Come combattere lo sfregamento delle cosce durante la corsa

 

Quando la pelle sfrega ripetutamente contro altra pelle o indumenti, può diventare arrossata, irritata e decisamente dolorosa. Noto come sfregamento, questa condizione di disagio peggiora con la sudorazione costante e il peso corporeo in eccesso. L’attrito aumenta a causa della pressione eccessiva, calore, umidità, eccessiva secchezza e freddo.

Lo sfregamento può verificarsi ovunque sul corpo, ma cosce, capezzoli, ascelle, inguine e collo sono più sensibili ad esso. Questo problema è comune nei corridori, in coloro che sono in sovrappeso e in coloro che hanno la pelle sensibile. Segni rossi, eruzioni cutanee, dolore e bruciore sono i sintomi principali di sfregamento delle cosce e sono destinati a peggiorare se non vengono trattati tempestivamente. Come se non bastasse la zona colpita punge quando entra in contatto con l’acqua.

Anche se non è pericoloso, lo sfregamento delle cosce è molto sgradevole e può anche portare a rotture nella pelle, aumentando il rischio di infezioni e altre complicazioni. Per alleviare il dolore e il bruciore associati alla pelle irritata, è possibile utilizzare alcuni semplici rimedi casalinghi. Inoltre, è necessario determinare la causa dell’attrito e impedire che si verifichi di nuovo in modo che la pelle irritata possa guarire. Ecco i migliori rimedi della Nonna per lo sfregamento delle cosce.

Impacchi freddi

Si può trattare lo sfregamento delle cosce tramite impacchi freddi sull’area interessata il più presto possibile: contribuiranno a ridurre il rossore e ad alleviare l’irritazione. Avvolgete alcuni cubetti di ghiaccio in un asciugamano sottile e posizionatelo sulla zona interessata per 5 minuti, fate una pausa e riapplicate ripetendo un paio di volte al giorno per un paio di giorni. Potete anche lavare la zona interessata con acqua fredda. Attenzione: Non mettere il ghiaccio direttamente sulla pelle.

Aloe Vera

L’aloe vera aiuta a calmare la pelle irritata. La glicoproteina dell’Aloe aiuta a ridurre dolore e infiammazione, mentre i polisaccaridi stimolano la riparazione delle cellule della pelle. Consente inoltre di velocizzare il processo di guarigione e riduce il rischio di infezione. Tagliate una foglia di aloe vera e fatene fuoriuscire il gel, che dovrete applicare direttamente sulla pelle 2 o 3 volte al giorno. Se non avete di una pianta di aloe, è possibile acquistare gel 100% di aloe vera in qualsiasi farmacia. In alternativa, mescolate un bicchiere di succo di aloe vera, una tazza di tè verde fermentato e 10 gocce di olio essenziale di lavanda, mettete tutto in un flacone spray e spruzzate sulla pelle irritata due volte al giorno.

Farina d’avena

La farina d’avena è ricca di proprietà medicinali. Può purificare, idratare e lenire la pelle irritata. In una vasca riempita con acqua tiepida metteteci dentro mezzo chilo di farina e mettetevi a bagno, poi risciacquate il corpo con acqua tiepida e asciugate la pelle con un asciugamano morbido. Utilizzate questo rimedio della Nonna almeno una volta al giorno.

Olio di Oliva

L’olio extravergine d’oliva è un potente idratante, quindi può essere usato per trattare la pelle irritata. Inoltre facilita il processo di guarigione per il suo contenuto di vitamina E e di antiossidanti. Dopo un bagno, mettete alcune gocce di olio d’oliva nel palmo della mano. Applicate direttamente sulla pelle colpita un un paio di volte durante il giorno. Potete anche utilizzare olio di olio di cocco per il trattamento dell’irritazione.

Bicarbonato di sodio

Il bicarbonato di sodio aiuta a ridurre il prurito e il dolore associato alla pelle irritata. Le sue proprietà curative possono contribuire a trattare rapidamente le irritazioni e anche ridurre il rischio di infezione. Mescolate un quarto di bicarbonato di sodio e tre quarti d’acqua, poi aggiungete se volete qualche goccia di olio di lavanda. Applicate la miscela sulla zona colpita e attendete 5 minuti prima di risciacquare con acqua fredda. Ripetete una volta al giorno per un paio di giorni. Attenzione: non lasciate il bicarbonato di sodio sulla pelle per troppo tempo, in quanto potrebbe causare ulteriore irritazione.

Curcuma

La curcuma è ricca di curcumina, che possiede proprietà antibatteriche e antinfiammatorie. Protegge la pelle irritata dalle infezioni e riduce i tempi di guarigione. Inoltre, riduce anche il rischio di cicatrici. Fate una pasta mescolando 3 cucchiaini di curcuma in polvere con un cucchiaino di acqua, applicate la pasta sulla zona interessata e coprite l’area con un panno morbido lasciando riposare per 30 minuti prima di risciacquare. Ripetete 2 o 3 volte al giorno.

Olio di tea tree

L’olio di tea tree è un trattamento efficace per le irritazioni cutanee, tra cui gli sfregamenti delle cosce. Esso può offrire protezione contro le infezioni grazie alle sue proprietà antimicrobiche. Immergete un batuffolo di cotone pulito in acqua e cospargeteci qualche goccia di olio di tea tree. Premete il batuffolo di cotone delicatamente sulla pelle colpita due volte al giorno fino a quando la pelle non guarirà. In alternativa aggiungete qualche goccia di olio di tea tree a qualsiasi crema idratante profumata e applicate sulla zona interessata. Nota: Non applicate olio di tea tree non diluito direttamente sulla pelle, in quanto potrebbe causare irritazioni cutanee.

Calendula

La calendula è un ottimo rimedio naturale per lo sfregamento delle cosce, così come dermatite da pannolino e infiammazione della pelle. Essendo ricca di flavonoidi, la calendula protegge la pelle dai danni causati dai radicali liberi e accelera il processo di guarigione. Applicate qualche goccia di olio di calendula direttamente sulla zona interessata, 2 o 3 volte al giorno. In alternativa, fate bollire fiori di calendula secchi, tè verde e camomilla secca in acqua, lasciate raffreddare e aggiungetela ad un bagno tiepido. Mettetevi a bagno per 20 minuti, poi asciugate la pelle. Godetevi questo bagno una volta al giorno per un paio di giorni.

Amido di mais

La sudorazione eccessiva può peggiorare la situazione dello sfregamento delle cosce, perché il sudore contiene minerali che possono irritare ulteriormente la pelle. L’amido di mais assorbe l’umidità, in modo da aiutarvi a mantenere la pelle secca e ridurre l’attrito. Pulite la pelle con un sapone antisettico neutro e acqua tiepida, asciugate accuratamente con un panno morbido e mettete polvere amido di mais su di esso. Riapplicare 2 o 3 volte al giorno. Nota: Non applicate amido di mais sulla pelle umida, in quanto aumenta il rischio di infezioni fungine.

Grazie per l’attenzione, ci risentiamo al prossimo rimedio della Nonna, continuate a seguirci!

Loading...

Lascia un messaggio alla Nonna

Scrivi il dato mancante dell\'operazione che leggi qui sotto