Olio essenziale di lavanda: ricetta e usi in casa

1 stella - pessimo2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle - ottimo! (Ancora nessun voto.. sii tu il primo!)
Loading...

 

L’olio essenziale di lavanda si ottiene distillando in corrente di vapore i fiori freschi di lavanda. E’volatile, solubile in olio e in alcool ma non in acqua. Può essere impiegato in aromaterapia, con massaggi, bagni, pediluvi, frizioni e inalazioni, oltre che in aromacosmesi e naturalmente in casa, grazie ad alcuni Rimedi della Nonna davvero semplici e utilissimi. Ha molteplici virtù e proprietà, ma per il suo impiego vanno seguite alcune semplici accortezze:

  • Prima di impiegare l’olio essenziale di lavanda per uso interno occorre sempre chiedere ad un esperto, ad esempio ad un erborista
  • Sceglietelo di alta qualità, possibilmente certificato biologico, puro al 100% e conservato in flaconi di vetro scuro.
  • Tenetelo lontano dai bambini
  • Conservatelo al riparo dalla luce
  • Evitate sbalzi di temperatura e umidità
  • Evitatene l’esposizione al sole
  • Non usatelo in gravidanza

Deodorante per l’auto all’olio essenziale di lavanda

Un semplice deodorante per l’automobile, da usare di tanto in tanto, e particolarmente efficace se trasportate il cane: mescolate 250 ml di acqua con 10 gocce di olio essenziale di lavanda e 10 gocce di olio essenziale al limone. Mettetelo in un vaporizzatore, agitate bene per mescolare e spruzzatelo sui tappetini e sui sedili a circa 20 cm di distanza avendo l’accortezza di tenere i finestrini aperti per qualche minuto per aerare bene. Per evitare irritazioni ricordate di far entrare il cane nella macchina solo quando sarà tutto ben asciutto.

lavender aromatherapy

Deodorante per scarpe da ginnastica

Nonostante siano sempre più comode, belle e dai colori e materiali innovativi, le calzature sportive spesso non hanno un odore di pulito. Dopo l’uso, prima di riporle provate questo semplice rimedio della Nonna: unite 5 gocce di olio essenziale di lavanda con 2 cucchiai di bicarbonato, dividete il composto e mettetelo in 2 garze, chiudete bene e mettete le garze in due calzini che metterete nelle scarpe per una notte intera. Il potere antibatterico della lavanda unito al bicarbonato avrà un doppio effetto: toglierà gli odori sgradevoli e profumerà leggermente.

Termosifoni

D’inverno si può aggiungere qualche goccia di olio essenziale di lavanda direttamente nella vaschetta dell’umidificatore sui termosifoni. Insieme al vapore, che contribuisce a non rendere troppo secca l’aria, si sprigionerà un delicato e rilassante aroma, molto indicato per le camere da letto. Se preferite non utilizzare la vaschetta potete mettere una ciotola d’acqua sul termosifone quando avrete voglia di respirare aroma di lavanda.

olio-essenziale-lavanda-1-rimedinonna

Forno a microonde

Per togliere gli odori sgradevoli dal forno a microonde versate 3 gocce di olio essenziale di lavanda in un contenitore adatto per il microonde, pieno per un terzo d’acqua. Regolate il timer per due minuti alla massima potenza, ma appena l’acqua bolle spegnete il microonde e poi lasciate la miscela nel forno chiuso per un’ora. Infine asciugate e lasciate lo sportello aperto: tutti gli aromi delle precedenti cotture scompariranno.

Leggi anche: come pulire il forno dalle macchie

Scacciare mosche, formiche e ragni

Per convincere le formiche a cambiare strada senza usare i prodotti chimici, preparate una soluzione con 10 gocce di olio essenziale di lavanda in 250 ml di alcol denaturato. Usando un flacone spray, vaporizzate più volte al giorno e per più giorni sui punti in cui avete visto le formiche transitare: il metodo le dovrebbe convincere.

Per tenere lontane le mosche dagli ambienti invece vaporizzate sugli infissi delle porte e delle finestre una soluzione composta da 200 ml di acqua in cui avrete mescolato 10 gocce di olio essenziale di lavanda. Ripetete per qualche giorno e le mosche cambieranno aria.

Per tenere lontani i ragni, infine, provate a usare la lavanda: il profumo pungente li respinge e li allontana. Cospargete un batuffolo di cotone con 5 gocce di olio essenziale di lavanda e posizionatelo nei punti strategici dove pensate che possano nascondersi i ragni. In campagna, l’alternativa è coltivare la lavanda in giardino: i ragni si terranno ben lontani.

Grazie per l’attenzione, ci risentiamo al prossimo rimedio della Nonna, continuate a seguirci!

Loading...
Nessun commento...sii tu il primo

Rispondi

Il tuo indirizzo email non viene pubblicato.

Informazioni aziendali
Idea e realizzazione:


P.IVA 06567400483

Copyright © 2017
Tutti i diritti riservati
Responsabilità
L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati.
In caso di controversie vi preghiamo di contattarci ed entro 24 ore eventuali contenuti non autorizzati saranno rimossi.
Disclaimer
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.

Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.