Mal Di Denti: Cause, Fitoterapia, Consigli e Approfondimenti

1 stella - pessimo2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle - ottimo! (Ancora nessun voto.. sii tu il primo!)
Loading...

Mal Di Denti: Cause, Fitoterapia, Consigli e Approfondimenti

Che cosa è un mal di denti?

Il “Mal di denti” di solito si riferisce al dolore intorno ai denti e alle mascelle, principalmente come risultato di una condizione dentale. Nella maggior parte dei casi, il mal di denti è causato da problemi diretti ai denti, come ad esempio una cavità dentale, un dente rotto, una radice del dente esposta, o malattie gengivali. Tuttavia, i disturbi della mandibola, possono anche causare un dolore che viene indicato come “mal di denti”. La gravità di un mal di denti può variare da lieve a cronica ad acuta e straziante. Il dolore può essere aggravato dal masticare oppure dal freddo o di caldo. Un accurato esame orale, che comprende anche una radiografia, può aiutare a determinare se il mal di denti proviene da un problema di denti o dalla cavità orale.

A volte, un “Mal di denti” può essere causato da un problema non proveniente da un dente o dalla mandibola. Il dolore intorno ai denti e alle mascelle possono essere sintomi di malattie del cuore, le orecchie (come le infezioni dell’orecchio interno o esterno). Ad esempio, il dolore da angina (inadeguato apporto di sangue ossigenato al muscolo cardiaco a causa del restringimento delle arterie del cuore) si trova in genere al petto o al braccio. Tuttavia, in alcuni pazienti con l’angina, un dolore ai denti o alla mandibola è l’unico sintomo dei loro problemi di cuore. Pertanto è Sempre Consigliato recarsi presso uno studio dentistico o presso il proprio medico di fiducia per le valutazioni e per avere una diagnosi completa e accurata per capire la causa del mal di denti.

Quali sono le cause dentali di mal di denti?

Le comuni cause del mal di denti (dentale) sono le carie, l’ascesso dentale, i disturbi gengivali, irritazione della radice del dente, la “sindrome “del dente rotto, articolazione temporo-mandibolare (ATM) , occlusione, ed eruzione.

Carie e ascessi dentali

La causa più comune di un mal di denti è una cavità dentale (Carie). Le Carie sono buchi nei due strati esterni di un dente chiamati smalto e dentina. Lo smalto è la superficie più esterna più bianca e più dura; la dentina è lo strato giallo appena sotto lo smalto. Entrambi gli strati servono a proteggere l’interno del tessuto del dente vivente chiamato polpa, dove i vasi sanguigni e i nervi risiedono. Alcuni batteri nella bocca convertono gli zuccheri semplici in acido. L’acido ammorbidisce e (insieme con la saliva) “scioglie” lo smalto e la dentina, formando così delle Carie. Le piccole cavità poco profonde, possono NON causare dolore e possono non essere osservate nella quotidianità. Le cavità più profonde, invece, possono essere molto dolorose e diventare un raccoglitore di residui di cibo. La polpa interna al dente “cariato” può irritarsi attraverso delle tossine batteriche o da cibi e liquidi freddi, caldi, acidi, o dolci, causando il mal di denti. Gravi danni alla polpa possono portare alla morte della polpa, con conseguente infezione dei denti (ascesso dentale). Un piccolo gonfiore  può essere presente in prossimità del dente interessato all’ascesso dentale.

Il Mal di denti dovuto a queste grandi cavità, sono il motivo più comune per le visite dai dentisti. Ma ricordatevi che potete migliorare la vostra alimentazione utilizzando questi rimedi della nonna!

L’articolo continua alla pagina seguente!

Loading...
Ancora nessun commento... sii il primo

Lascia un messaggio

Your email address will not be published.

Informazioni aziendali
Idea e realizzazione:


P.IVA 06567400483

Copyright © 2017
Tutti i diritti riservati
Responsabilità
L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati.
In caso di controversie vi preghiamo di contattarci ed entro 24 ore eventuali contenuti non autorizzati saranno rimossi.
Disclaimer
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.

Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.