Rimedi della nonna per ogni tipo di macchia sulla camicia

1 stella - pessimo2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle - ottimo! (Ancora nessun voto.. sii tu il primo!)
Loading...

 

pulire-camicie-rimedinonna

Siete appena tornati dalle vostre vacanze e, riaperte le valigie, è ora di lavare gli indumenti utilizzati durante il piacevole periodo di stravizi culinari ed alcolici, grande caldo e poca attenzione al bucato. Ne avranno particolarmente risentito le vostre camicie, le cui macchie vi fanno ricordare ad uno ad uno i momenti più divertenti delle vostre vacanze. Ecco i rimedi della nonna più efficienti per smacchiare le vostre camicie in modo naturale.

Macchie di sudore:

E’ la macchia tipica dell’estate ed è qualcosa di inevitabile, che lascia orribili aloni giallastri ed un cattivo odore sulle camicie, soprattutto se non vengono lavate subito. Per eliminarle va strofinato l’indumento con acqua e aceto o, in alternativa con dello shampoo, per poi procedere al normale lavaggio.

Macchie di inchiostro:

Il forte caldo ha fatto scoppiare la penna che avevate nel taschino e ora vi ritrovate una bella macchia blu sulla camicia. Questa va tamponata con un batuffolo di ovatta imbevuto di latte o aceto. Si lascia agire per circa un’ora e poi si lava normalmente.

Macchie di caffè o tè:

Vanno via con dell’aceto o del succo di limone utilizzati direttamente a secco sulla macchia come pre-lavaggio. Lasciar agire per circa un’ora e poi procedere con il consueto lavaggio, preferibilmente a mano.

Macchie di sangue:

Vi siete dati ai lavoretti di bricolage mentre eravate in vacanza e, facendovi male, avete macchiato la camicia? Niente paura. L’importante è usare l’acqua fredda in cui mettere a bagno la camicia con una manciata di sale e lasciare in ammollo per circa mezz’ora prima di procedere con il normale lavaggio. In caso di macchie ostinate si può sostituire il sale con dell’amido di mais (facilmente reperibile in erboristeria).

Macchie di vino rosso:

In vacanza bere un buon bicchiere di vino a tavola è d’obbligo. Ed ecco che basta una piccola distrazione per versarselo addosso. Se avete possibilità di trattarla subito, bisogna versarci sopra dell’acqua frizzante e frizionare delicatamente. Se la macchia è ormai secca si può applicare sopra del dentifricio e strofinare energicamente. In seguito procedere col normale lavaggio.

Macchie di erba:

Vi siete stesi su un prato al sole e vi siete macchiati la camicia. L’aceto vi salverà. Tamponatene un po’ sulle macchie, lasciate agire per un’ora e lavate normalmente.

Macchie di pomodoro:

Vi siete schizzati con il sugo degli spaghetti o della pizza. Il miglior rimedio è una soluzione di acqua e soda, in parti uguali, da strofinare sulle macchie, prima di procedere al lavaggio. Questo metodo può funzionare anche con le macchie di grasso.

Macchie d’uovo:

E’ tutta colpa della frittata ed ecco la camicia tutta macchiata! Strofinate sulla macchia un po’ d’acqua ossigenata e poi procedete col normale lavaggio.

Grazie per l’attenzione, ci risentiamo al prossimo rimedio della Nonna, continuate a seguirci!

Loading...
Un commento

Rispondi

Il tuo indirizzo email non viene pubblicato.

Informazioni aziendali
Idea e realizzazione:


P.IVA 06567400483

Copyright © 2017
Tutti i diritti riservati
Responsabilità
L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati.
In caso di controversie vi preghiamo di contattarci ed entro 24 ore eventuali contenuti non autorizzati saranno rimossi.
Disclaimer
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.

Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.