuto osseo è influenzata dai livelli di ormoni nel vostro corpo: livelli elevati di estrogeni corrispondono ad una migliore salute dell’osso.

Durante la menopausa, il drammatico calo degli estrogeni fa sì che le ossa diventino più fragili e vi pone a rischio osteoporosi. La situazione si aggrava con il fatto che la densità ossea diminuisce naturalmente con l’età. Per diminuire il rischio di osteoporosi, siate sicuri di assumere molto calcio e vitamina D, e fate esercizi per rafforzare le ossa di braccia, gambe e fianchi.

Aumento di peso

La perdita di estrogeni durante la menopausa provoca anche perdita di massa muscolare. Poichè il vostro corpo brucia calorie per mantenere i muscoli, la perdita muscolare può causare un corrispondente aumento di peso.

Anche se guadagnare qualche chilo non è nulla di cui preoccuparsi, è importante regolare la vostra dieta e l’esercizio fisico per compensare i bassi livelli di estrogeni. In caso contrario, potreste guadagnare una quantità malsana di peso, condizione che potrebbe portare ad altre complicazioni di salute.

Problemi al cuore

Un calo nel livello di estrogeni può anche causare la fluttuazione dei livelli di colesterolo, portando ad un rischio di malattie al cuore pericolose per la salute. Prima dei 60 anni, le donne sono in genere a un rischio molto più basso di malattie cardiache (rispetto agli uomini). Ma dopo 60 anni, la menopausa uniforma il campo di gioco, e le donne diventano altrettanto vulnerabili a malattie cardiache.

Il pericolo è ancora più elevato per le donne che hanno avuto un significativo aumento di peso durante la menopausa o che fanno uso di terapia ormonale sostitutiva. Siate sicure di controllare i livelli di colesterolo e la salute cardiovascolare regolarmente, e rivolgetevi al medico per farvi dare esercizi e dieta per mantenere il cuore sano.

Ipertensione

La menopausa può anche aumentare il rischio di sviluppare pressione alta (cioè ipertensione), soprattutto se avete una storia familiare di ipertensione o avete sofferto di problemi cardiaci in passato. Si stima che il 70% delle donne tra i 60 e 70 anni abbiano la pressione alta. Dopo i 75 anni, tale numero sale all’80%.

La pressione alta mette sforzo sui vasi sanguigni che vanno da e verso il cuore, aumentando il rischio di ictus, attacco cardiaco e morte prematura. Può anche causare problemi renali, disfunzioni sessuali, demenza e problemi di vista. Anche se vi sentite in buona salute, è comunque importante fare dei controlli medici sulla vostra pressione sanguigna, in quanto l’ipertensione è spesso asintomatica.

Secchezza vaginale

Dato che i livelli di ormoni calano durante la menopausa, la vagina produce minori quantità di mucosa per la lubrificazione naturale, e ciò può provocare secchezza e atrofia del tessuto vaginale. La secchezza vaginale può portare ad emorragie, lacrimazione, prurito, sensazione di bruciore durante la minzione, e dolore durante i rapporti sessuali.

Se non trattata, può seriamente diminuire la qualità della vita e portare a infezioni batteriche o micotiche. Per fortuna, ci sono una serie di trattamenti semplici, come l’uso di lubrificanti, l’assunzione di integratori, e l’aumento della quantità di soia nella dieta.

Incontinenza urinaria

Uno degli effetti collaterali della secchezza vaginale e dei livelli di estrogeni bassi è l’incontinenza urinaria, o problemi di controllo della vescica. Dato che i muscoli intorno alla vescica si indeboliscono, potreste perdere urina mentre tossite, starnutite, ridete, o quando fate esercizio fisico.

Può anche aumentare il rischio di infezioni del tratto urinario. Anche se imbarazzante, l’incontinenza urinaria è incredibilmente comune, e può essere facilmente gestita. Il medico può aiutarvi a decidere se cambiare stile di vita o assumere integratori o farmaci.

Rimedi naturali contro le vampate di calore

Infine, uno dei disturbi della menopausa più difficili da affrontare è quello delle vampate di calore, che tendono ad aumentare di notte. Esse sono accompagnate da sudorazione eccessiva, arrossamento della pelle e altri disagi che, quasi sempre, impediscono il sonno.

In ogni donna si manifestano in modi diversi, a seconda delle abitudini di vita e dei cambiamenti ormonali di cui soffrono quando arrivano in questa fase. Sebbene non siano un problema di salute serio, talvolta interferiscono con la salute emotiva poichè impediscono un adeguato riposo.

