Dolori articolari? Non mangiate questi cibi

1 stella - pessimo2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle - ottimo! (Ancora nessun voto.. sii tu il primo!)
Loading...

I dolori articolari portano disagio, infiammazione e dolore. Si tratta di un problema molto comune e possono verificarsi in chiunque, indipendentemente dall’età e dal sesso. Questo tipo di dolore può essere acuto, cronico, lieve o grave, rendendo impossibile l’uso delle articolazioni. Artrite e gotta sono le due principali cause di dolore, ma può anche derivare da tensioni muscolari, ossa rotte o lussate, borsiti o fibromialgia.

Qualunque sia la causa, i dolori articolari possono essere gestiti con farmaci, esercizio fisico o medicine alternative. Anche la dieta gioca un ruolo chiave: ci sono molti alimenti anti-infiammatori come lo zenzero, la curcuma e l’aglio che possono aiutare la lotta contro il dolore, ma ci sono anche alcuni alimenti che lo intensificano. Se soffrite di dolori articolari, è necessario evitare alcuni cibi che possono scatenare l’infiammazione e il dolore. Ecco i primi cibi da evitare se avete dolori articolari.

Carni Rosse

Le carni lavorate e le carni rosse contengono sostanze chimiche come nitriti e purine, che possono aumentare l’infiammazione e il dolore nel corpo. I prodotti alimentari trasformati sono ricchi di tossine chiamate prodotti finali di glicazione avanzata che possono causare infiammazione. Cercate di mangiare verdura e frutta fresca, invece di carni trasformate.

Zuccheri raffinati e artificiali

Elevate quantità di zucchero aumentano il livello di prodotti finali di glicazione avanzata nel corpo causando infiammazioni. Inoltre, lo zucchero stimola il rilascio di agenti infiammatori chiamati citochine nel corpo. Avendo alto contenuto di calorie, l’assunzione di zucchero in eccesso porta anche a un aumento di peso, che mette più pressione sulle articolazioni e aumenta il dolore. Anche le bevande analcoliche zuccherate fanno male: evitare bibite, cereali pre-zuccherati, succhi di frutta e alimenti pieni di zucchero come dolci, caramelle e snack. Invece di zuccheri raffinati e dolcificanti artificiali, optate per i dolcificanti naturali come stevia, miele o melassa.

Prodotti lattiero-caseari

I prodotti lattiero-caseari possono contribuire ai dolori articolari. L’alto livello di caseina nei latticini innesca infiammazione e dolore. Anche i grassi saturi nei latticini pieni di grassi come latte, burro e formaggio possono innescare infiammazione al tessuto adiposo o grasso, che a sua volta aumenta il dolore. Evitate latte pastorizzato quando soffrite di dolori articolari o qualsiasi altro tipo di dolore cronico. Al contrario, optate per il latte di soia, latte di mandorle, tofu, margarina e altri prodotti non derivati ​​dal latte.

Olio di mais

L’olio di mais ha un alto contenuto di acidi grassi omega-6 che possono innescare la produzione di sostanze chimiche infiammatorie nell’organismo. Anche l’olio di cartamo, di girasole, di soia e di arachidi, così come maionese e molti condimenti per insalate sono ricchi di acidi grassi omega-6. Non c’è bisogno di eliminare completamente questi prodotti dalla dieta, in quanto gli acidi grassi omega-6 sono necessari per la crescita e lo sviluppo, dovete semplicemente consumarli con moderazione. Nel frattempo aumentate l’assunzione di acidi grassi omega-3 che si trovano in alimenti come olio d’oliva, noci, semi di lino e semi di zucca.

Cereali e farina raffinati

I cereali raffinati e la farina sono agenti infiammatori e possono aumentare il dolore alle articolazioni. Questi alimenti ad alto indice glicemico innescano la produzione di prodotti finali di glicazione avanzata che stimolano l’infiammazione. Inoltre questi grani sono privi di fibre e vitamina B e contengono calorie vuote. L’assunzione regolare di questi prodotti può anche aumentare il rischio di malattie degenerative come cancro, malattie coronariche e diabete. Invece dei cereali raffinati come il pane bianco, la pasta bianca e il riso bianco, provate le loro versioni integrali.

Uova

L’assunzione regolare di uova può portare a gonfiore e dolore alle articolazioni. Le uova, soprattutto i tuorli, contengono acido arachidonico che porta alla produzione di prostaglandine, che innescano l’infiammazione nel corpo. Inoltre, le uova contengono grassi saturi, che contribuiscono anch’essi a infiammazione e dolore. Se vi piacciono le uova a colazione, gettate i tuorli e utilizzate solo i bianchi d’uovo per la vostra frittata.

Sale

Il sale da cucina non è buono per la vostra salute, soprattutto se soffrite di dolori articolari: esso contiene additivi e prodotti chimici (ferrocianuro e alluminosilicato) per renderlo più fluido, ma può sconvolgere l’equilibrio dei fluidi del corpo. Inoltre il sale raffinato non contiene minerali naturali, come il silicio e il fosforo di cui il corpo ha bisogno per funzionare correttamente. Limitare il consumo di sale da cucina può anche ridurre la perdita di calcio dalle ossa, riducendo così il rischio di osteoporosi e fratture. Riducete il consumo di sale al minimo e, se possibile, scegliete il sale marino o il sale rosa dell’Himalaya. Oltre a limitare il sale nella vostra cucina, è necessario fare attenzione al consumo di alimenti trasformati che contengono un quantitativo eccessivo di sale e altri conservanti per aumentare la loro conservabilità.

Glutammato monosodico

Il glutammato monosodico è un additivo alimentare per migliorare il sapore con proprietà conservanti: comunemente si trova in alimenti confezionati come patatine fritte, snack surgelati, piatti pronti surgelati, alimenti cinesi e condimenti per insalate e zuppe. Il glutammato monosodico può innescare infiammazione e dolore nel corpo, comprese le articolazioni. Questo additivo artificiale è molto dannoso per chi soffre già di infiammazioni come l’artrite reumatoide. Poiché la maggior parte dei prodotti confezionati e surgelati contengono additivi artificiali come il glutammato monosodico, cercate di mangiare cibi freschi preparati in casa. Utilizzate prodotti biologici ed evitate esaltatori di sapidità artificiali. Evitate anche i cibi contenenti aspartame, un dolcificante artificiale non nutritivo che innesca anch’esso una risposta infiammatoria.

Birra

L’eccessivo consumo di birra, così come altre bevande alcoliche, non fa bene alle articolazioni: i bevitori di birra pesanti hanno un più alto rischio di sviluppare artrite reumatoide e gotta. La birra ha un alto quantitativo di purine che il corpo converte in acido urico, che può causare infiammazione. Inoltre la birra è fatta con glutine, quindi è meglio evitarla che quando si soffre di dolori articolari. Infine, le altre tossine contenute nella birra possono causare danni significativi al corpo. Cercate quindi di limitare l’assunzione di birra e bevande alcoliche in generale.

Grazie per l’attenzione, ci risentiamo al prossimo rimedio della Nonna, continuate a seguirci!

Loading...

Lascia un messaggio alla Nonna

Scrivi il dato mancante dell\'operazione che leggi qui sotto