zucchero natale

Perdere peso dopo le feste: come disintossicarsi dallo zucchero in tre giorni

 

Carboidrati e grassi non sono gli unici colpevoli che causano un aumento di peso. Lo zucchero consumato tutti i giorni, in special modo durante le feste di Natale, è ugualmente da biasimare. Il consumo di zucchero moderato non pone alcun rischio per la salute, ma in media si consuma una quantità di zucchero troppo elevata, forse senza nemmeno saperlo. La popolarità di alimenti contenenti zuccheri aggiunti, come bibite, cereali per la colazione, bevande confezionate, condimenti per insalata, yogurt aromatizzato e caramelle, contribuisce in modo significativo al sovraccarico di zucchero nel corpo. Un’altra fonte di zucchero sono i carboidrati semplici: alimenti come miele, succhi di frutta, uvetta, mango e banane sono ricchi di carboidrati semplici.

Siamo abituati a pensare che siano sani, ma il corpo usa rapidamente i carboidrati semplici per creare energia, causando un picco di zuccheri nel sangue che può avere effetti negativi sulla salute. Un consumo eccessivo di zucchero ostacola anche l’apporto nutrizionale del corpo. I sintomi di un sovradosaggio di zucchero possono includere attacchi di iperattività e la conseguente fatica (quando la riserva zucchero finisce), infezioni da lieviti, depressione, mal di testa, raffreddore o problemi di sinusite, disorientamento mentale e sonnolenza. Il sovraccarico di zuccheri cronico può anche aumentare il rischio di diabete e malattie cardiache e favorire la progressione del cancro, in particolare il cancro al seno.

Consumo di zuccheri e aumento di peso

Quando si consuma una quantità elevata di zucchero, il corpo ne converte tanto quanto ne ha bisogno in energia e conserva il resto come grasso corporeo. Inoltre, gli zuccheri aggiunti non si metabolizzano come zuccheri naturali, ma si spostano per l’intestino e alterano il comportamento dei batteri intestinali, cosa che a sua volta aumenta i livelli di zucchero nel sangue. Questo zucchero si trasforma poi in grasso. Quando si è dipendenti dallo zucchero, il corpo va fuorigiri nel convertire lo zucchero in grasso indesiderato e alla fine, questo grasso comincia ad apparire su vita, fianchi, cosce e viso.

Rinunciate alla moderazione, eliminateli completamente

E’ quasi impossibile sconfiggere la dipendenza da zucchero se non si agisce con forza. Cercando di eliminare lo zucchero nella dieta, molte persone sperimentano i classici sintomi di astinenza di qualunque dipendenza: tristezza, mal di testa, nausea, stanchezza e voglie. In una dipendenza da zucchero, questo accade di solito dopo che un pasto viene digerito: si verifica un desiderio di zucchero e il corpo dice al cervello che ha di nuovo fame. Cosa farebbe una persona dipendente da zucchero in una tale situazione? Mangiare qualcosa di dolce, naturalmente! Finché saziate questa “fame” con i biscotti, la tristezza, il mal di testa e i sentimenti cattivi spariscono, e vi sentirete subito meglio. E’ necessario astenersi dallo zucchero completamente per rompere questo ciclo. Assumerlo con moderazione è solo una scappatoia. Se riuscirete a far fronte al disagio dei primi giorni, sarete sulla strada giusta per sconfiggere la dipendenza e migliorare la vostra salute.

La dieta dei tre giorni per disintossicarsi dallo zucchero

Giorno 1

Colazione: 1 tazza di avena con bacche e semi o mandorle oppure 3 uova strapazzate.
Spuntino a metà mattina: Una piccola ciotola di frutta a guscio.
Pranzo: Petto di pollo con a scelta zucca, carote, barbabietole, pastinaca, rape, fagioli e mandorle.
Cena: pesce alla griglia con una ciotola di fagioli verdi o in alternativa salmone con broccoli e funghi (mangiateli entrambi se siete veramente affamati) saltati in padella.

