Dite addio al dolore cervicale grazie ai rimedi della Nonna

1 stella - pessimo2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle - ottimo! (1 voto/i, media: 5,00 su 5)
Loading...

 

Il dolore cervicale, chiamato anche cervicalgia, è un sintomo che può verificarsi ovunque sul collo, compresi i nervi e i dischi intervertebrali. Di solito è accompagnato da muscoli rigidi, vertigini, mal di testa e difficoltà ad eseguire determinati movimenti.

La sua causa principale è l’adozione di cattive posture, ma è anche associato a stress, lesioni e attività fisica eccessiva. Anche se può essere lieve e durare poco, talvolta è così grave che rende incapace la persona di compiere la routine quotidiana.

Infatti, il dolore cervicale può influenzare le strutture nervose che si uniscono alle braccia e, per questo motivo, la malattia si estende a queste. La buona notizia è che può essere controllata con rimedi naturalie, in quanto alcuni ingredienti possiedono composti antinfiammatori e analgesici. Soffrite di questa malattia? Scoprite 5 rimedi della Nonna per curarla.

Trattamento all’infusione di ortica

I massaggi con infusione di ortica calda sono una terapia rilassante che riduce la gravità del dolore cervicale. Questa pianta ha al suo interno sostanze anti-infiammatorie che, dopo essere state assimilate, calmano la rigidità dei muscoli compromessi.

Ingredienti

  • 2 cucchiai di foglie d’ortica secche
  • 250 ml di acqua

Preparazione e applicazione

Scaldate l’acqua e, una volta che inizia a bollire, aggiungete l’ortica. Spegnete il fuoco e lasciate riposare per 10 minuti, quindi filtrate e utilizzare il liquido caldo. Immergete un panno o un asciugamano nell’infusione e applicatelo facendo pressione sull’area dolente. Lasciate agire per 10 minuti e ripetete l’uso due volte al giorno.

Infusione di erba di San Giovanni

L’erba di San Giovanni, o iperico, è una pianta dotata di composti analgesici naturali che leniscono i dolori comuni come quelli che colpiscono il collo. Le sue sostanze nutritive stimolano la circolazione e, migliorando l’ossigenazione dei muscoli, controllano l’infiammazione e il dolore cervicale.

Ingredienti

  • 1 cucchiaino di erba di San Giovanni
  • 250 ml di acqua

Preparazione e applicazione

Mettete a bollire l’acqua, e quando è molto calda, aggiungete l’erba di San Giovanni. Lasciate riposare per 10 minuti e colatela, e consumate l’infusione fino a 2 volte al giorno come supplemento per ridurre la il dolore cervicale.

dolore cervicale addio grazie ai rimedi della nonna

Massaggi con oli

Massaggiare la zona cervicale è un efficace rimedio della Nonna contro questo dolore che impedisce di muovere la testa con normalità. I massaggi producono una piacevole sensazione di calore al muscolo che, stimolando la circolazione, facilita il sollievo dell’infiammazione.

Ingredienti

  • 2 cucchiai di olio di mandorle dolci
  • 1 cucchiaio di olio essenziale di lavanda

Preparazione e applicazione

Unite gli oli in una ciotola fino a ottenere una miscela omogenea, strofinare questa preparazione sul collo e fate movimenti circolari per 5 o 10 minuti. Attenzione durante l’esecuzione del massaggio: un cattivo movimento potrebbe peggiorare la situazione. Ripetere 2 volte al giorno, se necessario.

Trattamento di olio d’oliva e sale dell’Himalaya

La combinazione di olio d’oliva e sale dell’Himalaya è un rimedio antico che facilita il sollievo dal dolore cervicale, specialmente quando è causato da cattive posture o stress. Le sue proprietà attivano la circolazione nell’area interessata e riducono la reazione infiammatoria che porta tensione al muscolo.

Ingredienti

  • 100 ml di olio di oliva pressato
  • 30 g di sali himalayani

Preparazione e applicazione

Unite gli ingredienti in una ciotola fino a ottenere una pasta oleosa e granulare, passate il trattamento sulla zona cervicale dolorante e massaggiate delicatamente per 3 minuti. A questo punto lasciate riposare per 20 minuti e sciacquate con acqua tiepida. Ripetete l’uso per calmare completamente il dolore.

Leggi anche: Sali di epsom e olio di oliva, una miscela contro i dolori al collo

Trattamento con il tè di boldo

Il boldo è una pianta medicinale popolare per la sua capacità di pulire il fegato. Tuttavia, oltre a questa virtù, è bene sapere che è anche antispasmodica e rilassante. Il suo utilizzo riduce la rigidità muscolare e allevia il dolore al collo.

Ingredienti

  • 2 cucchiai di foglie boldo
  • 250 ml di acqua

Preparazione e applicazione

Scaldate l’acqua e, quando raggiunge il punto di ebollizione, aggiungete le foglie di boldo. Abbassate la fiamma e cuocete per 15 minuti. Trascorso questo tempo, filtrate con un colino e utilizzatelo il più caldo possibile, immergendo un panno o un asciugamano nel tè e applicandolo nella zona interessata. Effettuate il trattamento per 10 minuti e ripetete 2 volte al giorno, se necessario.

Tenete presente che, sebbene questi rimedi rimedi della Nonna contro il dolore cervicale abbassino il dolore, è necessario completarli con esercizi che rilassino l’area. Naturalmente, è anche consigliabile riposare ed evitare l’eccesso di esercizio fisico.

Grazie per l’attenzione, ci risentiamo al prossimo rimedio della Nonna, continuate a seguirci!

Summary
Dite addio al dolore cervicale grazie ai rimedi della Nonna
Article Name
Dite addio al dolore cervicale grazie ai rimedi della Nonna
Description
Dite addio al dolore cervicale grazie ai rimedi della Nonna
Author
Publisher Name
Rimedi della Nonna
Publisher Logo
Loading...
Nessun commento...sii tu il primo

Rispondi

Il tuo indirizzo email non viene pubblicato.

Informazioni aziendali
Idea e realizzazione:


P.IVA 06567400483

Copyright © 2017
Tutti i diritti riservati
Responsabilità
L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati.
In caso di controversie vi preghiamo di contattarci ed entro 24 ore eventuali contenuti non autorizzati saranno rimossi.
Disclaimer
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.

Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.