Rimedi della Nonna contro raffreddore e influenza

1 stella - pessimo2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle - ottimo! (2 voto/i, media: 5,00 su 5)
Loading...

 

Con i cambiamenti di temperatura siamo più inclini a prendere un’influenza o un raffreddore. Se siete già malati o se vi sentite i primi sintomi rivolgetevi sempre ad un dottore che se è il caso vi prescriverà degli antibiotici, ma per alleviare i problemi e risolvere la questione in modo naturale ecco alcuni rimedi della Nonna per raffreddore e influenza, dovrete poi iniziare una cura antibiotica solo se i sintomi non saranno ridotti nei primi quattro giorni.

La febbre è un sintomo, una reazione dell’organismo ad un processo patologico in corso di sviluppo, che si traduce in rialzo di temperatura e, generalmente, in un attacco allo stato generale di salute. L’accelerazione del polso è proporzionale all’importanza della malattia. Le cause della febbre possono essere multiple, e in generale rivelano una intossicazione o una infiammazione.

Rimedi della Nonna per raffreddore e influenza

Ecco alcuni rimedi della nonna puramente sintomatici senza pregiudizio della causa, per quello dovrete naturalmente rivolgervi ad un medico.

Zenzero, l’antinfluenzale naturale

Per gli stati di malessere un tè prendendo un cucchiaio di zenzero fresco e aggiungendo una tazza di acqua bollente. È possibile aggiungere miele e un po’di limone. Lo zenzero vi aiuterà grazie alle sua proprietà analgesiche, antipiretiche e antibatteriche (sapevate che serve anche contro il mal di macchina?)

lo zenzero è un ottimo rimedio della nonna contro raffreddore e influenza!

Trattamenti di vapore all’eucalipto

Aprite le vie respiratorie e alleviate l’irritazione della gola con il vapore di eucalipto che ha proprietà espettoranti. Con molta attenzione, versate dell’acqua molto calda in una bacinella capiente e aggiungete le foglie di eucalipto. Mettetevi un asciugamano sulla testa per cercare di catturare tutto il vapore e respirate.

Liquidi caldi

Le nonne non si sbagliano mai: per curare il raffreddore e l’influenza non c’è niente di meglio di una bevanda calda, e uno studio dell’Università di Cardiff, nel Regno Unito, conferma: “Le bevande calde forniscono sollievo immediato a condotti nasali, tosse, starnuti e mal di gola”. Anche se le bevande calde sono le migliori, non limitatevi a tè e caffè: la caffeina è un diuretico naturale che può causare disidratazione, se assunta eccessivamente. Provate altre bevande calde o a temperatura ambiente, come succo di frutta o verdura, frullati o semplice acqua.

Aglio, l’alleato della salute

Non solo è efficace per scongiurare i vampiri, ma anche per combattere le malattie: l’aglio è ricco di allicina, una sostanza con proprietà antisettiche che aiutano il corpo a combattere influenza e altre infezioni. Godete dei suoi benefici facendo un infuso di aglio, miele e limone!

Leggi anche: rimedi della Nonna con l’aglio

Congestione nasale

Dimenticate la congestione nasale mescolando un quarto di cucchiaino di sale marino non iodato e un quarto di cucchiaino di bicarbonato di sodio in una tazza di acqua calda. Versate qualche goccia in ogni narice, poi piegatevi in avanti per drenarne un po’ e soffiate il naso delicatamente. Irrigare il naso con una soluzione salina aiuta a pulire il muco e migliorare la respirazione, ma aiuta anche a eliminare le sostanze allergeniche e combattere batteri e virus che possono rimanere nel naso.

deliziosa ragazza si soffia il naso

Sambuco, un’aspirina naturale

Alleviate il corpo stanco con un infuso di corteccia e frutti di sambuco. Questo albero contiene acido salicilico, simile a quello dell’aspirina, che aiuta ad alleviare il dolore e in sostanza la febbre. Contiene anche sambucol, che combatte i virus influenzali.

Brodo di pollo

Uno studio della University of Nebraska ha confermato ciò che le Nonne di tutto il mondo dicono da una vita: il brodo di pollo fa sentire meglio, perché riduce la congestione e lubrifica la gola, alleviando l’irritazione. Contiene sostanze simili a quelle che si trovano negli antinfluenzali, aiutando così a guarire più velocemente.

Leggi anche: Come fare un ottimo brodo fatto in casa.

Tè al limone

Un tè caldo con succo e buccia di limone aiuta a combattere i sintomi del raffreddore, perché il limone fornisce non solo la vitamina C, ma ha anche proprietà antibatteriche, antinfiammatorie e antivirali. Rendete più efficace e delizioso l’infuso con l’aggiunta di un po’ di miele.

