Basta dentista! Ecco come rimuovere naturalmente placca e tartaro dai denti

1 stella - pessimo2 stelle3 stelle4 stelle5 stelle - ottimo! (41 voto/i, media: 3,80 su 5)
Loading...

La placca è uno strato appiccicoso e morbido di batteri che si accumula sui denti, otturazioni, gengive, lingua, protesi e corone. Quando più strati di placca si combinano con i minerali presenti nella saliva si trasforma in una sostanza calcificata bianca e gessosa chiamata tartaro.

Si crea così un terreno fertile per i batteri orali che si nutrono di zuccheri del cibo ingerito e inoltre si forma dell’acido durante questo processo che rompe lo smalto dei denti, portando a carie dentali. I batteri producono anche tossine che causano diversi problemi parodontali. Diversi fattori contribuiscono alla formazione di placche, come un’igiene orale impropria, cattiva tecnica di spazzolamento, scelte alimentari errate o semplicemente ereditarietà.

Mantenere un’accurata igiene dentale è fondamentale per evitare l’accumulo di placca e tartaro. Dovete lavare i denti almeno due volte al giorno e usare uno spazzolino morbido con setole arrotondate e lucide. Tenete lo spazzolino ad un angolo di 45 gradi e spazzolate bene, anche la lingua, in quanto essa favorisce la crescita di batteri che portano alla formazione di placche, infine utilizzate filo interdentale regolarmente per pulire i denti e gengive (a proposito, quando lo finite ecco riutilizzare lo spazzolino da denti)

Ma oltre alla normale igiene dentale, è possibile utilizzare alcuni rimedi naturali per rimuovere placca e tartaro. Ricordate, una volta che il tartaro è mineralizzato sui denti, è estremamente difficile da rimuovere. Tuttavia rimuovere la placca regolarmente può aiutare a prevenire la carie dentaria permanente. Ecco i migliori rimedi della Nonna per rimuovere naturalmente placca e tartaro.

Oil pulling

L’oil pulling è una pratica antica per la salute orale che aiuta a rimuovere la placca dai denti. L’olio di cocco è ottimo per l’oil pulling perché ha un alto contenuto di acido laurico che ha effetti anti-infiammatori e antimicrobici. Mettete in bocca 1 cucchiaio di olio di cocco per 15 minuti e poi sputate, senza fare gargarismi o ingoiare, poi lavate i denti come al solito. Ripetete questo procedimento ogni giorno al mattino prima di mangiare qualsiasi cosa. Inoltre potete anche massaggiare le gengive con alcune gocce di olio di cocco ogni giorno. È anche possibile fare l’oil pulling con olio di sesamo caldo.

Bicarbonato di sodio

Il bicarbonato di sodio è un ottimo rimedio naturale per la rimozione della placca. Neutralizza gli acidi della bocca, riducendo così la quantità di batteri nocivi. Aiuta anche sbiancare e illuminare i denti, rendendoli di un bianco perlaceo. Mettete una piccola quantità di bicarbonato di sodio sulle setole del vostro spazzolino umido e lavate i denti normalmente, poi sciacquate bocca e denti accuratamente con acqua tiepida. In alternativa mescolate 1 cucchiaino di sale con 2 cucchiaini di bicarbonato di sodio e immergete un spazzolino inumidito nella miscela, e lavate i denti con questa polvere delicatamente. Un’altra opzione è infine quella di mescolare 1 cucchiaino di bicarbonato di sodio con abbastanza acqua ossigenata per fare una pasta, usatela per lavare denti e gengive, sputare e sciacquare la bocca. Utilizzare uno qualsiasi di questi rimedi della Nonna una o due volte a settimana ma attenzione: non utilizzate troppo bicarbonato di sodio in quanto potrebbe danneggiare lo smalto dei denti nel corso del tempo.

Guava

I frutti e le foglie di guava sono considerati eccellenti agenti antiplacca per denti e gengive. Inoltre hanno proprietà anti-infiammatorie e analgesiche che aiutano a ridurre il gonfiore e dolore alle gengive. Lavate alcune tenere foglie di guava e masticate bene, poi sputate. Ripetete ogni giorno per ridurre il rischio di formazione della placca sui denti. Prendete poi un pezzo di guava acerba, cospargete di sale masticate lentamente 1 o 2 volte al giorno per un paio di giorni. È inoltre possibile utilizzare un collutorio contenente estratto di foglie di guava.

Aloe Vera

L’aloe vera è efficace nel trattare malattie gengivali causate da placca e tartaro. Essendo un antimicrobico, uccide i batteri che causano l’accumulo di placca. Inoltre combatte l’alito cattivo. Per utilizzarla tagliate una foglia di aloe vera ed estraete la polpa, che strofinerete direttamente su denti e gengive. Lasciate agire per 10 minuti, quindi risciacquate con acqua fredda. Utilizzare questo rimedio della Nonna due volte al giorno.

