Come rimuovere l’odore di fumo da casa con i rimedi della Nonna

1 stella - pessimo2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle - ottimo! (Ancora nessun voto.. sii tu il primo!)
Loading...

Dalle salsicce sulla griglia della settimana scorsa alla pipa del nonno, il cattivo odore di fumo persistente può affliggere una stanza o tutta la casa. Per areare gli spazi interni e godersi un’aria più pulita, ecco una serie di semplici rimedi della Nonna per rimuovere l’odore di fumo.

Fonti del cattivo odore di fumo in casa

Uno dei primi pensieri sull’odore di fumo è che proviene solo da sigarette, pipe e altri prodotti del tabacco, ma ci sono altre fonti di cattivo odore di fumo da riconoscere. Le vostre stanze potrebbero avere un cattivo odore a causa di grasso in cucina, cibo bruciato sul fornello o nel forno, elettrodomestici surriscaldati, barbecue, griglia, caminetti e camini.

Rimedi della Nonna per rimuovere l’odore di fumo

 
I comuni prodotti per la casa possono diventare un salvagente che respinge l’odore e aiuta la deodorazione. Ma per eliminare gli odori indesiderati, i rimedi della Nonna per gli odori di fumo fanno davvero miracoli: provare per credere!

Aceto

L’odore persistente del fumo di sigaretta può offuscare la tua bella presenza, soprattutto quando indossi “bei vestiti”, come un abito elegante. Rimuovi l’odore senza ricorrere alla tintoria aggiungendo un bicchiere di aceto ad una vasca riempita con acqua del rubinetto calda. Chiudi la porta e appendi i capi sopra il vapore: l’odore dovrebbe evaporare dopo un paio d’ore.

L’aceto si usa anche per rimuovere rapidamente l’odore di fumo di sigaretta fresca da una stanza: basta inumidire un panno con aceto e agitarlo in aria con movimenti circolari. In alternativa, Quando un odore di affumicato permane nella tua stanza, metti un paio di ciotole piene di aceto di mele in giro: gli odori dovrebbero scomparire entro un giorno.

ragazzo che fuma in casa

Bicarbonato di sodio

Togli il fastidioso odore di sigarette da mobili, sedie e divani spruzzando leggermente una piccola quantità di bicarbonato di sodio. Lascia riposare la polvere per alcune ore e quindi aspira.

Apri le finestre

Dopo aver fumato una sigaretta, apri le finestre in modo che almeno un po’ del cattivo odore vada via. Inoltre, accendi un ventilatore per far circolare l’aria.

Estratto di vaniglia

Immergi uno straccio nell’estratto di vaniglia e mettilo al centro della stanza per favorirne l’assorbimento di cattivi odori.

Carbone

Aggiungi ciotole di carbone alle tue stanze fumose per aiutare ad assorbire gli odori. Se sei un fumatore frequente, tieni il carbone vicino ai posacenere.

Detersivo per piatti e borace

Trattare le pareti imbevute di fumo lavandolo con una miscela di due litri di acqua calda, 100 ml di borace e un cucchiaino di detersivo per piatti. Lava le pareti con questa soluzione utilizzando una spugna morbida, quindi risciacqua con acqua.

Caffè

L’utilizzo di fondi di caffè freschi è un rimedio della Nonna molto efficace per eliminare l’odore di fumo in cucina e in altre parti della casa. Metti delle ciotole di fondi di caffè in cucina (compresi gli armadietti chiusi), e lascia agire per almeno 24 ore.

Giornale

Poiché la carta del giornale ha la capacità di assorbire gli odori, è possibile rimuovere l’odore di fumo accartocciando diversi fogli e posizionandoli in armadi chiusi e altre fessure. Poi aspetta 48 ore, per permettere al giornale di far funzionare la sua magia.

Pulisci tutte le superfici

Il fumo si attacca a superfici piatte, il che significa che per eliminare completamente l’odore è necessario pulire molto per rimuovere i residui maleodoranti. Concentrati su pavimenti, superfici di tavoli e soffitti.

Cambia lampadine

È interessante notare che il fumo si attacca alle lampadine, e ogni volta che se ne accende una, la stanza si riempie di nuovo di odore di sigaretta. Cambia o pulisci le lampadine per risolvere questo problema.

Ammoniaca

Metti delle ciotole piene di ammoniaca sui tavoli per aiutare ad assorbire i cattivi odori nelle stanze.

Sole

Per trattare i vestiti e i materassi pieni di fumo, lavali e mettili ad asciugare al sole, poiché i raggi sono noti per le loro proprietà deodoranti naturali.

Deodorante per tappeti

Alcune persone combattono il cattivo odore di fumo sui tappeti cospargendoli con polvere deodorante, aspettando un giorno e aspirando il giorno successivo. In seguito, capovolgi il tappeto dall’altra parte e ripeti il processo. Questo rimedio della Nonna si può usare anche sui materassi!

Candele profumate

Mentre l’odore di fumo non è ancora andato via del tutto (a seconda del periodo di tempo in cui la stanza è stata esposta), un rimedio rapido è quella di accendere una candela profumata (clicca qui per un video su come farla da soli) per mascherare l’odore. La cannella è un profumo ottimo da utilizzare a questo scopo.

Usa l’aspiratore

Se l’odore di fumo proviene da cibo bruciato, molte persone si dimenticano di accendere l’aspiratore in cucina (situato sopra la cappa). Accendilo per estrarre gli odori e i fumi dalla stanza.

Limoni

Taglia una manciata di limoni a fettine e mettili in una pentola piena d’acqua. Mettila sul fornello e fai bollire finché l’acqua non è evaporata del tutto: il profumo dei limoni aiuterà a rimuovere l’odore di cibo bruciato nell’aria.

Summary
Come rimuovere l'odore di fumo da casa
Article Name
Come rimuovere l'odore di fumo da casa
Description
Come rimuovere l'odore di fumo da casa con i rimedi della Nonna
Author
Publisher Name
Rimedi della Nonna
Publisher Logo
Loading...
1 Commento

Lascia un messaggio

Your email address will not be published.

Informazioni aziendali
Idea e realizzazione:


P.IVA 06567400483

Copyright © 2017
Tutti i diritti riservati
Responsabilità
L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati.
In caso di controversie vi preghiamo di contattarci ed entro 24 ore eventuali contenuti non autorizzati saranno rimossi.
Disclaimer
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.

Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.