Leggi anche: rimedi della Nonna al limone

Miele

Il miele è un espettorante naturale, aiuta a rimuovere il catarro ed è utile per tenere sott’occhio e combattere le infezioni alla gola, grazie alle sue proprietà antisettiche. Fate gargarismi con tè caldo alle foglie di lampone e due cucchiai di miele in mezzo bicchiere di acqua.

zoom su tazza di miele

Unguento di canfora

Se il vostro naso è irritato a forza di soffiarlo, applicate una piccola quantità di unguento di canfora ed eucalipto. Il vapore dell’eucalipto aprirà le vie respiratorie e prevenirà la congestione, e la canfora allevierà il dolore e l’irritazione della pelle, grazie ai susuoi effetti analgesici e antisettici.

Tè verde, tonico millenario

Uno studio condotto in Giappone ha scoperto che il tè verde contiene catechine, sostanze con proprietà antivirali che aiutano a combattere e prevenire l’influenza. Il modo migliore per godere dei suoi benefici è quello di fare gargarismi: gli esperti dicono che così le zone colpite saranno più esposte agli effetti antivirali del tè.

Agrumi

La vitamina C rafforza il sistema immunitario, aiuta l’organismo a combattere l’influenza ed evitare complicanze come la polmonite. Il modo migliore per ottenere questa vitamina è attraverso gli agrumi, quindi via libera alle spremute di arancia, pompelmo e limone. Ecco tutto sulla vitamina C.

Riposo e ancora riposo

Cogliete l’occasione per coccolarvi e non alzarvi dal letto. Un buon riposo aiuta a migliorare il vostro sistema immunitario, accelerando il processo di recupero. Rimanendo a riposo, il corpo può dedicare più energie a combattere la malattia.

Echinacea

L’assunzione di integratori di echinacea ai primi segni di un raffreddore o di un’influenza contribuisce a ridurre i sintomi e ridurre la durata della malattia, perché stimola il sistema immunitario permettendo al corpo una lotta più efficace contro la malattia.

Zinco

L’assunzione di integratori di zinco, soprattutto pasticche, contribuirebbe drasticamente a ridurre la gravità dei sintomi di raffreddore e influenza. Lo zinco ha infatti il potere di controllare i sintomi del raffreddore e ridurne la durata della metà.

Tisane della Nonna per febbre e influenza

Febbre, influenza, mali di stagione. Ecco le tisane della Nonna per guarire!
Febbre, influenza, mali di stagione. Ecco le tisane della Nonna per guarire!

L’influenza è la più banale di tutte le malattie, eppure, il rimedio miracoloso non è ancora stato trovato. In effetti, si deve diffidare degli antibiotici e degli antipiretici potenti che senza dubbio provocano una rapida caduta della temperatura, ma lasciano l’organismo debilitato per settimane.

Del resto, la febbre è un meccanismo di difesa naturale e stroncarla troppo brutalmente priva l’organismo di un mezzo di lotta efficace contro i microbi che lo invadono. Le miscele di piante costituiscono un ottimo rimedio della Nonna per la cura di tutte le influenze e possono considerarsi tra i migliori ritrovati della fitoterapia. Esse permettono una graduale risoluzione dei sintomi.

Si deve tuttavia saper rispettare il periodo di affaticamento che fa seguito a tutte le influenze, anche se curate con metodi naturali, e non esigere troppo dal proprio corpo durante questo periodo. A queste condizioni, in pochi giorni tutte le preoccupazioni della malattia saranno dissipate e vi sentirete freschi e in buona salute. Ecco qualche miscela da prendere in alternativa, durante tutta la fase acuta, quando è preferibile restarsene in casa.

Esistono però piante molto attive per abbassare la febbre. Non dimentichiamo che i nostri avi, che vivevano nelle campagne, sapevano combattere le febbri perniciose con le piante. E’ importante mettere in evidenza, a proposito delle piante, che esse favoriscono una guarigione naturale senza affaticare inutilmente l’organismo, come invece accade con i medicamenti chimici. Tra le decine di piante che si potrebbero citare per la loro azione antipiretica, eccone tre particolarmente attive e facili a trovarsi:

  • Borragine: Usata in decotto, 30g di pianta essiccata per un litro d’acqua. Scaldare dolcemente fino a ebollizione, lasciar bollire due o tre minuti quindi mantenere in infusione per un quarto d’ora. Bere quattro o cinque tazze al giorno
  • Cardo benedetto: Si usano le foglie e le sommità fiorite in decotto, in ragione di 40 g per litro d’acqua bollente. Far bollire cinque minuti e lasciare in infusione 15 minuti, si consigliano tre tazze al giorno. Ma attenzione, potrebbe darvi un po’ di nausea
  • Regina dei Prati (Olmaria): Si usano i fiori in infusione: 50 g per un litro d’acqua quasi bollente. E’ importante che l’acqua non abbia raggiunto il punto di ebollizione perchè il calore distruggerebbe i principi attivi della pianta. Lasciare in infuso, avendo cura di coprire, per 10 minuti, e bere tre o quattro tazze al giorno tra i pasti.

