Cumino nero: usi, proprietà e rimedi naturali della Nonna

1 stella - pessimo2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle - ottimo! (Ancora nessun voto.. sii tu il primo!)
Loading...

La Nigella Sativa, meglio nota come cumino nero, è un’erba che raggiunge un’altezza compresa tra i 20 e i 90 cm. I suoi fiori sono solitamente delicati e di diversi colori come bianco, giallo, rosa, blu o viola pallido.

È una pianta utilizzata in tutto il mondo fin dall’antichità da molteplici culture indigene in medicina e a scopi religiosi, grazie alle sue varie proprietà. Il cumino nero è originario dell’Europa meridionale, dell’Africa settentrionale e dell’Asia sud-occidentale.

Tuttavia, è stato coltivato in vari paesi in tutto il mondo, come l’India, la Siria, il Pakistan, la Turchia, l’Arabia Saudita, le nazioni dell’Europa meridionale e del Mediterraneo. Sia i semi che l’olio hanno una lunga storia: i primi documenti sulla sua coltivazione e uso ci portano in Egitto, più precisamente alla tomba dell’antico faraone Tutankhamon oltre 3300 anni fa.

Come si usa il cumino nero

Tradizionalmente, il cumino nero è sempre stato usato per trattare vari disturbi e malattie legati al sistema respiratorio, immunitario, digestivo o cardiovascolare. Ad esempio, nella cultura indù e araba, i cumino nero e il suo olio fungono da cibo e medicinale. In effetti, è stato chiamato il “seme della benedizione“.

Nei paesi del Sud-est asiatico e del Medio Oriente veniva usato per curare malattie come reumatismi, malattie infiammatorie, bronchiti e asma. Oggi, il cumino nero può essere utilizzato in diversi modi:

  • Macerato: quando si esegue questo processo di tintura, vengono estratti i principi attivi dei semi. Questa presentazione è usata in caso di indigestione, perdita di appetito, diarrea, dismenorrea, amenorrea, idropisia ed eruzioni cutanee.
  • Olio: in questo caso, l’olio viene utilizzato come antisettico e analgesico di un’area specifica del corpo.
  • Semi tostati: mangiare i semi tostati di cumino nero è utile per fermare i casi di nausea e vomito.

Proprietà del cumino nero

La Nigella Sativa è una delle piante medicinali più studiate negli ultimi anni. Grazie a ciò, occupa uno dei primi posti nei test basati sull’evidenza e ci sono numerosi studi scientifici che assicurano che consumarlo in modo equilibrato può aiutare a migliorare la salute.

Tra le principali sostanze curative presenti nei semi c’è il timochinone, il principale componente bioattivo dell’olio essenziale, ma anche l’alfaenderina, una sostanza idrosolubile che funziona come un potenziale agente antitumorale.

Per quanto riguarda la sua composizione, oltre al suo contenuto di proteine, grassi, carboidrati e fibre, i semi di cumino nero contengono una buona quantità di varie vitamine e minerali come il potassio, lo zinco o il ferro. Allo stesso modo, i semi contengono acidi insaturi, principalmente acido linoleico (dal 50 al 60%) e acido oleico (20%). Contiene anche acidi grassi saturi, anche se in misura minore (30% o meno). Le sue azioni farmacologiche sono le seguenti:

  • antidiabetica
  • antimicrobica
  • antinfiammatoria
  • antispasmodica
  • broncodilatatore
  • gastroprotettiva

un cucchiaio di legno e semi di cumino nero

Precauzioni nell’uso

Come avrete notato, il cumino nero ha un incredibile potenziale nutrizionale e medico. Tuttavia, è importante ricordare che, poiché il suo uso e il suo consumo attraggono enormi benefici, può anche avere alcuni effetti collaterali.

In gravidanza

Il consumo di cumino nero in gravidanza è proibito, poiché l’erba può influenzare le normali contrazioni dell’utero.

In caso di reazioni allergiche

In alcune occasioni, l’uso di cumino nero può causare anafilassi, cioè reazioni allergiche che provocano infiammazione alle vie respiratorie. Possono anche apparire in alcune parti del viso come labbra, lingua, bocca e correre con orticaria, vertigini, nausea, ecc. Questa condizione è fatale se non viene affrontata tempestivamente. Per questo motivo, è necessario prestare particolare attenzione alla sua somministrazione e agli effetti che produce su ciascuna persona.

In caso di interazioni negative

A causa delle sue proprietà antiossidanti, il cumino nero potrebbe diminuire l’efficacia di trattamenti e farmaci contro il cancro, tra cui la radioterapia e la chemioterapia. Prima di consumarlo, è essenziale consultare uno specialista.

In caso di dermatite

In alcuni casi, il contatto con il seme può causare una reazione cutanea e pruriginosa sulla pelle. Inoltre, potrebbe causare vesciche, dolore o sensibilità nell’area con cui è stato a contatto.

In caso di bassa pressione

Una delle proprietà del cumino nero è quella di abbassare la pressione sanguigna e aumentare la respirazione. Pertanto, il suo uso non è raccomandato tra coloro che soffrono di bassa pressione, dal momento che il suo uso potrebbe accentuare gli effetti dell’ipotensione, causare uno shock a causa di improvvisa perdita di sangue, una grave infezione o addirittura un infarto.

In conclusione, non è sbagliato che il cumino nero sia considerato miracoloso. Tuttavia, si deve ricordare che l’eccesso di qualsiasi sostanza è generalmente dannoso per la salute. Pertanto, la Nonna condivide sempre con voi le migliori informazioni in modo che fungano da supporto in ogni momento.

Grazie per l’attenzione, ci risentiamo al prossimo rimedio della Nonna, continuate a seguirci!

Summary
Cumino nero: usi, proprietà e rimedi naturali della Nonna
Article Name
Cumino nero: usi, proprietà e rimedi naturali della Nonna
Description
Cumino nero: usi, proprietà e rimedi naturali della Nonna
Author
Publisher Name
Rimedi della Nonna
Publisher Logo
Loading...
Ancora nessun commento... sii il primo

Lascia un messaggio

Your email address will not be published.

Informazioni aziendali
Idea e realizzazione:


P.IVA 06567400483

Copyright © 2017
Tutti i diritti riservati
Responsabilità
L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati.
In caso di controversie vi preghiamo di contattarci ed entro 24 ore eventuali contenuti non autorizzati saranno rimossi.
Disclaimer
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.

Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.