Eruzione cutanea ascellare: cause e rimedi naturali

 

Poichè è una zona scura sudata e incline a irritazione e attrito, le ascelle sono particolarmente vulnerabili a eruzioni cutanee. Un’eruzione cutanea ascellare in questa zona dalla pelle sensibile può essere veramente irritante e insopportabile. I sintomi più comuni di un’eruzione ascellare includono prurito, piccole protuberanze sulla pelle, arrossamento o oscuramento della pelle, desquamazione, dolore e un maggiore odore.

Eruzioni cutanee ascellari più gravi possono causare secchezza, screpolature, dolore e formazione di vesciche sulla pelle, che porta anche a febbre in alcuni casi. Diversi fattori possono causare le eruzioni ascellari, le più comuni includono metodi di rasatura impropri, uso eccessivo di prodotti chimici, sudorazione eccessiva, indossare regolarmente vestiti stretti e sintetici, esposizione ad un clima caldo, attrito e scarsa igiene personale.

Ma può anche derivare da qualche infezione virale o batterica, funghi o qualche tipo di reazione allergica. Le eruzioni causate da allergie possono essere molto pericolose: se vedete un colore viola o altri sintomi quali gonfiore del viso o della gola, problemi respiratori o perdita di coscienza, consultate immediatamente un medico. Le eruzioni cutanee ascellari minori possono essere trattate in modo naturale mantenendo una corretta igiene e con l’aiuto di alcuni semplici rimedi casalinghi. Ecco i migliori rimedi della Nonna per sbarazzarsi di un’eruzione ascellare.

Impacchi freddi

E’ possibile fare impacchi freddi per ridurre il prurito e il bruciore, due tra i più comuni sintomi di un’eruzione ascellare. Il freddo riduce anche l’irritazione causata dal calore eccessivo, ed eviterà anche che l’eruzione cutanea si sviluppi ulteriormente. Avvolgete un paio di cubetti di ghiaccio in un asciugamano di cotone sottile e tenetelo sulla zona interessata per un paio di minuti. Fate una pausa e poi ripetete per altri 10 minuti, un paio di volte al giorno. Potete anche lavare la zona con acqua fredda un paio di volte al giorno. Assicuratevi di asciugare l’area completamente dopo il trattamento ma attenzione: non applicate il ghiaccio direttamente sulla pelle.

Olio di cocco

L’olio di cocco può aiutare a eliminare l’irritazione causata da un’eruzione ascellare. I suoi grassi sani e la vitamina E mantengono la zona idratata, calmano il prurito e favoriscono la guarigione. Essa riduce anche l’attrito che può peggiorare la condizione prevenendo così l’infezione. Tamponate dell’olio di cocco sulle ascelle e lasciate assorbire completamente dalla pelle. Fate questo un paio di volte al giorno fino a quando l’eruzione cutanea ascellare non sarà soltanto un brutto ricordo. In alternativa, preparate una soluzione con 4 cucchiai di olio di cocco e un cucchiaino di olio essenziale alla lavanda. Immergete un batuffolo di cotone in questa soluzione e applicate sulla zona interessata. Lasciate riposare per 10 minuti, quindi risciacquate con acqua fredda e asciugate con un panno pulito. Ripetete 2 volte al giorno per un paio di giorni.

Aloe Vera

L’aloe vera è un altro rimedio della Nonna ottimo per le eruzioni cutanee grazie alle sue proprietà antibatteriche e antifungine. La sua natura lenitiva allevia il prurito e riduce il rossore. Tagliate una spessa foglia di aloe vera apritela. Fate fuoriuscire il gel e applicatelo direttamente sulla zona interessata. Lasciate riposare per 20 minuti, quindi risciacquate con acqua fredda. Utilizzate questo semplice rimedio naturale 3 o 4 volte al giorno fino a quando l’eruzione cutanea ascellare non sarà sparita. In alternativa, mescolate un po’ di curcuma in un cucchiaio di gel di aloe vera e usate questa soluzione sulle ascelle come uno scrub. Attendete 30 minuti prima di risciacquare con acqua fredda e ripetete il procedimento due volte al giorno per una settimana.