Il principio attivo della Regina dei Prati è l’acido salicilico da cui, già nel secolo scorso, fu tratta per sintesi l’aspirina, che ancora oggi è il medicamento più utilizzato per trattare questo tipo di problemi. Ora, se l’aspirina può provocare intolleranze gastriche a volte gravi o allergie, ciò non accade con la Regina dei Prati che è assolutamente inoffensiva.

Tisana alla borragine e tiglio

Preparate questa tisana prendendo in parti uguali Borragine, Polmonaria, Regina dei prati, Fiori di sambuco, Tiglio. Mettetene un cucchiaino da caffè in una tazza di acqua bollente, lasciate in infusione dieci minuti e bevetene una tazza più volte al giorno. Questa miscela è antipiretica, abbassa la temperatura gradualmente in un modo naturale per le sue virtù diuretiche e sudorifere. Potete così rendervi conto che viene realizzato un autentico drenaggio delle tossine dell’organismo.

Tisana alla cannella

Preparate questa tisana prendendo in parti uguali Cannella, chiudo di garofano, santoreggia. Facile a prepararsi, a portata di mano in tutte le dispense, molto indicata contro le infiammazioni poichè le essenze contenute nelle tre piante sono notoriamente potenti antisettici.

Tisana al tassobarbasso

Infine, se dopo un raffreddore vi sentite influenzati e avete buone ragioni per pensare che covate un qualcosa di più serio, prendete subito questa tisana, molto efficace contro l’influenza polmonare:

Tassobarbasso (30g), Serpillo o timo o santoreggia (20g), Tussilaggine (30g), fiori di sambuco (20g): Un cucchiaio da minestra di questa miscela per una tazza di acqua bollente, lasciate in infusione dieci minuti quindi bevetela ben calda possibilmente restando a letto, ricordatevi soltanto di filtrare con apposita carta per eliminare bene i peli del tassobarbasso.

Sciroppi naturali contro tosse, raffreddore, mal di gola e stati influenzali

Sciroppi al Naturale per combattere la tosse, raffreddore, mal di gola e stati influenzali

Non ci sono sciroppi per problemi respiratori come bronchiti, asma, influenza, raffreddore e tosse efficaci come quelli a base di frutta ed erbe, combinati con zucchero o miele. Questi sciroppi naturali della Nonna sono tramandati di generazione in generazione fino ai giorni d’oggi.

Sciroppo di Crescione d’acqua

Schiacciate le foglie di crescione e mettetele in un frullatore per ridurre le foglie in liquido (se necessario aggiungere, da 3 a 4 cucchiaini di acqua). Filtrare ed aggiungere tre cucchiaini di miele scuro. Conservare in frigorifero in contenitori di vetro scuro. In questo modo le sue proprietà attive saranno più efficaci quando si inghiottirà. Prendete un cucchiaio di sciroppo tre volte al giorno.

Sciroppo di fragola

Frullate tre cucchiai di miele d’arancia e cinque fragole di grandi dimensioni. Mettete il composto in un pentolino e mettete sul fuoco, riducendo il tutto alla consistenza dello sciroppo. Prendere un cucchiaio da tavola tre volte al giorno.

Sciroppo di ananas per raucedine e mal di gola

Prendete mezzo ananas e tagliatelo a fette e mettetelo in una tazza con tre cucchiaini di zucchero o miele. Lasciate riposare per un’ora. mettete in forno a 160° fino ad avere l’ananas dorato. Togliete e lasciate raffreddare e successivamente, filtrate lo sciroppo in un vasetto. Prendete un cucchiaio due volte al giorno. Potete prendere lo sciroppo con un pezzo d’ananas “cotto”.

Sciroppo naturale di limone e aglio

Prendete 6 spicchi d’aglio e il succo di 1 limone e una cipolla. Tritate gli ingredienti in un frullatore con un bicchiere di acqua fredda. Mettete in un pentolino e portate ad ebollizione, aggiungete tre cucchiai di miele scuro. Filtrare e versare in un contenitore di vetro scuro. Conservate in frigorifero e prendere un cucchiaio tre volte al giorno.

