I migliori rimedi della Nonna per tenere lontane le zanzare

1 stella - pessimo2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle - ottimo! (1 voto/i, media: 5,00 su 5)
Loading...

 

Le zanzare sono un vero e proprio incubo in estate, persino più del caldo e dell’afa, anche perchè le mutazioni climatiche hanno fatto sì che questi insetti oggi siano presenti non solo di notte, ma durante tutta la giornata, infastidendo con il loro ronzio e le loro punture.

Tenerle lontane però è possibile, grazie ad alcuni rimedi e consigli della Nonna del tutto naturali, senza fare uso di sostanze chimiche dannose per l’uomo.

I più amati dalle zanzare

Non si sa bene perchè, ma le persone con gruppo sanguigno 0 sono più presi di mira dalle zanzare, le quali gradiscono di più questo tipo di sangue.

Anche le donne in gravidanza sono buone vittime, poichè sudano di più, soffrendo di più il caldo, e il loro sudore è più acido. Infine, le persone in sovrappeso: chi ha dei chili di troppo emette più anidride carbonica, una sostanza che attira le zanzare.

Rimedi della Nonna contro le zanzare

Vediamo quindi quali sono i migliori rimedi della Nonna per tenere lontani questi noiosi insetti, soprattutto nelle calde sere d’estate

Evitare gli alcolici

D’estate è facile cedere a una birra ghiacciata o a un cocktail con gli amici. Ma così si rischia di diventare prede sicure per le zanzare: il sudore risulterà infatti più ricco di etanolo, metanolo e acetone, sostanze prodotte dalla degradazione dell’alcol e molto apprezzate da questi noiosi insetti.

Per questo motivo, andrebbe evitato di bere alcolici. Se al tavolo con gli amici siete costretti ad ordinare, provate a chiedere un succo fresco di pompelmo o di ananas, o un cocktail analcolico a base di lime, acqua e menta, aromi sgraditi agli insetti e che così fungono da repellente.

Fare sport al mattino

Dopo una sessione di attività fisica, i muscoli producono acido lattico, che viene poi espulso con la sudorazione. Le zanzare sono ghiotte di acido l’attico, ne percepiscono l’odore a 50 metri di distanza. Cosa fare quindi? Semplice, fare sport al mattino, quando fa meno caldo e ci sono meno zanzare in giro.

Andare a correre o giocare a tennis prima di andare a letto vi renderà facile preda delle zanzare, senza contare che il movimento produce adrenalina, che rende più difficile prendere sonno.

Fare la doccia la sera

Andare a letto sudati significa attirare le zanzare, poichè la sudorazione rende la pelle acida a causa della liberazione di anidride carbonica, di cui le zanzare sono attratte e riescono a captarne la presenza anche a distanza. Occorre quindi una doccia veloce prima di andare a letto, per eliminare il sudore, magari usando per il risciacquo un sapone neutro, che renda la pelle meno acida.

Repellenti naturali antizanzare

Alcune piante contengono sostanze molto sgradite alle zanzare, persino più dei repellenti chimici, e che sono completamente innocue per l’uomo.

Per questo motivo si possono usare i loro oli essenziali per preparare antizanzare naturali efficaci e sicuri. Date un’occhiata al legno di cedro e di limone, o al tea tree. L’olio di neem invece è ancora più efficace, anche se il suo aroma non è così gradevole come gli altri.

Potete preparare a casa repellenti naturali a base di oli essenziali unendo 40 gocce di olio a 20 ml di alcool e 70 ml di acqua distillata, agitando bene e versando in un contenitore spray, vaporizzando poi sulla pelle facendo attenzione a non esporsi al sole, dato che gli oli e l’alcool hanno un effetto fotosensibilizzante.

Leggi anche: Come combattere le zanzare con gli oli essenziali

Indossare abiti chiari

Durante una calda serata estiva un bel vestito rosso o nero è molto attraente… ma lo è anche per le zanzare! Per questo motivo, indossate indumenti gialli o bianchi, colori che questi fastidiosi insetti non amano: essi riflettono la luce, e questo le infastidisce.

Ricordate poi di utilizzare indumenti coprenti e comodi, e soprattutto in tessuti naturali come cotone e lino, materiali che garantiscono l’evaporazione del sudore che attrae le zanzare.

Usare spezie a tavola

Consumare alcuni cibi anzichè altri aiuta a gestire le zanzare. Le carni rosse e gli insaccati fanno aumentare la temperatura corporea e rendono il sudore più acido, stesso dicasi per i formaggi stagionati e ciò rende la nostra pelle più appetibile per le zanzare, che anche a distanza ne captano l’odore.

Meglio quindi preferire alimenti che rendono l’odore della pelle sgradevole alle zanzare: l’aglio è un ottimo repellente graze al suo contenuto di allil-disolfato e allil-trisolfato. Utilissimo anche il peperoncino grazie alla sua elevata quantità di vitamine del gruppo B e C.

Infine, il pepe è ottimo per la presenza di sostanze note come acilpipedrine, mentre gli agrumi come il lime e il pompelmo sono ricchi di nootkatone, un insetticida naturale.

Consiglio della Nonna: proteggetevi con un telo bianco o leggero: potrete appenderlo all’ombrellone o ad un ramo in giardino, o usarlo per coprirvi la testa. Funziona anche in casa sulla culla del bambino o sul letto, basta fissarlo al soffitto con un gancio.

Grazie per l’attenzione, ci risentiamo al prossimo rimedio della Nonna, continuate a seguirci!

Summary
I migliori rimedi della Nonna per tenere lontane le zanzare
Article Name
I migliori rimedi della Nonna per tenere lontane le zanzare
Description
I migliori rimedi della Nonna per tenere lontane le zanzare
Author
Publisher Name
Rimedi della Nonna
Publisher Logo
Loading...
Nessun commento...sii tu il primo

Rispondi

Il tuo indirizzo email non viene pubblicato.

Informazioni aziendali
Idea e realizzazione:


P.IVA 06567400483

Copyright © 2017
Tutti i diritti riservati
Responsabilità
L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati.
In caso di controversie vi preghiamo di contattarci ed entro 24 ore eventuali contenuti non autorizzati saranno rimossi.
Disclaimer
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.

Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.