Rimedi contro il malocchio

1 stella - pessimo2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle - ottimo! (26 voto/i, media: 3,96 su 5)
Loading...

 

Anche se ai giorni d’oggi sembra fantascienza, quando la Nonna era giovane si sentiva spesso parlare di malocchio e si cercavano tutti i rimedi possibili e immaginabili. Il malocchio, fin dall’antichità, era un influsso negativo che passava alla persona, ai suoi averi, ai suoi campi o alle bestie che allevava semplicemente attraverso lo sguardo malevolo di un nemico che, per invidia, gelosia o quant’altro, poteva fissarlo di malanimo e attirare sulla povera vittima sciagure a volte anche mortali.

Per questo non si accettavano volentieri gli sguardi profondi o biechi; in ogni comunità c’era qualcuno che veniva indicato come portatore di malocchio: le sue visite non erano ben accette, dato che si pensava che il solo fatto di aprirgli le porte di casa potesse attirare la sciagura all’interno di quelle mura.

Per tenere lontano il malocchio dalle abitazioni e dalle stalle era uso appendere un ferro di cavallo o di bue alla porta di ingresso. Tale talismano aveva efficacia solo se prima si facevano benedire tutte le stanze dal parroco della zona e si recitavano preghiere scaramantiche come questa:

Of ferro di quadrupede,
tu che sei tanto forte
d’ogni nemico guardami.
Scaccialo e dagli morte, distruggila,
distruggila questa genia d’arpia,
con la tua forza magica,
guarda a casa mia.

Oppure come questa:

Acqua e sale mia Signora, per levare ogni fattura,
acqua e sale San Giovanni, per spegnere questo fuoco grande
acqua e sale per le magiare, và fattura e non tornare.

Gettare il malocchio sui bambini era molto semplice, bastava un piccolo complimento. Per questo un semplice rimedio contro il malocchio dei bambini era quello di vestirli al contrario, per confondere i malevoli influssi in direzioni opposte. Anche le donne, in quanto esseri deboli di spirito, erano spesso vittime di malocchio: il mal di testa, il languore, il deperimento ne sono i primi sintomi.

Rimedi contro il malocchio: credenze popolari

L’uomo era invece più difficile da attaccare e per questo si ricorreva, come rimedio contro il malocchio, a talismani che avessero in sè una certa mascolinità, rappresentando ad esempio evidenti simboli fallici: corna, falci, chiodi, forbici, indumenti intimi ne sono una prova. Anche i vari gesti scaramantici, come fare le corna, toccarsi o esibire i genitali, dire oscenità sul sesso femminile o nominare gli elementi maschili sono traccia del potere contro il malocchio che veniva attribuito all’elemento maschile.

Grazie per l’attenzione, ci risentiamo al prossimo rimedio della Nonna, continuate a seguirci!

Summary
Rimedi contro il malocchio
Article Name
Rimedi contro il malocchio
Description
Rimedi contro il malocchio. Come combattere lo sguardo pericoloso.
Author
Publisher Name
Rimedi della Nonna
Publisher Logo
Loading...
11 Commenti
  1. cara nonna per me ci vuole un qualcosa di molto potente per scongiurare,sono sempre sfortunato e adocchiato pensaci tu cara nonna

  2. Cara nonna……ne abbiamo passate di ogni…….adesso che va un po’ meglio….ricomincia invidia e malocchio……..ho tre bambini …….e un po’ mi spaventa…….mi potresti aiutare….Grazie mille

  3. Cara nonna penso proprio che ci sia della gente invidiosa che da un po di tempo mi tira il malocchio… non sono più io.. sono sempre stanca e ho sempre problemi di salute.. aiutami se puoi..

  4. Va tutto storto si rompe tutto in casa di conseguenza si rompe il rapporto in famigia ,macchina rotta di conseguenza non ce la faccio a sistemare tutto perche’ viene a mancare la moneta.

  5. Aiutami a difendermi da una cattiva che vuole farmi fuori dal lavoro solo perché ho scoperto le sue malefatte. La mua casa sembra infestata dalla sventura. Va tutto storto. Niente lavoro per nessuno. Se perdo pyre il mio è un disastro. ti prego!

  6. Buonasera eravamo felici due anni di incanto ci cosmo sposati e successo di tutto dalle malattie alle liti e a più di una separazione ora ci stiamo provando ma io credo nella invidia della gente cattiva mi puoi aiutare?
    Grazie

  7. Cara nonna io non so se tu puoi aiutarmi ormai sono anni che le cose per me vanno sempre male è iniziato tutto da quanto avevo 17 anni …ogni notte mentre dormivo si metteva un gatto sul mio corpo e se provavo a cacciarlo mi graffiava…..ma poi quando mi svegliavo non avevo graffi…è andato via solo quando mia madre ha sostituito il mioaterasso con quello di mia sorella….ma i guai non sono finiti da allora. Ho avuto un ragazzo e sono rimasta incinta ma lui è scappato ed io ho abortito….poi ho conosciuto mio marito ma dal giorno del matrimonio sono iniziati i guai .. dopo due mesi mia mamma si è ammalata di tumore ed è morta e dopo 6 anni anche mio padre.. con mio marito non vado d’accordo e sono già varie volte che ci separiamo…ti prego aiutami io non so cosa fare. Sono disperata.

  8. Cara nonna
    Sono sicura che ho ricevuto io malo chip da una ex amica invidiosa per una bella cosa che mo è successa in amore.
    Ho bisogno del tuo aiuto in quanto non mo sento più bene fisicamente…. ero piena di carica e energia e ora le sto perdendo con brutti pensieri.. … aiutami

  9. Buongiorno cara nonna le scrivo e da qualche anno che tutto mi crolla a dosso ad esempio capita che dopo un anno di lavoro finalmente uno si deve riposare e invece no ogni mese ce sempre da aggiustare qualcosa che non funzionano e da aggiustare ho qualcosa da pagare poi si litiga se ci rimane qualche euro al mese si rompe sempre qualcosa grazie nonna

Rispondi

Il tuo indirizzo email non viene pubblicato.

Informazioni aziendali
Idea e realizzazione:


P.IVA 06567400483

Copyright © 2017
Tutti i diritti riservati
Responsabilità
L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati.
In caso di controversie vi preghiamo di contattarci ed entro 24 ore eventuali contenuti non autorizzati saranno rimossi.
Disclaimer
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.

Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.