Sciroppo naturale con lo zenzero per il raffreddore

Mettere 1 tazza d’acqua e un cucchiaio di zenzero in polvere in un pentolino, portate ad ebollizione, quando l’acqua inizia a bollire, aggiungete 1/2 bicchiere di succo d’ananas (o qualche fetta d’ananas fresco). Lasciate sul fuoco fino a quando non acquista una consistenza densa. Conservare in un contenitore di vetro e, se possibile in frigorifero. Prendete tre cucchiai al giorno.

Un altro sciroppo a base di zenzero si fa così: prendete un limone lavatelo e tagliatelo in quattro pezzi. In una piccola casseruola, a fuoco medio mettere un bicchiere d’acqua e tre cucchiai di zucchero di canna fino ad ottenere un caramello. Aggiungere i pezzi di limone, mescolando bene. Aggiungere cinque chiodi di garofano, 1 cucchiaio di zenzero e della cannella. Lasciate bollire per circa 5 minuti. Aggiungere tre foglie di menta togliere dal fuoco e coprire. Lasciate riposare per 20 minuti. Prendere un cucchiaio da tavola calda al mattino e prima di coricarsi

Sciroppo di ravanello naturale per l’asma e la bronchite

Lavare due ravanelli. Tagliateli nella parte superiore e poi fate lo stesso con la base. Togliere la polpa dal centro, facendo una cavità. Impastare il centro e mescolare con due cucchiai di miele. Riempire la cavità di ogni ravanello con questa preparazione. Coprire e lasciare riposare per 24 ore, tagliare il ravanello in quattro pezzi e conservate in frigorifero. Utilizzate un pezzetto ogni giorno, aggiungete due cucchiaini di succo di limone prima di mangiare.

Sciroppo espettorante naturale

Mescolate mezzo cucchiaino di pepe di Caienna, due cucchiai di miele, 1/4 di tazza di aceto di mele e un 1/4 di tazza d’acqua. Prendere 3 cucchiai al giorno.

Sciroppo naturale per il raffreddore e l’influenza

Mettete un cucchiaino di rafano tritato e un granello di senape in una tazza di acqua bollente per 20 minuti. Filtrare ed aggiungere del miele, abbastanza per formare uno sciroppo. Prendete 2 volte al giorno.

Sciroppo naturale di rapa contro bronchite

Lavate e tagliate a strisce uno rapa. Prendete 1/2 tazza di zucchero di canna, e in una ciotola create degli strati alterni di rapa e poi uno di zucchero e così via. Versate un goccio di aceto di mele, coprire con un panno e lasciate riposare per 12 ore. Conservare in frigorifero. Prendere tutti i giorni al mattino e prima di coricarsi.

Frutto della passione, sciroppo naturale contro tosse e sinusite

Prendete due foglie di menta e quattro frutti della passione. Tagliate il frutto della passione nel centro e togliete tutta la polpa. Mettere gli ingredienti in una pentola e scaldate fino a creare una melassa. Lasciate raffreddare. Scolare e mettere lo sciroppo in un contenitore di vetro scuro. Conservare in frigorifero. Prendete un cucchiaio tre volte al giorno. Se lo si desidera, aggiungere il succo di mezzo limone, quando si prende lo sciroppo.

Cipolla e limone contro la bronchite

Tagliate a fette una cipolla. Mettete in un recipiente di vetro e coprite con 1/2 tazza di miele e il succo di due limoni, mescolate bene. Coprire e lasciare riposare per 24 ore. Scolare e mettere lo sciroppo in un contenitore di vetro scuro. Conservare in frigorifero. Prendete un cucchiaio tre volte al giorno.

Sciroppo naturale per combattere la tosse secca persistente

Fate bollire un cucchiaino di semi di anice, del timo secco in due tazze di acqua, per dieci minuti (se desiderate, potete aggiungere un cucchiaio di liquirizia). Una volta trascorsi i dieci minuti, aggiungete una tazzina di zucchero di canna in un liquido caldo. Prendere tre volte al giorno caldo.

Grazie per l’attenzione, ci risentiamo al prossimo rimedio della Nonna, continuate a seguirci!

Summary
Rimedi della Nonna contro raffreddore e influenza
Article Name
Rimedi della Nonna contro raffreddore e influenza
Description
Rimedi della Nonna contro raffreddore e influenza
Author
Publisher Name
Rimedi della Nonna
Publisher Logo
Loading...
Nessun commento...sii tu il primo

Rispondi

Il tuo indirizzo email non viene pubblicato.

Informazioni aziendali
Idea e realizzazione:


P.IVA 06567400483

Copyright © 2017
Tutti i diritti riservati
Responsabilità
L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati.
In caso di controversie vi preghiamo di contattarci ed entro 24 ore eventuali contenuti non autorizzati saranno rimossi.
Disclaimer
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.

Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.