Rimedi della Nonna per il fischio alle orecchie

1 stella - pessimo2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle - ottimo! (1 voto/i, media: 5,00 su 5)
Loading...

 

Vivere con problemi all’udito come l’acufene, ossia il fischio alle orecchie, può essere molto stressante, ma alcuni cambiamenti nello stile di vita quotidiano possono rendere più facile conviverci. L’acufene si caratterizza come quella sensazione di ronzio o di fischio che si percepisce nell’orecchio in conseguenza di irritazione o infiammazione del nervo acustico.

Ne sono un esempio i suoni che squillano, sibilano o che ronzano nelle orecchie e che altre persone non sentono. No, tranquilli, non si tratta di pazzia, ma di “semplici” squilibri a livello fisico. E’ possibile attenuarli o curarli con i farmaci o gli apparecchi acustici suggeriti dal medico, ma esistono anche alcuni rimedi naturali che aiuteranno senza dubbio a migliorare le cose.

Il problema è piuttosto comune: interessa infatti circa il 10-15% delle persone. La maggior parte, però, la tollera bene, con un problema significativo solo nell’1-2% delle persone.

Fischio alle orecchie: cos’è

Questo disturbo riguarda la percezione netta e fastidiosa di un suono quando invece non è presente alcun suono esterno.

Può anche sembrare un clic, un fischio o un ruggito, e raramente una voce o una musica sconosciute. Il suono può essere leggero o forte, a bassa tensione o alta, e può sembrare che provenga da un orecchio come da entrambi. La maggior parte delle volte arriva a poco a poco. In alcune persone il suono provoca depressione o ansia e può interferire con la concentrazione.

Il suono può essere percepito in una o entrambe le orecchie o nella testa. L’acufene è la descrizione di un rumore all’interno della testa di una persona in assenza di stimolazione uditiva. Il rumore può essere descritto in molti modi diversi, ma la descrizione più comune dell’acufene è un suono puro. Di solito è descritto come un rumore di suoneria, ma in alcuni pazienti assume la forma di un ronzio, un sussurro, un ronzio, un tintinnio o un fischio suono o come ticchettio, scatto, ruggito, “grilli” o “rane” o “locuste”.

L’acufene intermedio a frequenza elevata è detto tinnito: questa parola deriva dal verbo latino tinnire che significa “suonare”.

Le cause principali

L’acufene non è considerata propriamente una malattia ma un sintomo che può derivare da una serie di cause fondamentali, tra le più comuni vi è la perdita uditiva causata dal rumore. Altre cause includono:

  • infezioni alle orecchie
  • malattie del cuore o vasi sanguigni
  • malattia di Ménière
  • tumori cerebrali
  • stress emotivo
  • esposizione a determinati farmaci
  • lesioni alla testa precedenti

È più comune nelle persone che soffrono di depressione. Alcuni tipi di acufeni possono poi essere legati alla presenza del tappo di cerume nelle orecchie

La diagnosi di questo disturbo è di solito basata sulla descrizione della persona. Esistono numerosi questionari che valutano quanto questo problema interferisca con la vita quotidiana, ed è comunemente assistita con un audiogramma ed un esame neurologico.

Se si verificano alcuni problemi, è possibile eseguire ulteriori esami. Altri test sono necessari quando l’acufene si verifica con lo stesso ritmo del battito cardiaco. A volte, il suono può essere ascoltato da qualcun altro utilizzando uno stetoscopio, nel qual caso è conosciuto come tinnito oggettivo.

fischio alle orecchie? la nonna ha i rimedi!

Rimedi contro il fischio alle orecchie

Il consiglio più ovvio è quello di coprire il fischio alle orecchie con un altro suono: aggiungete ad esempio un suono calmante al vostro ambiente per migliorare l’atmosfera.

Questa patologia può disturbarvi anche se vi sentite più tranquilli, quindi provate questi suggerimenti per distrarvi dal fischio alle orecchie:

  • Fate partire una musica tranquilla
  • Ascoltate la radio
  • Accendete un ventilatore

È anche possibile provare a usare una macchina (o un software) per il rumore: questi dispositivi ricreano i suoni delle onde oceaniche, delle piogge o di un fiume.

Rilassamento

Pianificate il tempo per rilassarvi ogni giorno. È normale sentirsi ansiosi e infastiditi quando si sviluppa l’acufene o quando esplode il fischio alle orecchie, ma lo stress e la preoccupazione possono rendere i sintomi peggiori.

Provate diversi modi per rilassarvi finché non trovate quello che funziona meglio. Anche 15 minuti di rilassamento profondo possono alleggerire lo stress e migliorare lo stato d’animo. Potrete provare lo yoga, la meditazione o il rilassamento muscolare.

Dormire bene

Inoltre, dovete dormire a sufficienza. La fatica spesso peggiora i sintomi, trasformando un fischio leggero in un rumore forte: se l’acufene vi impedisce di dormire bene, questo può diventare un circolo vizioso.

Leggi anche: Rimedi della Nonna per dormire bene

Fare esercizio fisico

L’esercizio fisico da tre a cinque volte alla settimana aiuta a trattare molti dei problemi che sembrano essere correlati con l’acufene. L’attività fisica migliora lo stato d’animo a chiunque, inoltre è in grado di:

  • Abbassare i livelli di stress
  • Migliorare il sonno
  • Combattere la depressione

Se siete fuori forma, chiedete aiuto al medico o ad un esperto di fitness per iniziare lentamente. Camminare, ad esempio, è un ottimo modo per iniziare.

Smettere di fumare

È consigliato inoltre smettere di fumare, o almeno ridurre questa abitudine. Il fumo può peggiorare l’acufene in due modi:

  • Danneggia il flusso sanguigno alle cellule nervose sensibili che controllano l’udito.
  • Funziona anche come stimolante nel corpo, e questo può rendere più forte il suono delle orecchie.

Trovare le cause individuali

Dovrete però essere voi a scoprite cosa fa peggiorare il vostro acufene: alcune persone riferiscono che alcuni alimenti, bevande o farmaci possono rendere i loro sintomi peggiori.

Non tutti sono colpiti allo stesso modo, quindi cercate di evitare le cause che scoprite via via: vi potete aiutare tenendo un registro scritto. Potrebbe non essere necessario evitare ogni possibile rumore. Per contro, notate quali cose influenzano i sintomi.

Alcune possibili cause scatenanti includono l’assunzione di bevande con caffeina come cola, caffè, tè e bevande energetiche, ma anche alcool, aspirina e sale possono peggiorare le cose.

Grazie per l’attenzione, ci risentiamo al prossimo rimedio della Nonna, continuate a seguirci!

Summary
Rimedi della Nonna per il fischio alle orecchie
Article Name
Rimedi della Nonna per il fischio alle orecchie
Description
Rimedi della Nonna per il fischio alle orecchie
Author
Publisher Name
Rimedi della Nonna
Publisher Logo
Loading...
Nessun commento...sii tu il primo

Rispondi

Il tuo indirizzo email non viene pubblicato.

Informazioni aziendali
Idea e realizzazione:


P.IVA 06567400483

Copyright © 2017
Tutti i diritti riservati
Responsabilità
L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati.
In caso di controversie vi preghiamo di contattarci ed entro 24 ore eventuali contenuti non autorizzati saranno rimossi.
Disclaimer
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.

Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.