Deumidificatore a sali fai da te, semplice da fare in casa

Sia il caldo che il freddo possono portare a un aumento dell’umidità all’interno della propria abitazione. Una condizione che comporta danni alle mura domestiche e all’edificio ma alla lunga anche alla salute dei suoi abitanti. Le cause dell’umidità sono molteplici: condizioni atmosferiche non buone, condensa che si crea in ambienti quali bagno o cucina, perdite provocate da rotture alle tubazioni idriche, umidità da risalita, che interessa principalmente i piani che appoggiano sul terreno. Per prevenire e risolvere il problema dell’umidità in casa esistono comunque diversi rimedi naturali da applicare con facilità.

La Nonna vi ha già parlato ad esempio di alcuni rimedi casalinghi per combattere, trattare e prevenire la muffa in casa, ma per l’umidità c’è un rimedio davvero interessante, che consiste nel creare un deumidificatore a sali fai da te. E’ importante che l’umidità di ogni stanza sia adeguata, per mantenere uno spazio confortevole e sano. I livelli di umidità interna dovrebbero essere compresi tra il 30 e il 50%, con un livello ideale di circa il 45%.

Come si determina la situazione della propria casa? Misurare l’umidità in tutta l’abitazione fornirà una risposta più completa. I livelli di umidità possono essere facilmente controllati con un igrometro, uno strumento economico che assomiglia ad un termometro. Solitamente, gli scantinati hanno livelli di umidità più elevati, così come i bagni, le cucine e le lavanderie. Le stanze più vicine a queste aree avranno un livello di umidità più elevato rispetto a quelle più lontane.

Una volta che hai un’idea precisa di quanto siano umidi i tuoi ambienti interni, puoi adottare alcuni rimedi per raggiungere il livello di umidità ideale. La cosa bella degli umidificatori e dei deumidificatori è che sono autoregolanti, ossia si regolano in base a ciò che Madre Natura dice loro. Ad esempio, un umidificatore evapora meno acqua dal filtro in base all’umidità dell’aria. Questo impedisce che troppa umidità venga emessa nell’aria.

Come fare un deumidificatore a sali fai da te

Vediamo adesso come fare un deumidificatore a sali fatto in casa. In inverno la Nonna consiglia di mettere questo deumidificatore fai da te in ogni stanza della casa.

deumidificatore a sali fai da te

Ingredienti

  • Una bottiglia d’acqua vuota
  • Un pacco di sale grosso da cucina

Procedimento

Prendi la bottiglia vuota, e asciugala con cura; quindi tagliala in due, con la parte del fondo che risulti più “lunga” dell’altra. Metti del sale grosso da cucina nella parte del fondo: 150 grammi per una stanza media (5×5) vanno benissimo. Copri quindi la parte bassa della bottiglia con l’altra parte, e mettila in frigorifero per 10 ore.

Quando il deumidificatore fatto in casa è pronto, posizionalo in una stanza durante la notte, o quando sei al lavoro. Una volta che il sale sarà bagnato (normalmente 3-4 giorni ma dipende da quanta umidità c’è nella stanza), sarà necessario asciugarlo (in forno a 50° per 15 minuti – a proposito se devi pulirlo, leggi questi Rimedi della Nonna), e ripeti il procedimento per un massimo di 5-6 volte. In alternativa alla bottiglia di plastica, puoi utilizzare una bacinella, una terrina o una scatola di plastica per contenere il sale.

Rimedi della Nonna contro l’umidità in casa

Se la causa primaria dell’umidità risale al terreno, bisogna coibentare il muro esterno a contatto con il terreno con materiali impermeabili. Un altro rimedio della Nonna efficace consiste nell’inserire nei muri specifici sifoni per la raccolta e l’evaporazione dell’umidità.

È importante per contrastare l’umidità applicare alcune buone pratiche domestiche. Per prevenirla è necessario evitare il ristagno di condensa e ventilando gli ambienti, soprattutto quelli più a rischio come la cucina e il bagno. Alcune norme potrebbero tornarti utili: arieggia la casa ogni mattina per almeno 10 minuti, evita il ristagno dell’acqua nei sottovasi delle piante da interno, installa una ventola in bagno se non c’è una finestra, usa la cappa aspirante durante la cottura dei cibi.

Sono le buone abitudine a tornare utili, come arieggiare bene la casa, evitare di cucinare a finestre chiuse e lavare spesso le tende o i tappeti delle zone più umide da trattare preferibilmente con un antimuffa. Infine, è bene non far asciugare il bucato in casa che crea molta umidità.

E se l’umidità è troppo bassa?

Bassa umidità significa aria secca e asciutta. Senza un’umidità adeguata, ti esponi a tutti i dolori causati dall’aria secca: naso e gola asciutti, pelle secca e un maggiore rischio di prendere il raffreddore. Oltre a ciò, può avere un impatto anche sulla tua casa. Una bassa umidità può danneggiare il legno e i muri a secco, causando il restringimento dei pavimenti in legno e persino la mancata sintonizzazione dei pianoforti.

L’umidità bassa è più comune nei climi freddi perché l’aria fredda può non trattenere il vapore acqueo. (Questo è il motivo per cui i condizionatori d’aria gocciolano – l’aria più fredda tiene meno l’umidità.) Le case vecchie e meno efficienti dal punto di vista energetico sono anche più soggette a una bassa umidità.

Ma i livelli di umidità sono facilmente aumentabili utilizzando un umidificatore. Gli umidificatori devono essere tenuti puliti, cambiando i filtri regolarmente secondo le istruzioni del produttore. Il tipo più comune di umidificatore per evaporazione utilizza un filtro di assorbimento che assorbe l’acqua. Un ventilatore soffia poi nell’aria ed evapora parte dell’acqua.

Consiglio: compra un umidificatore grande abbastanza per la tua casa, e che contenga molta acqua: non vorrai certo passare il tempo a rifornirlo costantemente!

Summary
Deumidificatore a sali Fai da Te
Article Name
Deumidificatore a sali Fai da Te
Description
Deumidificatore a sali Fai da Te, semplice da fare in casa
Author
Publisher Name
Rimedi della Nonna
Publisher Logo

20 Comments

  1. testerofknowledge 4 Luglio 2012
  2. Gloria 6 Dicembre 2012
    • giuseppe 15 Gennaio 2014
  3. pamela zanetti 19 Gennaio 2013
    • Luca 19 Gennaio 2013
  4. teresa 20 Gennaio 2013
    • Luca 20 Gennaio 2013
  5. vittorio 4 Aprile 2013
  6. Carmen 29 Luglio 2013
    • Giuseppe 13 Ottobre 2013
  7. roberta 4 Gennaio 2014
  8. davide 14 Gennaio 2014
  9. elvio 11 Maggio 2014
  10. Joaquin 13 Ottobre 2014
    • Nonna 13 Ottobre 2014
  11. Giancarlo 5 Febbraio 2015
  12. pippo 18 Agosto 2015
  13. Antonio 20 Agosto 2015
  14. rita 25 Novembre 2015
  15. Anna Valmori 10 Luglio 2018

Leave a Reply