Rimedi contro il malocchio

 

Anche se ai giorni d’oggi sembra fantascienza, quando la Nonna era giovane si sentiva spesso parlare di malocchio e si cercavano tutti i rimedi possibili e immaginabili. Il malocchio, fin dall’antichità, era un influsso negativo che passava alla persona, ai suoi averi, ai suoi campi o alle bestie che allevava semplicemente attraverso lo sguardo malevolo di un nemico che, per invidia, gelosia o quant’altro, poteva fissarlo di malanimo e attirare sulla povera vittima sciagure a volte anche mortali.

Per questo non si accettavano volentieri gli sguardi profondi o biechi; in ogni comunità c’era qualcuno che veniva indicato come portatore di malocchio: le sue visite non erano ben accette, dato che si pensava che il solo fatto di aprirgli le porte di casa potesse attirare la sciagura all’interno di quelle mura.

Per tenere lontano il malocchio dalle abitazioni e dalle stalle era uso appendere un ferro di cavallo o di bue alla porta di ingresso. Tale talismano aveva efficacia solo se prima si facevano benedire tutte le stanze dal parroco della zona e si recitavano preghiere scaramantiche come questa:

Of ferro di quadrupede,
tu che sei tanto forte
d’ogni nemico guardami.
Scaccialo e dagli morte, distruggila,
distruggila questa genia d’arpia,
con la tua forza magica,
guarda a casa mia.

Oppure come questa:

Acqua e sale mia Signora, per levare ogni fattura,
acqua e sale San Giovanni, per spegnere questo fuoco grande
acqua e sale per le magiare, và fattura e non tornare.

Gettare il malocchio sui bambini era molto semplice, bastava un piccolo complimento. Per questo un semplice rimedio contro il malocchio dei bambini era quello di vestirli al contrario, per confondere i malevoli influssi in direzioni opposte. Anche le donne, in quanto esseri deboli di spirito, erano spesso vittime di malocchio: il mal di testa, il languore, il deperimento ne sono i primi sintomi.

Rimedi contro il malocchio: credenze popolari

L’uomo era invece più difficile da attaccare e per questo si ricorreva, come rimedio contro il malocchio, a talismani che avessero in sè una certa mascolinità, rappresentando ad esempio evidenti simboli fallici: corna, falci, chiodi, forbici, indumenti intimi ne sono una prova. Anche i vari gesti scaramantici, come fare le corna, toccarsi o esibire i genitali, dire oscenità sul sesso femminile o nominare gli elementi maschili sono traccia del potere contro il malocchio che veniva attribuito all’elemento maschile.

Grazie per l’attenzione, ci risentiamo al prossimo rimedio della Nonna, continuate a seguirci!

Loading...

3 commenti

  1. giovanni
    • Nonna
  2. Barbara Roversi

Lascia un messaggio alla Nonna

Scrivi il dato mancante dell\'operazione che leggi qui sotto