Crema di calendula fai da te: come fare a casa questa meravigliosa bontà

1 stella - pessimo2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle - ottimo! (Ancora nessun voto.. sii tu il primo!)
Loading...

La calendula è un’erba selvatica arancione o gialla, che cresce quasi ovunque. Il suo nome deriva dal latino Calendae (calendario), perché fiorisce tutto l’anno. E’ ampiamente utilizzata per il trattamento di problemi della pelle, soprattutto per le donne in gravidanza; in questo articolo la Nonna vi spiegherà quali sono i benefici della crema di calendula.

Calendula: cicatrizzante e disinfettante

L’uso più noto della calendula è quello di trattare e curare ferite o irritazioni durante le prime settimane di allattamento al seno (ragadi e possibile mastite). La crema a base di questo fiore è sicura per il bambino, tuttavia, la calendula è nota anche per altri usi medicinali.

Tra le sue proprietà si possono sottolineare quelle anti-infiammatorie, antispasmodiche e ipotensive. Si usa anche come tranquillante. Se applicata esternamente, in crema o in olio essenziale, porta molti vantaggi cosmetologici grazie agli acidi grassi e all’acido salicilico che contiene. Può servire per curare ferite o ustioni e alcune donne colgono l’occasione per ridurre i sintomi delle vene varicose.

Crema di Calendula: benefici per la pelle

Oltre alle sue proprietà medicinali, la crema di calendula è nota per migliorare lo stato della pelle. Non c’è bisogno di spendere troppi soldi per i trattamenti del viso se si sfruttano i benefici di questa pianta. Naturale, economica e molto efficace. L’altra buona notizia è che si può preparare a casa rapidamente e facilmente.

In pochi minuti si potranno sfruttare le sue proprietà su mani, gomiti, talloni e in qualsiasi punto del corpo dove la pelle è troppo secca. Antisettica, antinfiammatoria, antibatterica e esfoliante … Così si definisce la crema di calendula, uno degli elisir di bellezza e salute che abbiamo in casa e non lo sappiamo. Grazie ad essa, potremo avere una carnagione pulita, idratata e priva di tossine (causa dei punti neri e dei brufoli).

Se si hanno calli o pelle ruvida su gomiti, mani e talloni, non esitate a usare questa crema che elimina le cellule morte e lascia la pelle molto morbida. Grazie ai suoi principi attivi e ai flavonoidi, la calendula è raccomandata in caso di tagli o sbucciature su qualsiasi parte del corpo.

Il suo effetto analgesico è perfetto per alleviare il dolore causato da urti, cadute o incidenti. E’ l’ideale per contusioni, lividi e irritazioni. Per questo si utilizza un macerato di foglie e fiori, o anche la crema. Altri usi interessanti della crema di calendula sono:

  • acne
  • verruche
  • dermatite da pannolino
  • infezioni della pelle di ogni tipo

crema di calendula fai da te

La crema di calendula è anche in grado di alleviare il prurito o bruciore causato da orticaria, eruzioni cutanee e ustioni. L’acido salicilico agisce assieme alle mucillagini, ai flavonoidi e agli antiossidanti per ammorbidire la pelle, prevenire i punti neri, aprire i pori e combattere i batteri che danneggiano il derma. A sua volta la crema di calendula si può usare per trattare il fungo alle unghie, la forfora, la psoriasi e la dermatite atopica.

Le donne incinte troveranno in questo trattamento una soluzione per molti problemi tipici della gravidanza (e dopo il parto). Oltre ai vantaggi sopra menzionati, la crema di calendula è ideale per combattere le smagliature sull’addome, le macchie sul volto e le ferite sui capezzoli.

Come fare la crema di calendula

Anche se la si può trovare in farmacia o nei negozi specializzati, una possibilità è preparare la crema di calendula a casa. Servono solo una manciata di ingredienti che possono essere acquistati nei negozi di salute o nei negozi di prodotti naturali.

In questo modo ci assicureremo di preparare una crema naturale al 100%. Con questa ricetta si ottengono circa 100 g di crema. Può essere conservata per un massimo di 6 mesi in un luogo fresco e buio (ad esempio, nel cassetto del comodino).

Ingredienti

  • mezzo cucchiaio di cera d’api
  • 2 cucchiai di burro di karité
  • 2 cucchiai di burro di mango
  • 2 cucchiai di olio di calendula
  • 1 cucchiaio di olio di avocado
  • mezzo cucchiaio di olio di jojoba

Preparazione

Mettete in una casseruola la cera d’api e scioglietela a fuoco basso o a bagnomaria. Quando è sciolta completamente, aggiungete il burro di karité e il burro di mango e senza spegnere il fuoco, aggiungete l’olio di calendula, l’avocado e l’olio di jojoba. Rimuovete e mescolate bene con un cucchiaio di legno in modo che tutti gli ingredienti si fondano bene. Se volete, potete insaporire il preparato con qualche goccia di essenza che più vi piace (meglio se alla calendula). Versate in un recipiente pulito e asciutto, e quando si è raffreddato completamente potete iniziare ad usarlo.

Un’altra ricetta per una crema di calendula include una crema neutra o di base, che può essere quella che avete già a casa.

Ingredienti

  • mezzo cucchiaio di cera d’api
  • mezzo cucchiaio di lanolina
  • 2 cucchiai di olio di calendula
  • 100 grammi di crema neutra

Preparazione

In un pentolino sciogliete la cera d’api e la lanolina (come nel caso precedente, si può bollire o mettere bagnomaria). Aggiungete l’olio di calendula e mescolate bene. Togliete dal fuoco e versate in una ciotola con la crema neutra. Chiudete e agitate per mescolare gli ingredienti, e quando si raffredda si può iniziare a usare.

Grazie per l’attenzione, ci risentiamo al prossimo rimedio della Nonna, continuate a seguirci!

Loading...

Lascia un messaggio alla Nonna

Scrivi il dato mancante dell\'operazione che leggi qui sotto