Olio di Tea Tree

Se le vostre eruzioni cutanee ascellari sono causa di infezioni fungine della pelle come tigna, psoriasi o eczema, trattatele con olio di tea tree, che ha proprietà antisettiche e antimicotiche che aiutano a lenire le macchie rosse e le piaghe, impedendo anche la crescita del fungo e le infezioni. Mescolate 5 o 6 gocce di olio essenziale di tea tree in 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva, pulite la zona infetta con acqua e asciugate, quindi applicate questa miscela. Attendete 10 minuti prima di risciacquare con acqua fredda e ripetete l’operazione 2 o 3 volte al giorno fino a quando la pelle non sarà di nuovo in salute.

Farina d’avena

La farina d’avena è un ottimo rimedio della Nonna per alleviare l’irritazione e il prurito causati da un’eruzione cutanea ascellare. Aiuta anche a normalizzare il livello di pH della pelle e a mantenere la pelle morbida e idratata. Per le eruzioni cutanee, utilizzate la farina d’avena macinata finemente. Mescolatela in una vasca riempita con acqua calda, aggiungete qualche goccia di olio essenziale di lavanda o qualsiasi altro olio essenziale a vostra scelta e immergetevi rilassandovi 20 minuti. Assicuratevi che l’area interessata sia completamente immersa nell’acqua, e ripetete una volta al giorno fino ad avvenuta guarigione.

Lilla indiano o Neem

Il lillà indiano, noto anche come neem, è un popolare rimedio ayurvedico per vari problemi della pelle grazie alla sua azione antinfiammatoria, analgesica, anti-irritante, antivirale, antifungina e antibatterica. Sia le foglie che il suo olio sono usati per trattare i problemi della pelle, tra cui proprio l’eruzione cutanea ascellare. Fate bollire una manciata di foglie di neem in una pentola d’acqua per 20 minuti, scolate, attendete che si raffreddi e poi utilizzatela per lavare la zona interessata. Utilizzate questo trattamento 2 o 3 volte al giorno per un paio di giorni. In alternativa, mescolate 5 o 6 gocce di olio di neem in un bicchiere di acqua tiepida, utilizzate un batuffolo di cotone per applicare questa soluzione sulla zona colpita un paio di volte al giorno, fino a quando l’eruzione non sarà soltanto un lontano ricordo.

Aceto di mele

L’aceto di mele è un efficace agente antimicotico e antibatterico. Può aiutare a ridurre infiammazione, prurito e ad aiutare la guarigione dell’eruzione cutanea ascellare. Il suo contenuto di acido acetico previene le infezioni e aiuta a riequilibrare il livello di pH della pelle. Mettete un cucchiaino di aceto di mele in un bicchiere, aggiungete acqua per diluirlo e tamponate questa miscela sulla zona interessata risciacquando dopo 5-10 minuti. Ripetete un paio di volte al giorno per un paio di settimane, ma se vi provoca disagio, smettete di usarlo. Attenzione: Essendo di natura acida, l’aceto di mele potrebbe irritare la pelle se non viene diluito con acqua.
 

Bicarbonato di sodio

E’ possibile utilizzare il bicarbonato di sodio per trattare un’eruzione cutanea ascellare causata da dermatite da contatto o prurito del nuotatore. Il bicarbonato di sodio è alcalino e può aiutare a bilanciare il pH della pelle, contribuendo così a seccare le eruzioni cutanee e ad alleviare prurito e infiammazione. Preparate una soluzione con una parte di bicarbonato di sodio e tre parti d’acqua, applicate sulla zona interessata e attendete un paio di minuti, infine risciacquate con acqua fredda. Utilizzate questo rimedio della Nonna una volta al giorno per un paio di giorni ma attenzione: evitate di lasciare il bicarbonato di sodio sull’ascella per più di un paio di minuti in quanto può causare ulteriore irritazione.

