Rimedi Antichi e Medievali

  • Rimedio antico per le ferite -1-: Mettere in una casseruola a fuoco basso, una manciata di semi di mela cotogna e 2 tazze di acqua. Lasciate fino a quando non comincia a formarsi una gelatina. Togliere dal fuoco per raffreddare leggermente. Mettere la gelatina sopra le ferite e coprite con una garza. Ripetere più volte fino a quando la ferita non si rimargina.
  • Rimedio antico per le ferite -2-: Fate bollire dell’acqua in una tazza aggiungete un pezzo di radice di celidonia per 3 minuti. Togliere dal fuoco e lasciare raffreddare. Mescolare con vino bianco e anice. Applica sulle piaghe con una garza.
  • Antico rimedio per le scottature: Versare una manciata di semi di lino in un tegame con un litro di acqua e fate cuocere per 5 minuti. Lasciare raffreddare e lavare la parte scottata fino a guarigione.
  • Antico rimedio per bolle: Versare in una casseruola tre bicchieri d’acqua e una grande tazza di semi di lino. Tenere il tegame sul fuoco fino a quando non inizia a bollire. Filtrare il brodo e travasare la soluzione in una bottiglia, bagnare un panno con il succo e applicare sulle bolle della pelle.
  • Rimedio antico per disturbi epatobiliare: Lavate, sbucciate e tritate 2 ravanelli; metteteli in una casseruola dove aggiungerete 3 bicchieri d’acqua e  3 cucchiai di zucchero. Lasciate il composto riposare per 24 ore. Trascorso questo tempo, prendere un cucchiaio prima di ogni pasto.
  • Antico rimedio per il dolore causato da fratture: Lavate 100 g di radice di Piantaggine, fatela essiccare e tagliata in piccoli pezzi. Aggiungere 1/2 kg di miele e mescolare fino a quando non avrete un impasto omogeneo. Applicate alla frattura per ridurre il dolore. (Nessun massaggio)
  • Rimedio antico per infiammazioni: Marinate in una ciotola con l’olio di oliva , 4 foglie di portulaca, una manciata di viole, piantaggine,  e la polpa di una zucca. Mettete sul fuoco e mescolare con cera d’api. Mescolare fino ad ottenere un unguento, applicato su zone infiammate, darà un notevole contributo al basso gonfiore.
  • Antico rimedio per espellere catarro: Mangiare un’insalata di radici di crescione radici ben condita con olio e aceto.
  • Antico rimedio per nascondere le rughe: Mescolare in una casseruola un po’ di vino bianco, 4 cucchiai di miele e succo di porro. Di notte, mettete questa crema sulla pelle e al mattino, pulite il viso con un fazzoletto.
  • Rimedio antico per controllare l’aumento di peso -1- Consumare per dieci giorni, due volte al giorno dei cachi: possono essere cotti in purè o marmellata.
  • Rimedio antico per controllare l’aumento di peso -2-: Fate bollire in una tazza acqua una manciata d’orzo per 15 minuti. Prendete  l’infuso tre volte al giorno.

Grazie per l’attenzione, ci risentiamo al prossimo rimedio della Nonna, continuate a seguirci!

Leave a Reply