Punture di api? Questi sono i migliori rimedi naturali

 

Passare delle belle giornate all’aria aperta è uno dei modi migliori per rilassarsi e alleviare lo stress. Fermarsi ad annusare l’odore dei fiori e ad ascoltare i suoni rilassanti della natura ha i suoi vantaggi; ma con le temperature calde arriva la minaccia delle punture di api.

Anche se la maggior parte delle persone che vengono punte da un’ape non rischiano la vita, l’incontro con un pungiglione può essere scomodo: il dolore e il gonfiore che si sviluppa in seguito può davvero mettere in pericolo le attività estive. Ci sono dei rimedi naturali contro le punture di ape che possono alleviare il dolore e il gonfiore velocemente? Certamente, ecco quali sono i migliori rimedi della Nonna.

La prima priorità dopo una puntura di ape è quella di rimuovere il pungiglione il più rapidamente possibile, senza frammentarlo. Il sacco del veleno attaccato al pungiglione di un’ape continua a rilasciare il suo veleno per alcuni minuti dopo la puntura e ciò può peggiorare i sintomi. Per rimuovere il pungiglione, cercate la caratteristica macchia nera che mostra dove il pungiglione è incorporato. Se non riuscite a rimuoverlo facilmente, raschiate la zona con una superficie solida come una lama metallica o una carta di credito per rimuoverlo. Prima di tentare un rimedio naturale per le punture di api, assicuratevi che il pungiglione sia stato completamente rimosso.

Una volta che il pungiglione è uscito, l’area deve essere pulita con acqua fredda e sapone, e applicarci un impacco di ghiaccio. Esso contribuirà a ridurre il gonfiore e a diminuire il dolore. L’applicazione di ghiaccio nella fase iniziale può aiutare a compensare in parte il gonfiore che potrebbe essere sperimentato in seguito. Un altro modo per limitare il gonfiore è di mantenere l’estremità elevata quanto più possibile.

Rimedi naturali per le punture di api

Un primo rimedio naturale per le punture di api può essere trovato in cucina: le polveri usate per ammorbidire la carne contengono infatti un enzima naturale noto come papaina, che aiuta ad abbattere la proteina presente nel veleno d’api. Non tutte le polveri in commercio contengono la papaina, quindi controllate con cura gli ingredienti. Per applicare la polvere alla puntura, aggiungetela ad una piccola quantità di acqua e mescolate per creare una pasta spessa, che dovrete applicare direttamente sulla zona colpita. Lasciate agire per 20 minuti prima di rimuoverla, facendo attenzione al fatto che alcune persone possono provare irritazione della pelle quando viene lasciata in posizione troppo a lungo.

Se avete difficoltà a reperire la polvere per ammorbidire la carne, un altro trattamento naturale per le punture di api è il bicarbonato di sodio. Potete crearne una pasta miscelandolo con acqua, che andrete ad applicare all’area colpita e lasciata in posizione per venti minuti. Questa semplice pasta può essere un antidolorifico molto efficace ed è uno dei migliori rimedi della Nonna per le punture di api.

Naturalmente, una puntura d’ape può essere pericolosa per la vita in caso di allergia alle api. In questo caso deve essere effettuata subito un’iniezione di epinefrina e i rimedi naturali per le punture di api non funzioneranno: è necessario un trattamento immediato per prevenire gravi malattie o addirittura la morte.

Godetevi la vita all’aria aperta, ma siate preparati alle punture di api con i rimedi naturali per ogni evenienza. Grazie per l’attenzione, ci risentiamo al prossimo rimedio della Nonna, continuate a seguirci!

Loading...

Lascia un messaggio alla Nonna

Scrivi il dato mancante dell\'operazione che leggi qui sotto