Bolletta del gas: come risparmiare

1 stella - pessimo2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle - ottimo! (1 voto/i, media: 5,00 su 5)
Loading...

La bolletta del gas è tra le maggiori voci di spesa per il bilancio familiare, anche se tendiamo a ricordarlo solo quando l’inverno è già inoltrato e l’impianto di riscaldamento domestico ha già fatto la gran parte del suo lavoro.

Fondamentale nel creare l’atmosfera giusta, infatti, la coperta della nonna non basta a garantire il tepore necessario nelle fredde serate invernali e ad avvisarci, a volte in maniera brusca, è proprio l’arrivo della bolletta del gas.

Nemica del portafogli e spesso poco leggibile, nonostante gli sforzi fatti dall’Authority per l’energia nell’ultimo anno, la fattura può però diventare una valida alleata per il risparmio nel momento in cui si decide di comprenderla fino in fondo, affidandosi alle guide presenti sul web e agli strumenti multimediali come il video tutorial per la bolletta del gas realizzato da Facile.it, noto comparatore delle migliori tariffe per le utenze domestiche.

Saper leggere la bolletta è infatti il primo passo per adottare gli accorgimenti necessari alla riduzione degli sprechi, ma anche per cambiare tariffa o fornitore nel momento in cui si capisce che la propria offerta non è tra le più economiche sul mercato.

Se i fattori che contribuiscono alla spesa per il gas sono numerosi, è bene sapere che l’unica parte variabile delle tariffe, quella che fa la differenza tra i vari gestori del mercato libero, è la Quota Energia espressa in €/Smc. Quando la Quota Energia presente in fattura è più elevata rispetto a quella delle altre offerte, facilmente visualizzabili attraverso i comparatori online, allora è consigliabile cambiare tariffa o fornitore, con la possibilità di usufruire di promozioni a prezzo bloccato per uno o due anni.

La Quota Energia è elevata ma non si è ancora pronti ad abbandonare le garanzie offerte dal servizio di maggior tutela? Esiste una formula intermedia chiamata Tutela Smile, voluta dall’Autorità per l’energia in vista del definitivo passaggio al mercato libero, che consente fino al 30 giugno 2018 di aderire ad offerte con condizioni contrattuali definite e sorvegliate dall’Authority stessa, anche se con sconti limitati alla prima bolletta.

Per risparmiare però, non è sempre necessario cambiare. Proprio dalla lettura della bolletta del gas è infatti possibile capire se stiamo pagando per servizi che potrebbero essere meno costosi o addirittura gratuiti: ad esempio, si possono ridurre i costi scegliendo la bolletta via e-mail invece di quella cartacea, così come l’addebito bancario al posto del tradizionale bollettino. In caso di offerte del mercato libero, inoltre, è sempre bene verificare che non siano presenti servizi accessori di cui si potrebbe fare a meno, come eventuali polizze assicurative o canoni di assistenza per l’impianto.

Un discorso a parte lo merita il Bonus Gas creato dall’Autorità per l’energia con l’obiettivo di aiutare le famiglie in condizione di disagio economico e quelle numerose. Sottoutilizzato rispetto al numero degli aventi diritto, il Bonus Gas consente un risparmio concreto sulla spesa per il gas delle famiglie con ISEE fino a 8.107,5 euro e per quelle con più di 3 figli a carico, il cui ISEE non è superiore a 20.000 euro. Per richiedere il Bonus Gas, al proprio comune di residenza o all’ente locale designato, è sufficiente seguire la procedura illustrate sulla pagina dedicata dell’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani.

Summary
Bolletta del gas: come risparmiare
Article Name
Bolletta del gas: come risparmiare
Description
Bolletta del gas: come risparmiare
Author
Publisher Name
Rimedi della Nonna
Publisher Logo
Loading...
Ancora nessun commento... sii il primo

Lascia un messaggio

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Informazioni aziendali
Idea e realizzazione:


P.IVA 06567400483

Copyright © 2017
Tutti i diritti riservati
Responsabilità
L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati.
In caso di controversie vi preghiamo di contattarci ed entro 24 ore eventuali contenuti non autorizzati saranno rimossi.
Disclaimer
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.

Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.