Pericoli per la salute da tenere d’occhio durante la menopausa

1 stella - pessimo2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle - ottimo! (Ancora nessun voto.. sii tu il primo!)
Loading...

Quando si pensa della menopausa, probabilmente si associa soltanto a vampate di calore e cambiamenti repentini di umore a volte mettono disagio e sono irritanti, ma non mettono certo in pericolo di vita. Ma lo sapevate che ci sono anche una serie di gravi problemi di salute associati alla menopausa? Questi pericoli sono meno noti, ma altrettanto comuni come i sintomi ormonali, e possono persino rivelarsi fatali. Se state attraversando la menopausa o siete in post-menopausa, la Nonna vuole mettervi in guardia per queste sei condizioni che possono diventare pericolose per la salute.

Osteoporosi

L’osteoporosi, che in realtà significa “ossa porose”, è una malattia che provoca perdita di densità nelle ossa, che le rende soggette a fratture. La capacità del corpo di trasformare il calcio in tessuto osseo è influenzata dai livelli di ormoni nel vostro corpo: livelli elevati di estrogeni corrispondono ad una migliore salute dell’osso. Durante la menopausa, il drammatico calo degli estrogeni fa sì che le ossa diventino più fragili e vi pone a rischio osteoporosi. La situazione si aggrava con il fatto che la densità ossea diminuisce naturalmente con l’età. Per diminuire il rischio di osteoporosi, siate sicuri di assumere molto calcio e vitamina D, e fate esercizi per rafforzare le ossa di braccia, gambe e fianchi.

Aumento di peso

La perdita di estrogeni durante la menopausa provoca anche perdita di massa muscolare. Poichè il vostro corpo brucia calorie per mantenere i muscoli, la perdita muscolare può causare un corrispondente aumento di peso. Anche se guadagnare qualche chilo non è nulla di cui preoccuparsi, è importante regolare la vostra dieta e l’esercizio fisico per compensare i bassi livelli di estrogeni. In caso contrario, potreste guadagnare una quantità malsana di peso, condizione che potrebbe portare ad altre complicazioni di salute.

Problemi al cuore

Un calo nel livello di estrogeni può anche causare la fluttuazione dei livelli di colesterolo, portando ad un rischio di malattie al cuore pericolose per la salute. Prima dei 60 anni, le donne sono in genere a un rischio molto più basso di malattie cardiache (rispetto agli uomini). Ma dopo 60 anni, la menopausa uniforma il campo di gioco, e le donne diventano altrettanto vulnerabili a malattie cardiache. Il pericolo è ancora più elevato per le donne che hanno avuto un significativo aumento di peso durante la menopausa o che fanno uso di terapia ormonale sostitutiva. Siate sicure di controllare i livelli di colesterolo e la salute cardiovascolare regolarmente, e rivolgetevi al medico per farvi dare esercizi e dieta per mantenere il cuore sano.

Ipertensione

La menopausa può anche aumentare il rischio di sviluppare pressione alta (cioè ipertensione), soprattutto se avete una storia familiare di ipertensione o avete sofferto di problemi cardiaci in passato. Si stima che il 70% delle donne tra i 60 e 70 anni abbiano la pressione alta. Dopo i 75 anni, tale numero sale all’80%. La pressione alta mette sforzo sui vasi sanguigni che vanno da e verso il cuore, aumentando il rischio di ictus, attacco cardiaco e morte prematura. Può anche causare problemi renali, disfunzioni sessuali, demenza e problemi di vista. Anche se vi sentite in buona salute, è comunque importante fare dei controlli medici sulla vostra pressione sanguigna, in quanto l’ipertensione è spesso asintomatica.

Secchezza vaginale

Dato che i livelli di ormoni calano durante la menopausa, la vagina produce minori quantità di mucosa per la lubrificazione naturale, e ciò può provocare secchezza e atrofia del tessuto vaginale. La secchezza vaginale può portare ad emorragie, lacrimazione, prurito, sensazione di bruciore durante la minzione, e dolore durante i rapporti sessuali. Se non trattata, può seriamente diminuire la qualità della vita e portare a infezioni batteriche o micotiche. Per fortuna, ci sono una serie di trattamenti semplici, come l’uso di lubrificanti, l’assunzione di integratori, e l’aumento della quantità di soia nella dieta.

Incontinenza urinaria

Uno degli effetti collaterali della secchezza vaginale e dei livelli di estrogeni bassi è l’incontinenza urinaria, o problemi di controllo della vescica. Dato che i muscoli intorno alla vescica si indeboliscono, potreste perdere urina mentre tossite, starnutite, ridete, o quando fate esercizio fisico. Può anche aumentare il rischio di infezioni del tratto urinario. Anche se imbarazzante, l’incontinenza urinaria è incredibilmente comune, e può essere facilmente gestita. Il medico può aiutarvi a decidere se cambiare stile di vita o assumere integratori o farmaci.

Grazie per l’attenzione, ci risentiamo al prossimo rimedio della Nonna, continuate a seguirci!

Loading...

Lascia un messaggio alla Nonna

Scrivi il dato mancante dell\'operazione che leggi qui sotto