La depressione da cibo è possibile, ecco perchè

1 stella - pessimo2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle - ottimo! (Ancora nessun voto.. sii tu il primo!)
Loading...

Sentirsi giù a volte è normale, ma sentirsi costantemente infelici e disperati potrebbe significare depressione. La depressione è un disturbo dell’umore che provoca sensazioni persistenti di tristezza, rabbia e una generale perdita di interesse per la vita, ed interferisce con attività quotidiane di una persona. Altri segni e sintomi della depressione includono perdita di appetito, perdita di peso significativa (o aumento di peso), cambiamenti nel sonno, mancanza di energia, difficoltà di concentrazione e dolori inspiegabili.

Alcune delle cause e fattori di rischio per la depressione includono isolamento sociale, stress, problemi relazionali o finanziari, traumi infantili, abuso di alcol o droga e determinate condizioni di salute. Ma anche le carenze nutrizionali contribuiscono al problema: le persone che soffrono di depressione e disturbi dell’umore sono carenti non solo in uno ma in diversi nutrienti. Ricordate sempre che il cibo che si mangia nutre il cervello e il corpo e dato che è il cervello che richiede la maggior parte delle vostre esigenze metaboliche, esso ha bisogno di nutrimento costante. Ecco le carenze nutrizionali più importanti che possono causare depressione.

Acidi grassi Omega-3

Gli acidi grassi Omega-3 hanno numerosi benefici per la salute, e svolgono un ruolo chiave nello sviluppo e nel funzionamento del sistema nervoso centrale. Essi sono fondamentali per la struttura delle cellule del cervello e dei neuroni. Oltre a questo, gli acidi grassi omega-3 possono abbassare i livelli di colesterolo cattivo e contribuire alla salute generale del cuore. Per rifornire il vostro corpo di un’adeguata quantità di acidi grassi omega-3, mangiate semi di lino, pesci grassi come il salmone, noci e uova.

Vitamina D

La carenza di vitamina D è stata associata a depressione, demenza e autismo. Questa vitamina aiuta nella produzione di serotonina, l’ormone del cervello associato al miglioramento dell’umore e della felicità. Un adeguato livello di serotonina aiuta a prevenire e curare la depressione lieve. Inoltre, la vitamina D è importante per il sistema immunitario e per la salute delle ossa, e per la sintesi di serotonina e dopamina nel cervello, collegate alla depressione. Passando del tempo al sole potete aiutare il vostro corpo ad ottenere la vitamina D: andate a passeggio al mattino presto per 15 minuti ogni giorno.

Magnesio

Il magnesio è un altro importante nutriente, la cui carenza può portare alla depressione. Esso aiuta ad attivare gli enzimi necessari per la produzione di serotonina e dopamina. Inoltre, il magnesio mantiene le ossa sane, riduce l’ansia e abbassa la pressione sanguigna. Per evitare carenza di magnesio mangiate alghe, mandorle, avocado, banane, fagioli, semi di zucca, tofu, latte di soia, cereali integrali, crusca e verdure a foglia verde. Inoltre, evitate l’eccessiva assunzione di alcol, sale, caffè, zucchero e bibite gassate, ognuno di questi cibi può abbassare il livello di magnesio.

Zinco

Lo zinco è un altro micronutriente essenziale di cui il corpo ha bisogno per contribuire a ridurre il rischio di depressione. Questo nutriente svolge un ruolo chiave nelle funzioni neuronali, aumenta la produzione di neurotrasmettitori e il loro funzionamento. E’ anche coinvolto in oltre 250 vie biochimiche che supportano le funzioni dei diversi organi. Mangiare cibi ricchi di zinco può aiutare a correggere tale carenza: alcune buone fonti includono carne rossa, uova, crostacei, legumi, legumi, noci, semi, cereali integrali e latticini.

