La ricetta della Nonna per un pane fatto in casa d’altri tempi

1 stella - pessimo2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle - ottimo! (Ancora nessun voto.. sii tu il primo!)
Loading...

 

I nostri nonni sapevano come fare il pane a casa, ma oggi questa tradizione sembra andata perduta. Il pane è uno dei più antichi cibi artigianali dell’umanità, e farlo da soli non è soltanto possibile, ma è anche spesso rilassante e delizioso.

In questo articolo la Nonna vi spiegherà alcune delle basi e delle tecniche, della chimica e della superstizione dietro un ottimo pane fatto in casa, per rendere un po’ meno intimidatoria l’idea di mettere le mani nella pasta.

Le basi

Per iniziare diamo uno sguardo alle quattro tappe principali per fare il pane da soli a casa:

Impastare

L’impasto è quella cosa facciamo quando prendiamo i nostri ingredienti – in questo caso farina, acqua, sale e lievito – e li uniamo facendoli diventare una pasta. Si può fare a mano oppure facendo uso di un apparecchio come la planetaria. Se non sapete di cosa stiamo parlando, ecco un sunto:

  • Planetaria cos’è: una macchina impastatrice, usata in ristoranti, laboratori ma anche a casa. Serve per montare, amalgamare ed impastare
  • Planetaria prezzi: naturalmente dipendono dalla marca o dal modello, per dare un intervallo diciamo da 80 euro in su (molto in su per i modelli professionali)
  • Planetaria cosa preparare: si può preparare il pane, ma anche alcuni impasti per dolci come pastafrolla o muffin, oppure la pizza.
  • Planetaria vantaggi: fa il lavoro sporco al posto nostro!

Dare la forma

Dovete far riposare l’impasto, in modo che il lievito mangi gli zuccheri dalla farina, e tiri fuori gas e alcool. Questo serve a far aumentare di dimensione il pane, e al contempo dargli un bel sapore. E’ tutta questione di nutrire e curare la pasta, a poco a poco. Quando gli date la forma, modellate l’impasto facendolo assomigliare ad una pagnotta rotonda.

Cuocere

Cominciate dando dei pugnetti all’impasto che abbiamo nutrito e amato, più e più volte, e poi buttatelo nel forno ben caldo. Ciò che uscirà dal forno dovrebbe essere arioso, croccante e delizioso.

Conservare e mangiare

Mangiate il pane. Lo avete fatto, ve lo meritate. Quello che vi avanza si conserva in freezer, o all’aria aperta per un paio di giorni al massimo, poi diventerà duro.

Gli ingredienti del pane fatto in casa

La seguente formula a quattro ingredienti produce due pagnotte di pane fatto in casa dalla crosta croccante. Usate farina bianca e solo lieviti commerciali.

  • Un chilo di farina
  • 750 ml di acqua
  • 20 g di sale
  • 10 grammi di lievito fresco
  • Procedimento

    Combinate la farina e l’acqua, a mano o nella planetaria, fino a che non avrete ottenuto una pasta uniforme. Datele la classica forma a pagnotta e coprite con un canovaccio o con pellicola trasparente per 30 minuti.

    Aggiungete il sale insieme al lievito e mescolate a bassa velocità o a mano fino a che non avrete ottenuto, di nuovo, una pasta uniforme. Con la planetaria, mescolate a velocità medio-alta fino a quando l’impasto non sarà elastico e rimbalza in parte indietro.

    Lavorando con le mani unte, trasferite delicatamente la pasta, facendo attenzione a non strappare la sua superficie, in una ciotola leggermente oliata e coprite con un involucro di plastica. Lasciare che la pasta rimanga a temperatura ambiente per 30 minuti.

    Scoprite l’impasto e ripiegate a metà, facendo attenzione a non comprimerlo troppo. Rimettete l’involucro di plastica e lasciate riposare fino a quando la pasta non sarà aumentata in volume per metà, circa 1 ora e mezzo dopo.

    il pane fatto in casa

    Trasferite la pasta su un piano di lavoro leggermente infarinato. Utilizzando un coltello, dividete la pasta a metà e formate due palle. Infarinatele, copritele con un asciugamano e lasciate riposare per 15 minuti.

    Riformate due palle di pasta, piegando l’impasto sotto di sé per creare una superficie liscia con una cucitura sul fondo. Lasciate riposare sulla superficie di lavoro, fianco a fianco, per 5 minuti. Trasferite ciascuna palla in una ciotola o in un cestello rivestito con un panno di lino leggero o una semplice tovaglia da cucina. Fate raffreddare o conservate in frigo fino quando l’impasto non sarà quasi raddoppiato, circa un’ora dopo. Nel frattempo, preriscaldate il forno a 260 gradi.

    Rimuovete la pagnotta dal frigorifero e girate delicatamente nel forno. Con un coltello, segnate la superficie intera della pasta con 2 linee parallele, mentre con una bottiglia spray piena d’acqua, spruzzate leggermente la superficie della pasta. Coprite e cuocete per 15 minuti. Abbassate la temperatura a 230 gradi e cuocete per altri 15 minuti, o comunque fino a quando la crosta non sarà marrone scuro.

    Trasferite infine il vostro pane fatto in casa in un luogo asciutto, lasciate raffreddare per almeno 1 ora prima di tagliarlo e servitelo in tavola!

    Grazie per l’attenzione, ci risentiamo al prossimo rimedio della Nonna, continuate a seguirci!

    Summary
    La ricetta della Nonna per un pane fatto in casa d'altri tempi
    Article Name
    La ricetta della Nonna per un pane fatto in casa d'altri tempi
    Description
    La ricetta della Nonna per un pane fatto in casa d'altri tempi
    Author
    Publisher Name
    Rimedi della Nonna
    Publisher Logo
Loading...
Nessun commento...sii tu il primo

Rispondi

Il tuo indirizzo email non viene pubblicato.

Informazioni aziendali
Idea e realizzazione:


P.IVA 06567400483

Copyright © 2017
Tutti i diritti riservati
Responsabilità
L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati.
In caso di controversie vi preghiamo di contattarci ed entro 24 ore eventuali contenuti non autorizzati saranno rimossi.
Disclaimer
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.

Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.