Mini Guida: Coltivare le Piante d’appartamento

1 stella - pessimo2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle - ottimo! (Ancora nessun voto.. sii tu il primo!)
Loading...

 

Foto Tratta da: http://www.florablog.it/

Per determinare se possiamo far crescere delle piante nel nostro appartamento, dobbiamo valutare, oltre al tipo di pianta, l’ambiente dove verrà collocata e le sue caratteristiche. Se decidete di posizionare delle piante in appartamento, dovete mettervi da subito in testa che anche la pianta meno problematica, avrà bisogno di molte cure e di tanto “amore”. Ricordate che una pianta è un essere vivente che richiede attenzione costante.

Questo non significa che avrà bisogno di essere innaffiata ogni giorno o sarà necessario mettere del fertilizzante per tutto l’anno; significa che dovrete dare alle vostre piante un regolare monitoraggio dello loro stato, e seguire una serie di regole base per la loro cura.

La scelta delle nostre piante d’appartamento sarà condizionata da due fattori importanti: luce e umidità. Quasi tutti le composizioni di piante al coperto hanno bisogno di molta luce (ma non di luce diretta, ma di avere una fonte di luminosità. La luce diretta è dannosa per molte piante). Quindi, prima di acquistare una pianta d’appartamento, è necessario essere chiari su una domanda fondamentale: dove posso mettere la pianta in casa per ricevere abbastanza luce e per rimanere al fresco e in un ambiente sano?

Abbiamo detto che l’umidità e la luce sono fattori fondamentali, ma ci sono molti altri fattori da considerare per far crescere la pianta in modo sano, e con un aspetto gradevole. Altri fattori, come l’irrigazione, la fertilizzazione, la temperatura della casa, sono necessari per prendersi cura delle nostre piante d’appartamento.

Oggi parleremo nel dettaglio di tutti i fattori da prendere in considerazione, per facilità vi riepilogo in un elenco qui sotto:

  • Trapianto di piante d’appartamento;
  • Piante da appartamento luce;
  • L’umidità per le piante d’appartamento;
  • La temperatura per le piante d’appartamento;
  • Concimare le piante d’appartamento

Trapianto di piante d’appartamento

Perché dovremmo trapianto e quando? Abbiamo trapiantato una pianta quando le radici sono troppo strette nel piatto e non può svilupparsi in modo corretto? Per scoprire se la pianta è in quella situazione, afferra la base del fusto delle piante e poi girare sopra una vaschetta o una pentola; se molte radici sono senza terra, è il momento di trapiantarla. Il miglior periodo, per trapiantare, è in primavera, perché in quella stagione la pianta entra in un periodo di crescita, e l’aderenza nella nuova situazione sarà ottimale.

  • La prima cosa da fare è scegliere un vaso di argilla o di plastica, che abbia un diametro leggermente più grande rispetto a quello vecchio (circa da 2 a 4 cm al Max.).
  • Mettente nel fondo del nuovo vaso, della ghiaia e delle palline gelatinose per piante, così da ottenere un ottimo “posto” per le piante che trapianteremo.
  • Aggiungete del Compost su tutto il perimetro del nuovo vaso. Per approfondimenti sul Compost consiglio la lettura di: il Compostaggio – su Giardinaggio.it. Il Compost dovrà essere ben stretto con la mano sul bordo, così da evitare delle sacche d’aria e permettere al compost di rimanere in contatto con le radici.
  • Ricordate che per una pianta appena trapiantata è consigliato di aspettare almeno un mese prima di aggiungere fertilizzante.

L’articolo continua alla pagina seguente!

Loading...
2 Commenti

Rispondi

Il tuo indirizzo email non viene pubblicato.

Informazioni aziendali
Idea e realizzazione:


P.IVA 06567400483

Copyright © 2017
Tutti i diritti riservati
Responsabilità
L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati.
In caso di controversie vi preghiamo di contattarci ed entro 24 ore eventuali contenuti non autorizzati saranno rimossi.
Disclaimer
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.

Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.