Rimedi naturali per i linfonodi gonfi

 

I linfonodi (noti anche come ghiandole linfatiche) si trovano in tutto il corpo e sono una parte importante del sistema immunitario. Essi aiutano il corpo a riconoscere e combattere germi e altre sostanze estranee. I linfonodi si trovano sul collo, sotto la mascella e il mento, dietro le orecchie, sulla parte posteriore della testa, sulle ascelle e all’inguine. Quando i linfonodi diventano gonfi, possono causare un problema noto come linfoadenopatia o linfoadenite. Un linfonodo ingrossato può diventare grosso come un pisello ma anche come un uovo.

I linfonodi gonfi sono un segno che qualcosa nel vostro corpo non va. La causa più comune è una infezione come un ascesso a un dente, infezione dell’orecchio, infezioni comuni come febbre, morbillo, mononucleosi, tonsilliti, gengiviti. Nei casi più gravi, i linfonodi si gonfiano a causa di artrite reumatoide, HIV, cancro o alcuni farmaci.

All’aumentare di dimensioni, l’ingrossamento dei linfonodi può essere molto doloroso. A seconda della causa, i sintomi possono includere anche naso che cola, mal di gola, febbre, tosse, gonfiore degli arti, sudorazione notturna e debolezza generale. Il trattamento per la linfoadenite dipende dalla causa: in alcuni casi infatti il gonfiore si riduce semplicemente con il tempo. Ma è possibile effettuare alcuni cambiamenti allo stile di vita per avere un rimedo per il trattamento dei linfonodi. Tuttavia, se il gonfiore dura o continua ad ingrossarsi per più di un paio di settimane, consultate un medico. Ecco i migliori rimedi naturali per i linfonodi gonfi.

Impacchi caldi

Un rimedio della Nonna tramandato da generazioni per ridurre i linfonodi gonfi sono gli impacchi caldi. La temperatura calda aiuta la circolazione sanguigna ad aumentare, e a sua volta riduce il gonfiore e il dolore. Immergete un asciugamano in acqua calda e strizzate l’acqua in eccesso, poi mettete questo panno caldo sui linfonodi gonfi per 5-10 minuti. Ripetete un paio di volte al giorno fino a quando il gonfiore non sarà scomparso. Potete anche lavare la zona gonfia con acqua calda un paio di volte al giorno.

Massaggi

Un altro rimedio della Nonna efficace consiste nel massaggiare i linfonodi. Il massaggio stimola i linfonodi per aiutarli a funzionare normalmente ed aiuterà ad abbassare il gonfiore per un periodo di tempo. Inoltre, riduce l’accumulo di impurità nei nodi. Usando le dita, massaggiate delicatamente i linfonodi per circa 5 minuti 2 o 3 volte al giorno fino a quando il gonfiore non sarà scomparso. Potete anche rivolgervi ad un professionista per un massaggio di drenaggio linfatico.

Gargarismi con l’acqua salata

Un gargarismo con l’acqua salata può essere utile per ridurre il gonfiore e l’infiammazione nei linfonodi nel collo causati da infezione alla gola. Mescolate mezzo cucchiaino di sale in una tazza di acqua calda e fate i gargarismi con questa soluzione per ottenere sollievo, un paio di volte al giorno per circa una settimana.

Aglio

L’aglio ha proprietà anti-infiammatorie che possono aiutare a ridurre il gonfiore nei linfonodi. Questo alimento antibiotico aiuta anche a purificare ad alleviare i sintomi e a velocizzare la guarigione. Mangiate 2 o 3 spicchi d’aglio crudo al giorno o includete l’aglio nella vostra cucina. Massaggiate la zona gonfia con olio all’aglio per pochi minuti, 2 o 3 volte al giorno o in alternativa prendete un supplemento di aglio naturale.

