Coenzima Q10 e sport: caratteristiche e benefici ergogenici

1 stella - pessimo2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle - ottimo! (Ancora nessun voto.. sii tu il primo!)
Loading...

Il coenzima Q10 è un elemento che si trova praticamente in ogni cellula dell’uomo, in quanto determina il corretto funzionamento del mitocondrio, un organulo che si occupa principalmente di produrre energia sotto forma di Atp; già per questa sua primaria caratteristica se ne deduce l’importanza che può avere nell’ambito della performance sportiva, sopratutto laddove questa sia caratterizzata da sforzi molto intensi.

Del coenzima Q10 si dice che è ubiquitario, per il fatto che è presente, seppur i diverse concentrazioni, praticamente in tutto il corpo, ed è per questo che mai dovrebbe mancare nel programma nutrizionale dell’uomo, visto che possiamo produrlo, ma questa produzione scema con il passare degli anni fino a divenire non soddisfacente il requisito metabolico. Esistono, allo scopo di sopperire la richiesta metabolica, gli integratori alimentari specifici, o in alternativa, o ancora per mezzo di entrambi i canali di acquisizione, i normali alimenti, come per esempio spinaci, broccoli e arachidi che ne sono molto ricchi.

La funzione del coenzima Q10 nello sport

Andiamo ora a vedere nel dettaglio perchè questa molecola si rivela di particolare interesse nelle attività sportive; come su accennato è presente laddove vi sono i mitocondri, piccole centrali di produzione energetica senza delle quali non soltanto non sarebbe possibile svolgere attività sportive, ma semplicemente non sarebbe possibile avere a disposizione le adeguate quantità di energia per sopperire la richiesta del metabolismo basale, cioè del consumo energetico a riposo. Inoltre da recenti studi è emerso come detto elemento sia in grado di diminuire il senso di fatica ed le possibilità di incorrere in infortuni, secondo un meccanismo ancora non del tutto chiarito.

Ma gli effetti benefici di questo composto non si riducono soltanto a quanto detto, infatti dobbiamo ancora parlare della sua azione nei confronti del cuore e dei radicali liberi, andiamo per gradi. Il cuore, o miocardio, è ovviamente il muscolo più importante nel corpo; questa “pompa” delle dimensioni di un pugno si nutre prevalentemente di acidi grassi e dunque necessita, per tramutarli in energia, di un numero elevato di mitocondri, che a loro volta hanno bisogno dell’intervento del coenzima in oggetto per avviare l’ossidazione lipidica. Ecco quindi spiegata l’importanza di questo ubiquinone a livello dell’apparato cardio circolatorio.

Riduci il danno ossidativo con il Coenzima Q10

Sia nel caso in cui si svolgano attività fisiche pesanti, e sia in quello in cui si conduca uno stile di vita sedentario, l’effetto antiossidante del coenzima è certamente auspicabile, vediamo perchè. Purtroppo nostro malgrado ogni giorno siamo esposti ad agenti, come per esempio l’inquinamento atmosferico o le tossine contenute nel cibo, che inducono una massiccia produzione di radicali liberi.

Queste sono piccole ma molto reattive molecole che per mezzo di elettroni spaiati si legano a DNA, grassi e proteine, denaturandone la funzione iniziale, fino, a lungo andare, a provocare un vero e proprio danno cellulare noto come stress ossidativo, Diviene dunque chiaro che per evitare un’invecchiamento precoce dei tessuti è auspicabile tenere sotto controllo la produzione endogena di questi radicali, che però, in piccole quantità, ricordiamo essere fondamentali per il corretto funzionamento del corpo. Infine una breve sintesi delle caratteristiche del coenzima Q10:

  • si trova sopratutto a livello mitocondriale;
  • aiuta e coadiuva il metabolismo di sintesi dell’Atp;
  • ha una potente azione antiossidante;
  • aiuta la funzionalità energetica del cuore.

Grazie per l’attenzione, ci risentiamo al prossimo rimedio della Nonna, continuate a seguirci!

Loading...

Un commento

  1. Thomas

Lascia un messaggio alla Nonna

Scrivi il dato mancante dell\'operazione che leggi qui sotto