Limone

Il limone è un meraviglioso rimedio della Nonna per alleviare il prurito causato da un’eruzione cutanea ascellare. Il suo acido citrico aiuta a combattere le infezioni che causano le eruzioni ed ha anche potenti proprietà antiossidanti che accelerano il processo di guarigione. Mantiene anche l’odore del corpo a bada. Strofinate delicatamente una fetta di limone sulle ascelle e attendete 5 minuti, quindi risciacquate con acqua fredda. Ripetete 2 o 3 volte al giorno per diversi giorni, ma se avete la pelle sensibile diluite il succo di limone in acqua e soltanto dopo utilizzatelo sulla pelle. In alternativa, preparate una soluzione con due parti di succo di limone e una parte di miele, e applicate sull’eruzione, attendendo 15 minuti prima di risciacquare con acqua fredda. Ripetete due volte al giorno per un paio di giorni ma attenzione: non utilizzate il limone subito dopo la rasatura o se avete ferite aperte sulla pelle.

Burro di Karitè

Il burro di karitè ha proprietà antiossidanti, antimicotiche, anti-infiammatorie che possono aiutare a sbarazzarsi di un’eruzione cutanea ascellare, oltre a proteggere la pelle. La sua profonda idratazione calma l’irritazione della pelle, riduce il prurito e favorisce la guarigione. Lavate la zona interessata con sapone antisettico neutro e acqua tiepida, poi asciugate con un panno morbido senza strofinare la pelle, passandoci sopra un po’ di burro di karité sulla zona interessata. Ripetete più volte al giorno.

Ulteriori suggerimenti

  • Aumentate l’assunzione di vitamina C per prevenire le infezioni che possono peggiorare il problema.
  • Applicate una lozione alla calamina sull’eruzione cutanea ascellare un paio di volte al giorno per alleviare il prurito e accelerare il processo di guarigione.
  • Non utilizzate vaselina o olio minerale sulla zona interessata in quanto potrebbe bloccare i pori.
  • Mantenete una corretta igiene per accelerare il processo di guarigione.
  • Non indossate indumenti attillati. Optate per abiti larghi dalle fibre naturali (cotone, juta) per permettere alla pelle di respirare correttamente. Evitate tessuti a cui la vostra pelle è sensibile o che causano una reazione allergica.
  • Non usate deodoranti a base chimica, profumi, antitraspiranti o lozioni per il corpo a meno che non vi siano state prescritte da un dermatologo.
  • Utilizzate aria condizionata in casa, soprattutto in presenza di eruzioni cutanee nei mesi estivi.
  • Utilizzate un detergente non irritante per lavare i vestiti. Evitare qualsiasi ammorbidente.
  • Smettete di radervi le ascelle, per evitare infezione dei follicoli piliferi. Provate invece la ceretta o un altro metodo di depilazione fino a quando l’eruzione cutanea non sarà guarita.
  • Bevete liquidi a sufficienza e molta acqua per aiutare il corpo a regolare la sua temperatura. L’acqua e il tè verde sono i migliori. Evitate bevande energetiche, caffè e altri diuretici.
  • Fate un bagno di acqua fredda o la doccia tutti i giorni, e lasciate la pelle asciugare all’aria.
  • Dormite in un luogo fresco e ben ventilato.
  • Evitate di graffiare la zona interessata, per quanto possibile: potrebbe aumentare il rischio di infezione.
  • Provate a ridurre lo stress, che può aggravare alcune forme di dermatite.

Grazie per l’attenzione, ci risentiamo al prossimo rimedio della Nonna, continuate a seguirci!

Loading...

Lascia un messaggio alla Nonna

Scrivi il dato mancante dell\'operazione che leggi qui sotto