Selenio

Il selenio è essenziale anche per il funzionamento del cervello e aiuta a migliorare l’umore e i sintomi depressivi. Inoltre, il selenio gioca un ruolo importante nel corretto funzionamento della tiroide. Una tiroide sana è importante per la salute mentale, e il ruolo del selenio come antiossidante e come componente di selenoproteine aiuta nella prevenzione e gestione della depressione. E’ possibile assumere selenio da cibi come noci del Brasile, carni magre, pesce, fagioli, piselli, uova, tacchino, pollo e frutti di mare.

Vitamina B12

Le vitamine del gruppo B sono importanti per il corpo in generale così come per la salute mentale. In particolare, la vitamina B12 aiuta nella formazione dei globuli rossi e nella manutenzione di un sistema nervoso sano: la sua carenza può essere il motivo chiave dietro la depressione. Inoltre, la vitamina B12 aiuta ad abbassare i livelli di omocisteina, un sottoprodotto del metabolismo proteico. Elevati livelli di omocisteina aumentano il rischio di depressione. Per evitare la carenza di vitamina B12, mangiate cibi come carni magre, pesce, pollame, uova, latticini, lieviti alimentari, cereali fortificati e latte di soia.

Folato

Il folato, una vitamina B solubile in acqua, è necessario per la corretta biosintesi dei neurotrasmettitori di serotonina, adrenalina e dopamina. Non avere abbastanza acido folico nel corpo può influenzare la salute mentale e anche portare alla depressione. Inoltre, un livello basso di acido folico nel corpo può rallentare l’effetto di molti farmaci antidepressivi. Il folato può anche aiutare a prevenire i difetti di nascita, malattie del sangue e tumori. Includete alimenti ricchi di folati, come verdure a foglia verde, fagioli, frutta, legumi e agrumi nella vostra dieta per evitare la sua carenza.

Vitamina B6

Una carenza di vitamina B6 può portare a depressione e ad altri disturbi cognitivi. Questo nutriente è essenziale per la creazione di neurotrasmettitori e sostanze chimiche cerebrali che influenzano l’umore. Essa aiuta anche a mantenere il sistema nervoso sano e ad assorbire la vitamina B12, la cui carenza è legata alla depressione. Alcune ottime fonti alimentari di vitamina B6 sono la carne, pollame, pesce, legumi, ricotta, patate, banane, anguria, spinaci e semi di girasole.

Ferro

La carenza di ferro, un problema comune nelle donne, può causare depressione. Questo nutriente è una componente importante nel funzionamento cognitivo, motorio e socio-emotivo. Inoltre, la carenza di ferro porta ad un numero insufficiente di globuli rossi, che possono causare sintomi di depressione come stanchezza, nebbia del cervello, perdita di appetito e irritabilità. Per aumentare l’apporto di ferro mangiate cibi come carne rossa, soia, barbabietole, pesce, farina d’avena, burro di arachidi, spinaci, fagioli, melograni, e uova. Tuttavia, per aumentare l’assorbimento di ferro, assicuratevi di mangiare anche cibi ricchi di vitamina C

Aminoacidi

Gli aminoacidi, i mattoni delle proteine, sono i precursori dei neurotrasmettitori: il cervello li utilizza per fabbricare neurotrasmettitori necessari per un funzionamento ottimale. Una carenza di aminoacidi può causare una serie di disturbi dell’umore, tra cui depressione e ansia. Ci sono nove aminoacidi necessari e hanno funzioni diverse. Per esempio, il 5-idrossitriptofano (5-HTP) aiuta ad aumentare i livelli di serotonina nel corpo, mentre la glutammina favorisce la sintesi proteica e migliora l’equilibrio dell’azoto. Dato che i nove amminoacidi non possono essere prodotti dal corpo, è necessario includere nella dieta fonti di aminoacidi come uova, pesce, fagioli, semi e noci.

Grazie per l’attenzione, ci risentiamo al prossimo rimedio della Nonna, continuate a seguirci!

Loading...

Lascia un messaggio alla Nonna

Scrivi il dato mancante dell\'operazione che leggi qui sotto