Rimedi naturali per l’emoglobina bassa

 

L’emoglobina è una proteina ricca di ferro presente nei globuli rossi, ed è responsabile del trasporto di ossigeno attraverso il corpo, dai polmoni ai tessuti, in modo che le cellule possano funzionare correttamente.

Dato che il ruolo dell’emoglobina è molto importante per una vita sana, è necessario mantenerlo a livelli normali: l’emoglobina bassa può causare affaticamento, debolezza, mancanza di respiro, vertigini, mal di testa, unghie fragili, tachicardia e scarso appetito. Se il livello scende in modo significativo, la condizione può essere diagnosticata come anemia e i sintomi possono diventare gravi. E’ comune per le donne avere l’emoglobina bassa durante la gravidanza o durante il ciclo mestruale, tuttavia, ci possono essere molte altre ragioni dietro al problema. La causa più comune è una carenza nutrizionali di ferro, acido folico e vitamine C e B12.

A seconda del motivo dietro all’emoglobina bassa, ci sono alcuni rimedi naturali efficaci nel ripristinarla ad un livello normale. Il periodo di tempo per cui è necessario continuare a usare questi rimedi dipende dal livello di emoglobina e dalla velocità nel miglioramento; ecco i migliori rimedi naturali per aumentare l’emoglobina nel sangue.

Mangiare alimenti ricchi di ferro

La carenza di ferro è la causa più comune dell’emoglobina bassa. Il ferro è un elemento importante nella produzione di emoglobina, e alcuni cibi a base di ferro sono fegato, carne rossa, gamberetti, tofu, spinaci, mandorle, datteri, lenticchie, cereali, mandorle, ostriche e asparagi. Potete anche prendere un integratore di ferro.

Aumentare l’assunzione di vitamina C

L’emoglobina bassa causata da una carenza di vitamina C può essere corretta variando la dieta. Il ferro non può essere completamente assorbito dal corpo senza l’aiuto di vitamina C: dovrete mangiare dunque cibi come papaya, arance, limoni, fragole, peperoni, broccoli, pompelmo, pomodori e spinaci.

Acido folico

L’acido folico, una vitamina del gruppo B, è indispensabile per creare globuli rossi. Una carenza di acido folico porta quindi automaticamente ad un basso livello di emoglobina. Alcune buone fonti alimentari di acido folico sono le verdure a foglia verde, fegato, riso, germogli, fagioli secchi, germe di grano, cereali, arachidi, banane, broccoli e fegato.

Barbabietola

La barbabietola è altamente raccomandata per aumentare i livelli di emoglobina. Ha molto ferro, acido folico, fibre e potassio e il suo valore nutrizionale aiuta ad aumentare globuli rossi del corpo. Cuocete una barbabietola con la buccia in forno o arrostitela sul fuoco, lasciate raffreddare e sbucciatela prima di mangiarla. Potete anche preparare un succo di frutta con una barbabietole di medie dimensioni, 3 carote e mezza patata dolce, bevendolo una volta al giorno.

Mele

Una mela al giorno può aiutare a mantenere un normale livello di emoglobina. Le mele sono ricche di ferro e di vari altri componenti amici della salute, necessari per combattere l’emoglobina bassa. Mangiate almeno una mela (se possibile, scegliete le mele verdi) con la buccia ogni giorno. Potete anche preparare un bicchiere di succo mescolando in parti uguali succo di mela e succo di barbabietola, aggiungete un po’ di zenzero o limone e bevete due volte al giorno.

Melassa

Un rimedio della Nonna utilizzato per combattere l’anemia e l’emoglobina bassa è la melassa, che contiene ferro, folati e molte vitamine del gruppo B che aiutano ad aumentare la produzione di globuli rossi in modo efficiente. Mescolate 2 cucchiaini di melassa e aceto di mele in un bicchiere d’acqua, e bevete una volta al giorno.

Melograno

Il melograno contiene ferro e calcio, così come proteine, carboidrati e fibre. Il suo valore nutrizionale può contribuire ad aumentare l’emoglobina nel sangue dunque mangiate un melograno di medie dimensioni a colazione, o bevete un bicchiere di succo di melograno. Un’altra opzione è quella di prendere due cucchiaini di polvere secca di semi di melograno con un bicchiere di latte caldo una volta al giorno.

Ortica

L’ortica è un’erba che può svolgere un ruolo fondamentale nell’alzare i livelli di emoglobina. E’ una buona fonte di ferro, vitamine del gruppo B, vitamina C e altre vitamine che possono contribuire ad aumentare l’emoglobina nel sangue. Preparate un tè all’ortica aggiungendo 2 cucchiaini di foglie di ortica essiccate ad un bicchiere di acqua calda. Lasciate in infusione per 10 minuti, raffreddate, filtrate, aggiungete un po’ di miele e bevete due volte al giorno.

Evitare di bloccanti del ferro

Se avete l’emoglobina bassa, è necessario evitare di mangiare cibi che possono bloccare la capacità del corpo di assorbire il ferro. Alcuni esempi di cibi ferro-bloccanti sono caffè, tè, vino, birra, latticini e integratori di calcio.

Allenamento

Includete dell’esercizio fisico ogni giorno. Quando si allena, il corpo produce più emoglobina per soddisfare la crescente domanda di ossigeno nel corpo. Meglio fare esercizi aerobici di intensità da moderata a elevata, e includete anche allenamenti di forza per aumentare la massa muscolare e combattere la stanchezza.

Ulteriori suggerimenti

  • Evitate i cibi contenenti glutine.
  • Mangiate pane, cereali e pasta integrale.
  • Consumate più alimenti ricchi di ferro dopo il periodo mestruale e durante la gravidanza.
  • Evitate di assumere stimolanti se vi sentite stanchi.
  • Fate un bagno freddo due volte al giorno per migliorare la circolazione sanguigna.
  • Per approfondimenti: http://www.anemiamediterranea.it/emoglobina-bassa/

Grazie per l’attenzione, ci risentiamo al prossimo rimedio della Nonna, continuate a seguirci!

Loading...

Lascia un messaggio alla Nonna

Scrivi il dato mancante dell\'operazione che leggi qui sotto