Galani della nonna

I Galani della nonna

La ricetta dei Costoli o Galani della nonna è molto più antica di quella delle frittelle: la sua origine risale ai tempi dei Romani che facevano nella Festa di Primavera, con lo stesso impasto usato per le lasagne, preparavano dei dolci molto simili ai galani, fritti nel grasso di maiale e inzuccherati che chiamavano frictilia.

In realtà c’è una differenza nello spessore e nella forma tra crostoli, veneti, tipici della terraferma, e galani, veneziani, tipici di Venezia e laguna, ma l’impasto non cambia: i galani sono più sottili e la loro forma richiama quella dei nastri; i crostoli sono grossi rettangoli con la pasta più spessa. Viva il carnevale Veneziano che ci regala queste fantastiche leccornie!!

INGREDIENTI

  • 500 gr farina 00
  • 100 gr zucchero
  • 50 gr burro
  • 2 uova
  • un pizzico di sale fino
  • 1 fialetta di aroma di vaniglia
  • buccia di 1 limone grattugiata
  • un bicchierino di grappa
  • olio per friggere q.b
  • Zucchero a velo per decorare q.b.

PROCEDIMENTO

Fate una fontana con la farina e create un buco al centro dove metterete tutti gli ingredienti: le uova, lo zucchero, il burro e la grappa. Lavorate a lungo l’impasto perchè dovrete ottenere un panetto senza grumi, dopodiché lo lasciate riposare per mezz’ora avvolto nella pellicola trasparente. Per velocizzare il processo, potete usare la planetaria, ma il sapore secondo me cambia, questo è un lavoro che va fatto con calma è un’antistress!

Stendete l’impasto sottile, se disponete di una papera fate tutti i passaggi, io per averli ancora più sottili li passo anche con il mattarello e tagliateli a striscette. Per i bordi usiamo una rotella da pasta che oltre a tagliare, dona anche ai galani un decoro seghettato, non dimenticatevi di fare il classico taglio all’interno che aiuterà il galano nella cottura.

Prendete una padella capiente, versate un bello strato di olio di semi di girasole per fare la frittura, i galani devono galleggiare.

Mettete pochi galani alla volta a friggere nell’olio per avere tempo sufficiente per toglierli al momento giusto. Per ciascuno basteranno un paio di minuti. Assicuratevi che siano uniformemente dorati prima di toglierli.

Infine, disponeteli su un foglio di carta assorbente, quando si saranno raffreddati passateli uno a uno con lo zucchero a velo.

Galani della nonna

Ricette che potrebbero interessarvi:

Summary
recipe image
Recipe Name
I Galani della nonna
Published On
Preparation Time
Cook Time
Total Time
Average Rating
41star1star1star1stargray Based on 1 Review(s)

Leave a Reply