Chiodi di garofano

I chiodi di garofano macinati sono ampiamente utilizzati da secoli come un rimedio naturale per il mal di denti. Possono anche essere usati per combattere i microbi in bocca che possono causare placca e tartaro. Mescolate 1 cucchiaino di chiodi di garofano in polvere in qualche goccia di olio d’oliva e applicate il composto sui denti. Attendete qualche minuto, quindi risciacquate con acqua tiepida, e ripetete due volte al giorno. Potete anche masticare 1 o 2 chiodi di garofano regolarmente per sostenere la salute orale e ridurre l’alito cattivo causato dai batteri in bocca.

Aceto bianco

L’aceto bianco contiene acido acetico, che può aiutare a prevenire la demineralizzazione dello smalto, nonché prevenire e ridurre l’accumulo di placca. Ha anche proprietà antibatteriche. Mescolate 2 cucchiaini di aceto bianco e 1 cucchiaino di sale in un bicchiere di acqua tiepida, e sciacquate la bocca con questa miscela una o due volte al giorno.

Bucce d’arancia

Le bucce d’arancia vengono spesso utilizzate come sbiancante naturale per rimuovere le macchie dai denti. Inoltre il limonene contenuto nelle bucce d’arancia aiuta a distruggere la placca senza erodere lo smalto, mentre la vitamina C aiuta a prevenire la crescita di microrganismi sui denti. Strofinate la parte interna di bucce d’arancia fresche direttamente su denti e gengive prima di andare a letto, lasciate tutta la notte e risciacquate la mattina successiva. Ripetete se necessario per mantenere i denti puliti e bianchi. Se non avete bucce d’arancia fresche è possibile utilizzare la buccia d’arancia essiccata in polvere.

Olio essenziale al rosmarino

L’olio essenziale al rosmarino funziona come un disinfettante per sradicare i batteri orali, e può prevenire l’accumulo di placca e carie e aiutare a sbarazzarvi dell’ alito cattivo. Mescolate 2 o 3 gocce di olio essenziale di rosmarino in 1 cucchiaio di olio d’acqua, e fate passare attraverso i denti per circa 10 minuti, poi sputate e lavate i denti come al solito. Non ingoiate o fate gargarismi, e ripetere l’operazione due volte al giorno. Se non avete l’olio essenziale di rosmarino, è possibile utilizzare l’olio essenziale di timo o di salvia.

Tè nero

Gli sciacqui con tè nero tengono a bada i batteri orali e contribuiscono a ridurre il rischio di formazione di placca, grazie alle sue proprietà antiossidanti e antimicrobiche. Inoltre è una ricca fonte di fluoruro, un minerale che aiuta a prevenire la carie quanto favorisce una migliore qualità dello smalto e riduce la capacità dei batteri orali di produrre l’acido che provoca la carie. Mettete una bustina di tè nero in una tazza di acqua calda per 5 minuti e strizzarla per bene per rilasciare la quantità massima di fluoro, quindi rimuovetela. Lasciate che il tè si raffreddi, poi usatelo per sciacquare la bocca. Ripetete una volta al giorno per prevenire l’accumulo di placca.

Formaggio

Il formaggio aiuta nella produzione di saliva alcalina che aiuta a neutralizzare l’acido della placca. Esso contribuisce a creare uno strato protettivo intorno ai denti che mantiene a bada l’acido dei batteri della placca. Inoltre, esso contiene calcio e fosfati che aiutano a rimineralizzare i denti. Mangiate una piccola quantità di formaggio a pasta dura dopo i pasti per prevenire la formazione della placca.

Ulteriori suggerimenti

  • Mangiate cibi piccanti per stimolare le ghiandole salivari. La saliva aiuta a pulire denti e gengive, combattendo così le malattie gengivali e la carie.
  • Masticate una mela un’ora dopo aver mangiato del cibo per pulire i denti e aiutare a guarire le gengive.
  • Mangiare fichi può rafforzare i denti e stimolare il flusso di saliva. Assicuratevi di masticarli a fondo.
  • Limitate il consumo di alimenti trasformati che contengono zucchero e amido. I batteri della bocca vivono di alimenti zuccherati.
  • Utilizzate i ramoscelli di margosa come uno spazzolino naturale per lavare i denti.
  • Pulite denti e gengive dal dentista almeno una volta l’anno.

Grazie per l’attenzione, ci risentiamo al prossimo rimedio della Nonna, continuate a seguirci!

Summary
Come rimuovere naturalmente placca e tartaro dai denti
Article Name
Come rimuovere naturalmente placca e tartaro dai denti
Description
Basta dentista! Ecco come rimuovere naturalmente placca e tartaro dai denti
Author
Publisher Name
Rimedi della Nonna
Publisher Logo
Loading...

Un commento

  1. Gabriele

Lascia un messaggio alla Nonna

Scrivi il dato mancante dell\'operazione che leggi qui sotto