Rimedi contro gli insetti a base di miele

1 stella - pessimo2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle - ottimo! (Ancora nessun voto.. sii tu il primo!)
Loading...

 

Gli insetti, che fastidio! Ci sono molti prodotti chimici per liberarsene, ma Madre Natura ce ne mette a disposizione uno davvero efficace: il miele. La Nonna ha deciso di condividere con voi i rimedi naturali più efficaci contro gli insetti, usando alcuni trucchetti riuscirete a sbarazzarvi di mosche, calabroni, formiche e vespe in modo naturale e definitivo.

Rimedi contro i calabroni a base di miele

Oltre ad avere la precauzione di accendere di tanto in tanto camini e stufe di casa per impedire ai pericolosi calabroni di fare il nido nelle canne fumarie, un rimedio della Nonna naturale ed efficace per combatterne le invasioni all’aperto è quello di appendere tra gli alberi alcune bottiglie a collo largo, sulle quali avrete spalmato un po’ di miele e al cui interno avrete inserito un fondo di acqua e aceto: i vostri nemici alati e golosi saranno attirati da queste leccornie ed entreranno nella bottiglia, dalla quale non riusciranno più ad uscire.

Rimedi per le formiche

Esiste un metodo efficace per sbarazzarsi della presenza di fastidiose formiche in casa: preparare un’esca a base di miele e acido borico. Comprate una bottiglietta di acido borico in farmacia, versate un cucchiaino di miele in un piatto piano e cospargetevi attorno l’acido con l’aiuto di un cotton fioc, così che le formiche siano obbligate a passarci sopra per accedere al ghiotto bottino. Posizionate il piatto nella zona frequentata dai piccoli infestanti, facendo attenzione a tenerlo fuori dalla portata di bambini e animali. Munitevi infine di pazienza, il rimedio potrebbe richiedere qualche giorno per mostrare gli effetti, e aspettate che le formiche caschino nella vostra trappola.

Leggi anche: Rimedi naturali contro le formiche in casa

Come far scappare le mosche olearie?

Le mosche olearie sono dei parassiti delle piante che colpiscono in particolar modo gli alberi d’ulivo, lasciando le loro larve tra le foglie delle piante e nutrendosi dei preziosi frutti. Per liberarsene con un rimedio della Nonna semplice e naturale ed eliminare dalla vostra spesa prodotti chimici e pesticidi, tutto ciò che vi occorre è una bottiglia di plastica per ogni pianta: praticate due fori del diametro di 10mm sulla parte superiore della bottiglia e create una soluzione con 3 cucchiai di miele e un po’ di aceto di vino.

Versate quindi il composto nella bottiglia e appendete le bottiglie sui rami delle piante aiutandovi con del filo di ferro o filo di rafia spesso. Le mosche, attirate dagli odori della miscela, entreranno dai piccoli fori e resteranno intrappolate all’interno del contenitore. Nel giro di pochi giorni vedrete le bottiglie riempirsi di mosche e metterete in salvo i vostri ulivi.

Un tranello per liberarsi delle vespe

Durante l’estate, la presenza di colonie di vespe in cerca di nutrimento può guastare i vostri picnic all’aperto. Per sbarazzarsene velocemente ed efficacemente, potete sfruttare a vostro vantaggio il loro debole per le sostanze zuccherine: il trucco più semplice da utilizzare è quello di fabbricare una trappola con una coppetta riempita di miele (o miele e birra), coperta da una cupola a forma di imbuto ricavata, per esempio, dalla parte superiore di una bottiglia di plastica tagliata in due. Le golose vespe cadranno nel vostro trabocchetto e non potranno più uscirne.

Grazie per l’attenzione, ci risentiamo al prossimo rimedio della Nonna, continuate a seguirci!

Loading...
Nessun commento...sii tu il primo

Rispondi

Il tuo indirizzo email non viene pubblicato.

Informazioni aziendali
Idea e realizzazione:


P.IVA 06567400483

Copyright © 2017
Tutti i diritti riservati
Responsabilità
L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati.
In caso di controversie vi preghiamo di contattarci ed entro 24 ore eventuali contenuti non autorizzati saranno rimossi.
Disclaimer
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.

Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.