Aceto di mele

L’aceto di mele è un altro rimedio naturale per i linfonodi gonfi. Esso contribuisce a creare un ambiente alcalino e mantenere un livello adeguato di pH nel corpo. Inoltre, le sue proprietà antibatteriche aiutano a combattere qualsiasi infezione che può causare questo problema. Mescolare la stessa quantità di aceto di mele e acqua, immergete un panno nella soluzione e applicatela sulla zona gonfia. Attendete 5 minuti prima di risciacquare con acqua tiepida e poi asciugate. Ripetete una volta o due volte al giorno. Potete anche mescolare un cucchiaio di aceto di mele e un po’ di miele in un bicchiere d’acqua bevendo questo sciroppo due volte al giorno.

Miele

Il miele è un altro rimedio naturale che aiuta a curare l’ingrossamento dei linfonodi. Le sue proprietà anti-infiammatorie aiutano ad alleviare il dolore e il gonfiore. Inoltre le sue proprietà antibatteriche aiutano a combattere l’infezione che sta probabilmente alla causa del problema. Mescolate 1-2 cucchiaini di miele e un po’ di succo di limone fresco in dell’acqua e bevete due volte al giorno per una settimana. Applicate inoltre un po’ di miele sulla zona gonfia, lasciate riposare 10-15 minuti e poi risciacquate con acqua tiepida per 2 o 3 volte al giorno fino a quando il gonfiore non diminuirà

Olio di ricino

E’ possibile utilizzare l’olio di ricino, che ha proprietà anti-infiammatorie e analgesiche, per ridurre il gonfiore alle ghiandole linfatiche. Esso migliora il flusso della linfa in tutto il corpo, accelerando la rimozione delle tossine, aiutando a ridurre la dimensione dei linfonodi ingrossati. Dà anche una spinta al vostro sistema immunitario. Strofinate delicatamente l’olio di ricino pressato a freddo sulla zona gonfia per 5 minuti, poi mettete un impacco caldo sulla zona interessata per altri 5-10 minuti. Ripetete questo rimedio naturale una o due volte al giorno per una settimana.

Curcuma

 
Questa erba terapeutica è particolarmente efficace nel ridurre il gonfiore delle ghiandole linfatiche. Ha proprietà anti-infiammatore e analgesiche che aiutano a ridurre gonfiore e dolore. Combatte anche le infezioni e facilita la guarigione. Mescolate un cucchiaio di curcuma in polvere con miele a sufficienza per fare una pasta, applicare sulla zona gonfia tenendola per 10 minuti e poi risciacquate con acqua tiepida. Seguite questo rimedio della Nonna due volte al giorno per circa una settimana.

Echinacea

Un’altra erba frequentemente usata per trattare il gonfiore dei linfonodi è l’echinacea. Ha proprietà antimicrobiche e anti-infiammatorie che aiutano a rafforzare il sistema linfatico, nonché a combattere le infezioni purificando i nodi sanguigni e linfatici. Applicate la unguento di echinacea 2 o 3 volte al giorno per ridurre il gonfiore, oppure bere una tazza di tè di echinacea al giorno per non più di 1 settimana. In alternativa, prendete integratori di echinacea due volte al giorno per una settimana ma consultate il medico prima di assumere questo integratore.

Attenzione: Evitate l’assunzione di questa erba per più di 1 settimana. Le persone che soffrono di malattie autoimmuni dovrebbero evitare l’echinacea.

Ulteriori suggerimenti

  • Riposatevi adeguatamente per favorire la guarigione.
  • Fate un bagno caldo o una doccia due volte al giorno.
  • Bevete 2-3 tazze di tè verde al giorno.
  • Evitate lo stress fisico e mentale.
  • Provate lo yoga, l’agopuntura, la meditazione e l’esercizio per combattere i sintomi.
  • Smettete di fumare ed evitate il fumo passivo.
  • Smettete di bere in quanto potrebbe peggiorare la vostra condizione.
  • Seguite una dieta sana ricca di vitamine C ed E, ferro, calcio, magnesio e acidi grassi omega-3.

Grazie per l’attenzione, ci risentiamo al prossimo rimedio della Nonna, continuate a seguirci!

Loading...

2 commenti

  1. francesca
  2. Alice

Lascia un messaggio alla Nonna

Scrivi il dato mancante dell\'operazione che leggi qui sotto