Come riutilizzare l’acqua usata per cuocere la pasta

1 stella - pessimo2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle - ottimo! (Ancora nessun voto.. sii tu il primo!)
Loading...

 

Scolapasta Per riciclare l’acqua

L’acqua è una risorsa primaria ed essenziale, bisognerebbe sempre cercare di risparmiare il più possibile questo bene. Oggi la Nonna vi elencherà una serie di rimedi naturali per “riciclare” l’acqua usata per far bollire la pasta.

Come primo consiglio, che esula dal suo riciclo, vi consigliamo di dotarvi o di un coperchio scolapasta (così da versare facilmente l’acqua in un altro contenitore) oppure di un cestello traforato in acciaio inossidabile 18/10 lucido. Se volete un consiglio della Nonna esistono tantissime pentole apposite con un ottimo rapporto qualità prezzo: Questi “attrezzi” servono per non buttar via l’acqua da bollitura per la pasta.

Una volta che vi siete dotate di uno di questi strumenti, o semplicemente scolerete l’acqua in un’altra pentola, ecco cosa potrete fare con l’acqua da bollitura:

  • Piante: potrete utilizzare l’acqua da bollitura, per bagnare le vostre piante, i vostri fiori.
  • Per lasciare a Bagno: Potrete lasciare a bagno nell’acqua da cottura ceci o lenticchie, che hanno bisogno almeno di una nottata d’acqua. Successivamente scolerete l’acqua rimanente e cucinerete normalmente.
  • Lavaggio Piatti: Se avete l’abitudine di lavare i vostri piatti a mano, basterà versare l’acqua da cottura o nel lavandino (chiuso con un tappo) o in un catino grande, aggiungere un po’ di detersivo per piatti così da non “sprecare” altra acqua.
  • Sugo: Il sugo potrebbe risultare troppo asciutto, per allungarlo l’acqua della pasta torna utile. Perché è ricca di sapori che impreziosiscono il sugo.
  • Pasta di Sale: Potete mettere l’acqua della pasta in una bottiglia e usarla per le vostre creazioni di pasta di sale.
  • Bollire Verdure: Se hai bisogno di far bollire le verdure per il tuo contorno, riutilizzare l’acqua della pasta. Dopo aver rimosso la pasta, portare l’acqua nuovamente ad ebollizione e aggiungete le carote o altre verdure miste all’acqua.
  • Panificazione: Potete utilizzare l’acqua di cottura della pasta, per fare degli ottimi panini, di seguito la Ricetta della Nonna per Sfornare Ottimi Panini oppure Le Baguette della Nonna, il pane per i Bambini e per finire Pane Integrale.
  • Insaporire le Zuppe: Aggiungere un po’ d’acqua di cottura alle vostre zuppe, darà sicuramente un tocco in più di sapore e di minerali, alle vostre preparazioni.
  • Bevanda: L’acqua di cottura è ricca di sali minerali e di amido, avete mai pensato di fare una bevanda? Provate a farla raffreddare in frigo e quando è fresca aggiungete dello sciroppo d’acero.

In linea generale vi consigliamo di “raccogliere” l’acqua di cottura in delle bottiglie di plastica, così da avere sempre a disposizione un po’ d’acqua, e così da avere un impatto minimo sull’ambiente. Per concludere, voi come “riciclate” l’acqua di cottura?

Grazie per l’attenzione, ci risentiamo al prossimo rimedio della Nonna, continuate a seguirci!

Loading...
15 Commenti
  1. Ma usare l’acqua di cottura della pasta per lavare i piatti non è un po’ un controsenso? Cioè, l’amido contenuto nell’acqua, non si attacca sui piatti e sui bicchieri rendendoli opachi?

    1. Ciao Paolo, in effetti potrebbe sembrare un controsenso, ma l’amido e i sali contenuti nell’acqua di cottura, aiuteranno ad “ammorbidire” lo sporco, l’aggiunta di qualche goccia di detersivo, meglio uno al naturale, invece faranno in modo da ottenere un effetto lucentezza… il mio consiglio è quello di provare, così da trovare la propria “alchimia” tra acqua di cottura e detersivo… Noi personalmente non abbiamo mai avuto problemi di opacità… in più abbiamo sempre trovato l’acqua di cottura un ottimo disincrostante…
      P.s. grazie per il commento 😉

    2. Lavare i piatti con l’acqua di cottura della pasta era usanza comune per le nonne (detto da mia nonna!) quando non si conoscevano i moderni detersivi. L’amido contenuto nell’acqua pulisce e sgrassa perfettamente ceramiche e vetro, forse le pentole di acciaio vengono meno brillanti – ma all’epoca si usavano quelle di terracotta…-

  2. Ciao ma se io riutilizzo l’acqua di cottura della pasta per innaffiare piante e fiori non gli da noia o nel paeggiore dei casi le brucia il SALE??

  3. Anche io lavo sempre i piatti con l’acqua della pasta! lo sporco si toglie con più facilità! l’unica cosa che non mi torna è l’utilizzo x annaffiare i fiori…lo avevo letto anche su un libro di consigli per risparmiare, che avevo comprato su ebay annunci qualche tempo fa…ma l’acqua salata non fa male alle piante?
    Ciao e grazie 😉

  4. Il sale non fa male alle piante, anzi le aiuta ad avere “un’alimentazione” migliore!
    Il sale può bruciare le piante? No… le piante possono “bruciarsi” se bagnate e lasciate al sole. 😉

  5. Utilizzare l’acqua della pasta per la cottura delle verdure è fantastica, non devi più usare il sale quindi doppio risparmio.

  6. io sono celiaca, mi chiedevo se l’ acqua di cottura della pasta senza glutine più il succo d’ acero hanno gli stessi effetti di riduzione della pancia. grazie

Rispondi

Il tuo indirizzo email non viene pubblicato.

Informazioni aziendali
Idea e realizzazione:


P.IVA 06567400483

Copyright © 2017
Tutti i diritti riservati
Responsabilità
L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati.
In caso di controversie vi preghiamo di contattarci ed entro 24 ore eventuali contenuti non autorizzati saranno rimossi.
Disclaimer
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.

Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.