Giorno 2

Colazione: 1 tazza di avena con bacche e semi o mandorle oppure 3 uova strapazzate con spinaci saltati.
Spuntino a metà mattina: Una piccola ciotola di frutta a guscio.
Pranzo: Zucchini cotti con peperoni rossi e gialli e un condimento di limone, aceto e timo, o un’insalata di cavolo verde e rosso con carote, condito con un olio d’oliva, succo di limone e sale, e guarnito con pezzetti di prezzemolo.
Cena: verdure al vapore a scelta con una casseruola di verdure e fagioli o merluzzo saltato in padella con cavolo cinese, cavolini di Bruxelles o rape.

Giorno 3

Colazione: 1 tazza di avena con bacche e semi o mandorle oppure 3 uova strapazzate con spinaci saltati o una frittata di 3 uova con gamberetti e cavolo saltati, ravanello e insalata di noci.
Spuntino a metà mattina: Una piccola ciotola di frutta a guscio.
Pranzo: cosce di pollo arrosto con Pan-rosmarino, salvia e limone, oppure pollo al forno con cipolla, olive nere e timo.
Cena: funghi con un brodo di aglio, cipolla, carote, sedano, timo e alloro oppure riso con salsa di funghi, basilico e pomodoro.

Bevande per disintossicarsi dallo zucchero

Eliminare le bevande zuccherate dalla dieta è un modo infallibile per battere la dipendenza. Sostituire i succhi di frutta zuccherati con tisane, succhi naturali o intrugli caldi sani aumenterà i vostri sforzi per disintossicarvi e non vi priverà della vostra assunzione di liquidi.

Affettate o tagliate uno di questi frutti: pompelmi, mirtilli, fragole o arance, e anche rosmarino fresco o menta e aggiungeteli a una bottiglia di acqua, conservatela in frigo e bevetela ogni giorno. Potete anche bere un tè verde o una tisana non zuccherata 3 volte al giorno.

Suggerimenti della Nonna

  • State lontani da prodotti come miele, sciroppo d’acero e dolcificanti artificiali. Se siete esposti ad una piccola quantità di zucchero, ne vorrete sempre di più.
  • Combattete le voglie. Sarà una sfida, allacciate le cinture!
  • Sostituite gli alimenti che apportano carboidrati veloci, come pane bianco e succhi di frutta, con cibi a rilascio di carboidrati lenti come i cereali integrali: essi regolano il rilascio di zucchero nel sangue, evitando sovraccarichi di zucchero e le conseguenti voglie.
  • Cucinate sempre con l’olio extravergine di oliva.
  • Consumate un po’ di noci e semi di lino ogni giorno.
  • Mangiare verdure verdi cotte ogni giorno. Dovete mantenere le sostanze nutrienti e micronutrienti nel corpo quando combattete una dipendenza.
  • Cercate di consumare una grande porzione di insalata verde ogni giorno e assicuratevi di scegliere un condimento sano.
  • Mangiate fagioli, ceci e lenticchie tutti i giorni. Non molte persone sanno che legumi e fagioli in un pasto riducono la voglia di zucchero per il pasto successivo.
  • Bevete molta acqua. Fa sempre bene!

Il passo successivo

Dopo aver completato con successo questo programma di disintossicazione di tre giorni, avrete frenato in modo significativo la vostra dipendenza da zucchero. Depressione, stanchezza e mal di testa inizieranno a svanire e vi renderete conto che si può sopravvivere senza zucchero ogni giorno! Il prossimo passo è parlare con il vostro nutrizionista o medico per scegliere un programma di dieta più lungo per mantenere la dipendenza da zucchero a bada, mentre gradualmente incorporate forme sane di zucchero (come frutta, frutta secca e una varietà di dolci a basso contenuto di zucchero) nella vostra dieta giornaliera.

Grazie per l’attenzione, ci sentiamo al prossimo rimedio della Nonna, continuate a seguirci!

Loading...

Lascia un messaggio alla Nonna

Scrivi il dato mancante dell\'operazione che leggi qui sotto