Bere troppo tè fa male ai denti?

1 stella - pessimo2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle - ottimo! (Ancora nessun voto.. sii tu il primo!)
Loading...

Sappiamo che i dolci sono dannosi per la nostra salute orale, ma spesso non consideriamo altri cibi o bevande che possono danneggiare i denti. Uno di questi è il ! Sì, lo stesso che consumiamo per riscaldarci in inverno, per alleviare il mal di stomaco e anche per perdere peso.

In questo articolo la Nonna vi spiegherà se bere troppo tè fa male e rende i denti gialli, e quali tipi di infusioni sono invece raccomandate. Non perdetevelo!

Il tè macchia i denti?

Il tè nero, come il caffè, macchia i denti a causa della sua composizione: i tannini. Questo componente si incunea nelle minuscole fessure dello smalto dei denti e li rende più ruvidi. Inoltre, aumenta la possibilità di accumulare tartaro, trattenere batteri e causare carie. Naturalmente, più tannini ci sono in una bevanda, più aumentano le macchie e i denti gialli.

Pensiamo per un momento a cosa succede ad un tessuto (come la nostra camicetta preferita) quando ci si versa del tè sopra … Si sporca, giusto? Qualcosa di simile accade nei denti senza che ce ne accorgiamo! È chiaro che, con una tale presentazione, bandiremo il tè dalla nostra dieta quotidiana. Ma non dovete essere così drastici: berlo con moderazione può essere un buon modo per contrastare i suoi effetti.

Abbiamo anche la possibilità di aggiungere latte per neutralizzare gli acidi e, naturalmente, bere più acqua per “spazzare” e pulire bene l’area.

Quale sarebbe un consumo moderato di tè?

Questa è una domanda che in molti si pongono: tutto dipende da diversi fattori. Gli esperti di nutrizione consigliano che, al massimo, 2 tazze al giorno vanno più che bene.

Per quanto riguarda il momento migliore della giornata per godersi una ricca infusione … Quando vi piace di più! Alcuni lo scelgono per colazione, altri prima di andare a dormire, ci sono anche quelli che lo preferiscono a metà mattina e quelli che si fanno un tè dopo pranzo.

Tuttavia, tornando alla domanda iniziale se bere troppo tè fa male ai denti, bisogna dire che, purtroppo, è sulla lista dei peggiori alimenti e bevande da consumare se si vuole sfoggiare un sorriso luminoso come quelli della pubblicità dei dentifrici.

Potremmo pensare che bere tè sia meglio che bere caffè ma, in realtà, non è così. Il tè nero colora i denti tanto quanto le altre bevande scure, tra cui vino e coca cola.

Quindi il nostro pensiero sarà: “Bevo tè alle erbe“. E’ una scelta migliore quando si tratta di macchie sui denti perché scoloriscono di meno, ma ha anche uno svantaggio, l’erosione dello smalto dei denti che avviene in misura maggiore rispetto al tè nero.

bere troppo tè fa male o no? Ecco la risposta!

Il tè fa male ad ossa e denti?

Un’altra domanda che viene fuori molto spesso. Uno studio americano ha cercato di capire perché un gruppo di pazienti aveva dolori cronici alle ossa dell’anca, delle braccia e delle gambe. Dopo diversi test, si è concluso che queste persone avevano un’alta quantità di fluoro nel sangue. A cosa erano dovute queste alte concentrazioni? All’eccessiva assunzione di tè.

Tuttavia, per indebolire i denti e le ossa, dobbiamo berne davvero tanto ogni giorno (circa 5 tazze, almeno). Può sembrare una quantità considerevole, ma ci sono persone che, senza rendersene conto, passano buona parte del giorno consumando numerose infusioni in diversi momenti.

Come impedire al tè di macchiare i denti?

Non c’è bisogno di smettere di bere tè per sempre se vogliamo mostrare denti bianchi e lucenti. Tantomeno pensare che con ogni tazza faremo un male irreparabile alle nostre ossa. Basta ridurre la quantità di assunzione se ne stiamo consumando troppo. Ecco alcuni consigli della Nonna che possono aiutarvi a non perdere l’occasione di gustarvi un delizioso tè:

Risciacqui con acqua

Una volta finito di gustare il vostro tè preferito, sciacquate la bocca con acqua a temperatura ambiente. Potete anche bere un bicchiere d’acqua per trascinare i tannini fuori dalla bocca.

Bere un tè leggero

Non lasciate la bustina per troppo tempo nella tazza. Quando l’acqua si è tinta, rimuovetela. In questo modo eviterete che il tè sia troppo forte e macchi i denti.

Aggiungere latte

Un tè con latte o crema può essere delizioso e perfetto per le mattine o per le giornate in ufficio. E non consumerete l’infuso troppo carico di tannini!

Bere tè senza zucchero

Come già sappiamo, lo zucchero non fa bene alla salute. Meglio lo zucchero di canna o la stevia, e per questo il fatto di bere un tè non contribuirà alla formazione di carie.

Optare per il tè verde

Non solo il tè verde è perfetto per l’estate e l’inverno e aiuta a perdere peso, ma anche a macchiare meno i denti rispetto al tè nero.

Spazzolare di più

Una volta finito il tè, potrete spazzolare bene i denti in modo che i composti dell’infusione non si attacchino fin da subito. Per farlo, fate movimenti circolari senza esercitare troppa pressione, poichè danneggereste lo smalto.

Usare il filo interdentale

Il filo interdentale non può mai mancare nella borsa. I denti spesso si scoloriscono ai bordi perché è lì che lo spazzolino non riesce a fare il suo lavoro.

Grazie per l’attenzione, ci risentiamo al prossimo rimedio della Nonna, continuate a seguirci!

Summary
Bere troppo tè fa male ai denti?
Article Name
Bere troppo tè fa male ai denti?
Description
Bere troppo tè fa male ai denti?
Author
Publisher Name
Rimedi della Nonna
Publisher Logo
Loading...
Ancora nessun commento... sii il primo

Lascia un messaggio

Your email address will not be published.

Informazioni aziendali
Idea e realizzazione:


P.IVA 06567400483

Copyright © 2017
Tutti i diritti riservati
Responsabilità
L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati.
In caso di controversie vi preghiamo di contattarci ed entro 24 ore eventuali contenuti non autorizzati saranno rimossi.
Disclaimer
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.

Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.