Fortunatamente, oltre ai medicinali, esistono rimedi naturali che, grazie alle loro proprietà, servono da complemento per ridurne la comparsa.

donna triste perchè soffre di dolori da menopausa

Infusione di fiori di tiglio

I fiori di tiglio preparati in infusione possono ridurre l’insorgenza delle vampate di calore notturne e aiutare la conciliazione del sonno durante la menopausa: essi infatti hanno proprietà sedative che riducono l’ansia, un fattore che può aumentare la temperatura corporea e il sudore.

Ingredienti

  • 250 ml di acqua
  • 2 cucchiaini di fiori di tiglio

Preparazione: Aggiungete i fiori di tiglio ad una tazza di acqua bollente e lasciate riposare per 10 minuti: bevete questa infusione 30 minuti prima di andare a letto.

Infusione di camomilla, achillea e arancia amara

Una bevanda fatta di camomilla, achillea e arancia amara offre vantaggi nel controllare gli squilibri ormonali che si verificano durante la menopausa. Grazie a questo, il suo consumo controlla le vampate notturne e, a sua volta, evita l’ansia e la depressione.

Ingredienti

  • 250 ml di acqua
  • un cucchiaino di camomilla
  • un cucchiaino di achillea
  • un cucchiaino di arancia amara

Preparazione: Mettete a bollire l’acqua e, quando bolle, aggiungete le piante. Lasciate riposare per 10 minuti e bevetene una tazza a metà mattina e una prima di andare a letto.

Infusione di ortica e salvia

Combinando le proprietà dell’ortica con la salvia possiamo ottenere una bevanda naturale che aiuta a contrastare il declino dei livelli di estrogeni che si verifica durante la menopausa. Le proprietà di queste piante riducono la comparsa delle vampate, e fanno bene anche alle ossa e alla salute cardiovascolare.

Ingredienti

  • 500 ml di acqua
  • 1 cucchiaio di ortica secca
  • 1 cucchiaio di salvia

Preparazione: Portate l’acqua a bollire e, quando bolle, aggiungete l’ortica e la salvia. Lasciate riposare per 15 minuti e filtrate. Bevete questa infusione 2 volte al giorno per 5 giorni. Smettete per una settimana e ricominciate di nuovo.

Infusione di sedano

Il sedano è una pianta ricca di fitoestrogeni, che stimolano sostanze che favoriscono il controllo dell’attività ormonale durante la menopausa. Le sue sostanze nutritive non solo riducono l’insorgenza delle vampate di calore, ma proteggono anche la salute delle ossa e dei muscoli.

Ingredienti

  • 250 ml di acqua
  • 1 cucchiaio di sedano

Preparazione: Aggiungete il sedano ad una tazza di acqua bollente, lasciate riposare e filtrate. Bevetene 2 o 3 tazze al giorno, almeno 3 volte alla settimana come prevenzione per i sintomi della menopausa.

Infusione di calendula

La calendula è una delle piante che più portano benefici ai cambiamenti del corpo che si verificano attraverso la menopausa. I suoi estratti non solo aiutano a mantenere stabile la temperatura del corpo, ma anche a prevenire sudorazioni, infezioni e problemi infiammatori.

Ingredienti

  • 250 ml di acqua
  • 1 cucchiaino di fiori di calendula

Preparazione: Scaldate una tazza di acqua e, quando bolle, aggiungete la calendula. Lasciate in infusione la bevanda per 10 minuti e filtrate. Prendete una tazza di tè a metà mattina e, per avere effetti duraturi, ripetetene l’assunzione prima di andare a letto. Consumatela per 4 giorni, smettete per una settimana e ricominciate.

State combattendo le vampate di calore dovute alla menopausa? Ricordate: oltre ad assumere questi rimedi della Nonna, dovreste cercare di indossare abiti freschi e traspiranti, e aumentare il consumo di acqua durante il giorno, assicurandovi di mantenere buone abitudini alimentari.

Grazie per l’attenzione, ci risentiamo al prossimo rimedio della Nonna, continuate a seguirci!

Summary
Rimedi naturali della Nonna per i dolori della menopausa
Article Name
Rimedi naturali della Nonna per i dolori della menopausa
Description
Rimedi naturali della Nonna per i dolori della menopausa
Author
Publisher Name
Rimedi della Nonna
Publisher Logo
Loading...
Nessun commento...sii tu il primo

Rispondi

Il tuo indirizzo email non viene pubblicato.

Informazioni aziendali
Idea e realizzazione:


P.IVA 06567400483

Copyright © 2017
Tutti i diritti riservati
Responsabilità
L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati.
In caso di controversie vi preghiamo di contattarci ed entro 24 ore eventuali contenuti non autorizzati saranno rimossi.
Disclaimer
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.

Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.